Psp #76: July

1 . Peter Thomas Roth – Rose stem cell mask: minisize facente parte di un kit da 3, questa maschera aveva una consistenza gellosa ed era rosa. Contiene estratti di rose e ha cinque azioni: rigenera, idrata, illumina, rassoda e  tonifica la pelle. Mi è piaciuta perchè dopo l’uso sentivo la pelle effettivamente più idratata e compatta. L’ho anche usata come impacco doposole con ottimi risultati.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

2 . Carrefour – detergente intimo delicato con camomilla: prezzo ottimo e ottima performance, non mi ha causato problemi di alcun tipo e confermo che è molto delicato. Fa forse un po’ troppa schiuma.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3 . Shaka – balsamo ristrutturante: contiene olio di semi di lino e proteine della seta, senza parabeni. L’avevo comprato tempo fa ed era aperto de troppo, perciò l’ho finito. Una volta applicato dà la sensazione che i capelli siano scivolosi e comunque non ho notato il tanto sbandierato effetto ristrutturante, non mi è piaciuto.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Benefit – Goof Proof Brow pencil, colorazione n. 3: minisize della famosa matita per sopracciglia di Benefit, caratterizzata da una punta obliqua che semplifica la definizione delle sopracciglia. La minisize era davvero piccola (0,03 g) ma mi è durata discretamente poichè si consuma molto lentamente. Il tratto ha una durata molto buona (quasi tutto il giorno) ed è davvero semplice da usare. Ammetto però che dopo un po’ la punta tende a perdere la particolare forma che la caratterizza rendendo quindi il tratto meno preciso.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

5 . Lush – Santasaurus: si tratta di uno “spumante che dura” di un’edizione limitata natalizia, era decisamente ora di farlo fuori. Era a forma di draghetto con cappello di Babbo Natale, bellissimo! Lo Spumante che dura funziona un po’ come gli spumanti normali, fa tantissima schiuma ma è più duraturo. Colora l’acqua di verde. Sono sempre prodotti molto divertenti!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

6 . Lush – sapone Baked Alaska Snowball: ho fortissimamente voluto questo sapone, anch’esso natalizio, perchè bellissimo da vedere e profumatissimo. Tuttavia, mi duole ammettere che mi seccava troppo le mani quando lo usavo. Non s’ha da fare!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . Wet’n’wild – eyeliner H2O proof: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

8 . Balea – Trocken Shampoo sweet melon: stesse considerazioni fatte per il suo gemello al cocco, review qui. Il profumo è troppo chimico ma fa bene il suo lavoro.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: noù

9 . Lush – crema da doccia Yummy Mummy: bagnoschiuma viola, cremosissimo, con olii essenziali di geranio e arancia e aggiunta di burro di cacao biologico. Adoro questi formati piccoli perchè mi permettono di provare tanti prodotti nuovi ogni volta.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

10 . Dr. Hauschka – dentifricio sensitive con acqua salina: minisize omaggiatami al Cosmoprof, è un dentifricio strano perchè leggermente salato. Sa molto di limone ma posso capire che per chi è abituato alla menta sia uno shock (vero Jesslan? XD). A me non è dispiaciuto perchè molto delicato su denti sensibili e gengive facilmente infiammabili. Non lo ricomprerò per il prezzo – full size a circa 7 euro.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

11 . Oliprox – shampoo curativo per dermatite seborroica: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Fresh&Clean – salviettine struccanti per pelli sensibili: ne ho già parlato in diversi psp, mi piacciono molto e struccano bene. Tuttavia questa volta le ho trovate poco imbevute, ma d’estate mi succede spesso che si asciughino prima del previsto.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

Psp #45: January

DSC_88521 . Pupa – Bouquet de parfums: avevo questo mini profumo da un sacco di tempo e finalmente l’ho fatto fuori! non è che mi piacesse granchè, comunque non è più in produzione.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

2 . The Body Shop – cocoa butter cream body scrub: review e inci qui. Mi è piaciuto moltissimo comunque!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3 . Shaka – Sulla Pelle crema multiuso al cocco: l’avevo comprata perchè attirata dalla dicitura “multiuso”. L’ho utilizzata come crema corpo e crema mani, non è malvagia, profuma tantissimo! Non è particolarmente idratante però.

