Yes or No?

Non riprendevo in mano questa rubrica da qualche tempo ma ora ho finalmente trovato il soggetto giusto per ricominciare.

Oggi vi presento una borsa di Zara, la City Tropical Ricami. E’ una borsa a tracolla in ecopelle bianca, dalle linee pulite e con la possibilità di essere portata anche a mano grazie al manico… verde acido.

Sì perché questa borsa che di base è essenziale ha due caratteristiche: il manico verde acido fatto di un materiale che a vederlo sembra gommoso e di derivazione sportiva, e la decorazione tropicale sulla patta anteriore.

La decorazione è ricamata e rappresenta frutta, cocktail e palme, il perfetto connubio vacanziero; il giallo è il colore predominante e spicca a contrasto col bianco di sfondo della borsa.

Non è una borsa “esagerata” ma si fa comunque notare.

A me piace, ma voi che mi dite? 🙂

La trovate qui a 39,95 euro.

Batiste – Shampoo secco Tropical

_dsc0013

Ormai mi ritengo un’esperta di shampoo secco, ne ho provati di un sacco di marche diverse in commercio e di ciascuno mi sono fatta un’opinione ben precisa. Alcuni li ricompro sempre, altri solo se in offerta, altri (ma veramente pochi) li boccio e li elimino dall’elenco dei possibili acquisti futuri.

Ma cos’è lo shampoo secco? è un prodotto spray che eroga una sostanza nebulizzata sui capelli. Una volta lasciata in posa, si trasforma da semi-liquida a semi-polverosa, assorbendo l’unto e lo sporco dei capelli. I residui si eliminano spazzolando e i capelli tornano ad essere puliti. E’ comunque un metodo un po’ d’emergenza, che vi permette di tirare avanti una giornata in più senza lavare i capelli o di rendervi presentabili se non potete lavarli per qualche motivo.

Oggi vi parlo di Batiste, da non confondere con Batist (senza E), un marchio inglese specializzato in shampoo secco (qui il sito).

_dsc0018

Batiste ha diverse linee: Fragrance (profumati), Hint of color (leggermente coloranti), Nourish (con L-arginina che fortifica il capello) e Style (una polvere volumizzante).

Finora io ne ho provate solo due varianti: Floral e Tropical, entrambi facenti parte della linea Fragrance. Floral non mi è piaciuto, aveva un odore floreale troppo intenso e chimico. Tropical invece è al profumo di cocco e frutti esotici, ma direi soprattutto cocco. Se vi piace questo profumo, o se come me lo adorate, non potrete non amare anche questo prodotto!

La confezione è quella classica degli shampoo secchi, un cilindro metallico con tappo di plastica ed erogatore spray. Ogni Batiste ha una ‘livrea’ diversa a seconda della profumazione o della funzione: Tropical, molto coerentemente, presenta uno sfondo giallo con fiori tropicali verdi stilizzati.

_dsc0016

Veniamo a qualche info pratica, dato che spesso scopro che tante persone non sanno bene come utilizzare questa tipologia di prodotto. Dall’alto della mia esperienza (XD) ho elaborato quella che secondo me è la miglior tecnica di utilizzo, la più efficace, perlomeno sui miei capelli. E’ un pochino diversa da quella illustrata sulla confezione.

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli. Et voilà!

Come dicevo sopra, ho provato veramente tante marche diverse e utilizzando questo metodo hanno funzionato praticamente sempre tutti. E nessuno ha mai lasciato residui, probabilmente grazie al terzo step dell’asciugamano.

_dsc9999

Qui sopra trovate l’inci.
E’ disponibile in diverse versioni, da 150 ml o 200 ml, io ho la prima che ho pagato intorno ai 3 euro. Ovviamente il prezzo dipende molto dal rivenditore e dalle offerte che propone.

In Italia non mi pare siano reperibili nei negozi fisici, mentre online potete trovarli in diversi siti web – io solitamente acquisto da Maquillalia.

Usate lo shampoo secco? avete mai provato Batiste? 🙂

 

Pittarosso spring/summer 2015

“Ma devi comprar qualcosa per sta primavera?” “Ma no mamma, non dovrebbe servirmi niente.” Tipico dialogo mamma-figlia, tipo quello che è avvenuto con mia mamma poco prima di entrare da Pittarosso a Gallarate (VA).
Come sempre, è il condizionale che mi frega.

Ammetto che non visitavo il negozio da qualche mese, sto cercando di non comprare più scarpe perchè non so più dove metterle a casa XD Peccato che ho intravisto diversi modelli carini e quindi mi toccherà tornare a farci un giro con più calma.

DSC_1233

 

DSC_1231

Ovviamente sandali come se piovesse, anche se le temperature hanno appena iniziato ad alzarsi. Quest’anno sono stata colpita da forme pulite, essenziali e a tratti grafiche, ma soprattutto dai colori sobri. Negli anni ho imparato a mie spese che una calzatura stravagante resterà per la maggior parte del tempo nella sua scatola – e non va per niente bene!

DSC_1235

DSC_1236

 

Ovviamente ci sono ancora delle decolletè ma con qualche apertura in più rispetto all’inverno. Le forme cut-out mi hanno sempre intrigata e ultimamente ne vedo in giro parecchie… chissà mai che mi decida a comprare qualcosa del genere!

DSC_1234

DSC_1232

Se però cercate qualcosa di più impegnativo non verrete comunque deluse: plateau svettanti, decorazioni preziose e stampe sgargianti sono lì ad aspettarvi. Io sono allergica ai plateau, ormai lo sapete, tant’è che le slingback tropicali sarebbero state carine se avessero avuto solo un piccolo rialzo e non tutta quella cosa sotto la suola..

Che dire, io qualcosa ho provato e ho già stilato una mia wishlist, appena ho l’occasione ci passo di nuovo e tento il colpaccio!
Ma voi che scarpe comprate questa primavera?