Corine de Farme: Eau micellaire pureté

Ho scoperto questo marchio al Cosmoprof e contemporaneamente sono anche venuta a conoscenza del fatto che i prodotti sono reperibili in Italia: la distribuzione non è capillare ma ultimamente inizio a notare una presenza più importante presso alcune catene come Caddy’s, Marionnaud e Lillapois.

Devo dire che l’incontro al Cosmoprof è stato casuale, dal momento che era l’ultimo giorno del Cosmopack e lo stand stava venendo smantellato: per questo motivo, i prodotti esposti venivano venduti a prezzi più o meno casuali e – per mia somma gioia – bassissimi.

Oggi vi parlo dell’Eau Micellaire Puretè, un’acqua micellare leggera e performante, con il 97% di ingredienti di origine naturale.

Innanzitutto due parole sull’azienda: Corine de Farme è una compagnia francese che, partita dai prodotti per l’infanzia, ha poi sviluppato linee cosmetiche per la cura del corpo sempre improntate ad un utilizzo compatibile con le pelli più delicate e sensibili. Inoltre, le formulazioni contengono estratti di piante e fiori che vengono purificati proprio per risultare il più tollerabili possibile a tutti i tipi di pelli, senza però perdere le loro virtù e proprietà benefiche naturali.

L’acqua micellare si presenta in forma liquida, è completamente trasparente e inodore e ha una consistenza leggermente “scivolosa”, data dalle micelle (piccole particelle di tensioattivi che intrappolano le impurità presenti sulla superficie della pelle).

Io la uso in combinazione con un pannetto di microfibra e devo dire che è piuttosto efficace: rimuove senza problemi il trucco anche longlasting, mentre in presenza di trucco waterproof è necessario insistere un pochino. In alternativa, il consiglio è sempre quello di utilizzare un bifasico oleoso per eliminare il trucco ‘ostico’, così da non irritare la pelle sfregandola nel tentativo di struccarsi.

Ho apprezzato particolarmente la versione travel (da 100 ml) perché permette di farsi un’idea ben precisa dell’efficacia del prodotto senza essere costretti all’acquisto della versione full size, che in questo caso è contiene ben 500 ml di acqua micellare, sempre all’interno di flaconi in plastica riciclabile.

Purtroppo non sono riuscita a recuperare info certe sui prezzi: sembrerebbe però che la versione maxi da 500 ml costi tra i 4 e i 6 euro.

Sulla confezione è indicato un pao di 6 mesi ed è riportato l’inci che vedete qui sopra.

Conoscevate già Corine de Farme? E la sua acqua micellare? 🙂

Talk about: minisize e travel size

DSC_0525

Era un po’ di tempo che non prendevo in mano la rubrica Talk About: per chi passa di qua per la prima volta spiego che si tratta di un post in cui introduco un argomento di moda o beauty e chiedo l’opinione di voi lettori.

In questa puntata parliamo di prodotti beauty in minisize o travel size, che dir si voglia. La sostanza è la stessa, lo scopo è invece leggermente diverso: le minisize nascono come formati più piccoli di un prodotto, che danno modo di provarlo per poi eventualmente decidere di comprarlo in formato standard; le travel size sono formati ridotti appositamente fatti per viaggiare leggeri (e rispettare le normative aeroportuali sui liquidi).

Personalmente ho un rapporto controverso con questi prodotti: li adoro perchè posso provare nuove referenze e farmene un’idea senza dover comprare alla cieca un prodotto da 150/200 ml. Tuttavia in proporzione costano di più, ma tutto sommato il prezzo finale non è alto quindi ci passo sopra 😉

In foto potete vedere i miei recenti acquisti di Bottega Verde: delle carinissime pochette tematiche con tre prodotti ciascuna: io ho scelto quella azzurra per la cura dei piedi e quella bianca alla profumazione Limone e agrumi.

Voi che ne pensate delle minisize e travel size? 🙂