DSC_8853

La consiglio: si
La ricomprerò: no

4 . Fior di Magnolia – Struccante bifasico: un ottimo prodotto. Efficace, delicato, rimuove tutto… ma la confezione non ha retto a un volo dalla mensola [inserire lacrime e disperazione]. Plastichetta un po’ fragile eh! Ma lo ricomprerò perchè ne avevo usato nemmeno metà..

DSC_8854

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

5 . Helan – doposole crema reidratante lenitiva: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

6 . Visiv – crema viso giorno & notte: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Soffidea – salviettine intime con estratti di malva: ogni tanto mi capita di tenerle in borsa. Sono delicate e abbastanza imbevute. Costano pochissimo, non escludo di riprenderle.

DSC_8856

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

8 . Batist – Dry shampoo classico: un buon shampoo secco, lo alterno ad altri secondo le offerte che trovo! Fa il suo lavoro, nulla da aggiungere.

DSC_7024

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

Psp #39: July

DSC_7826

Questo mese poca roba..speriamo di recuperare con agosto!

1. Bottega Verde – maschera ravviva colore 3 in 1 rosso rubino: l’avevo già usata, è semplice da utilizzare e colora bene a patto che i capelli non siano scurissimi. E’ formulata senza ammoniaca e contiene cachemire e olio di argan, dopo l’applicazione i capelli sono morbidissimi! Dopo 4-5 lavaggi si attenua fino a sparire… d’estate non è una buona cosa visto che si lavano i capelli più spesso 😦

DSC_7616La consiglio: si
La ricomprerò: si

2. Equilibra – Aloe crema viso: è una crema che contiene ben il 40% di aloe vera, ad azione idratante e lenitiva. Non contiene paraffina nè oli minerali. Se l’aloe le permetteva di asciugarsi velocemente una volta stesa, faceva anche sì che mi lasciasse la spiacevole sensazione di pelle che tirava.. pensavo fosse perfetta per la mia pelle mista ma invece non mi ha convinta!

DSC_7827

La consiglio: no
La ricomprerò: no

3. Geomar – fango scrub: ennesimo prodotto Geomar che provo, devo dire che non mi dispiacciono e hanno costi accessibili. Questo prodotto unisce l’azione esfoliante dello scrub a quella lipolitica e drenante dei fanghi, è un buon prodotto 2 in 1. Contiene oligoelementi del mar morto, caffeina, alghe, estratti naturali. Mi è piaciuta ma non la ricomprerò a breve perchè prima devo finire gli scrub ‘semplici’ che ho in casa XD

DSC_7829

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

4.Equilibra – extra aloe dermo gel multiattivo: l’avevo comprato allettata dalla mulifunzionalità del prodotto, pensato per lenire escoriazioni, danni solari, infiammazioni, vesciche e molto altro. Contiene una percentuale altissima di aloe, ben il 98%, la più alta tra i prodotti simili che ho visto in giro. Tuttavia nel mio caso l’utilizzo è stato molto limitato: è come se la mia pelle non trovasse giovamento dall’applicazione dell’aloe. L’unica volta che ho trovato un buon utilizzo è stato in combinazione con l’arnica: applicata sulla pelle (per diminuire i dolori muscolari) me la irritava parecchio, mentre facendo un miscuglio arnica-aloe evitavo ogni tipo di problema! Insomma, tutti a decantare la sua efficacia ma io personalmente non ne sono convintissima e non penso proprio che lo ricomprerò.

DSC_7831

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

5. Shaka – salviette multiuso mandorla: con pH fisiologico, dermatologicamente testate, con estratti di aloe e camomilla. Le avevo comprate un po’ a caso, da tenere in borsa ma ammetto che hanno avuto poco successo XD Le ho finite come salviettine post palestra, per darmi una pulita veloce dalla magnesite evitando di andare in giro con strisce bianche su tutto il corpo! Ah, il profumo di mandorla è proprio leggero…

DSC_7834

Le consiglio: no
Le ricomprerò: no

6. Hawaiian tropic – silk hydration spf 15: minitaglia che ho terminato durante le prime esposizioni al sole della stagione. Non mi sono scottata e questo è un bene, però non mi ha entusiasmato la consistenza troppo densa. Il profumo è buono ma forse un pochino troppo forte.

DSC_7835

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

 

Hello Spring Tag

hellospring

La primavera è già iniziata da un po’ ma questo tag ci riporta ai primi giorni della stagione 🙂 Giuliettastarlight mi ha nominato e io non posso far altro che rispondere! Innanzitutto le regole:
– create sul vostro blog un post dal titolo: “Hello Spring ” in cui elencate Rossetti, Ombretti, Smalti e Accessori che ritenete primaverili. Potete inserire nel post sia prodotti che già possedete, sia prodotti che desiderate avere
– citate il blog da cui è partito il tag (Vaniglia Vintage) e quello da cui vi è arrivato l’invito
– inserite come immagine principale l’header appositamente creato
– taggate almeno sei blog e avvisateli

Dunque dunque! iniziamo…

Rossetti

DSC_5596

DSC_5594

Questi due rossetti sono perfetti per la bella stagione, il primo è di Bourjois ed è un fuxia lucido abbastanza pigmentato, il secondo è di NYX ed è un rosino luminosissimo che avevo reviewato qui. Il primo è allegro, il secondo delicato e luminoso: molto diversi tra loro ma a mio parere anche molto indicati per la primavera.

Ombretti

D’inverno tendo ad abbandonare i colori accesi in favore di quelli più cupi e dei rassicuranti marroni perciò in primavera riscopro l’esistenza di tonalità che attirano di più l’attenzione. Non è un mistero che io preferisca focalizzare i miei trucchi sugli occhi e per questo motivo mi capita di realizzare  make up tipo questo.

Smalti

DSC_1288

Con la bella stagione mi capita di sperimentare qualche colore più inusuale, a volte con esiti buoni, altre più catastrofici XD Lo smalto arancione non è stata un’idea geniale, ho scoperto che mi sta malissimo, perlomeno questa tonalità! Il blu elettrico e il fuxia glitter invece mi hanno dato diverse soddisfazioni.

Accessori

DSC_1290Per quanto riguarda gli accessori non faccio grandissimi cambiamenti durante l’anno ma posso dire che in linea di massima succede lo stesso che per il trucco, tiro fuori quelli coi colori più vivi e sgargianti e con fantasie ”in tema”. Mi piacciono molto i monili smaltati, mi ricordano la tecnica utilizzata per le vetrate delle chiese!

Questa volta non taggherò nessuno ma sentitevi libere di riproporlo sui vostri spazi virtuali, mi farà piacere leggere le vostre risposte! 🙂

TAG: Addicted to blush #blushfiend

Sono stata nominata. E si parla di blush.. preparatevi! #blushfiend vuol dire Assatanata di blush! Anche Carl qui sotto guarda i blush con occhi languidi… XD

DSC_7755

Ringrazio la dolce Misato (che leggo sempre ma non commento mai, sono una bruttissima persona) che mi ha pensata, d’altronde se si parla di roba da mettersi sulle guance è abbastanza scontato eheh
Come tutti i tag ha le sue regole:
– citare chi ti ha taggato
– citare chi l’ha inventato, l’australiana Kat di Kitsch snitch
– citare chi l’ha tradotto, Claudia di Ava’s World

What colour blush suits you the most? Qual è il colore di blush che ti dona di più?

Oh questa è facile: di sicuro il pesca ma in generale i toni caldi!

Pressed/cream/loose blush? Blush pressato, in crema o in polvere libera?

Fino a poco tempo fa avrei detto pressato, senza se e senza ma… ora non disdegno anche i cremosi, mi danno un po’ più da lavorare per evitare le antiestetiche chiazze ma son carini. Vade retro polvere libera invece!!

DSC_7742

Favourite shimmery blush? Qual è il tuo blush shimmer preferito?

Kiko Sun Bronzing Blush n.03 beyond coral. Faceva parte della limited edition City Summer (2012) e mi aveva talmente conquistata che l’avevo comprato appena uscito. E’ composta da tre colori, un corallo, un borgogna e un beige/pesca illuminante.

Favourite matte blush? Il tuo blush matte preferito?

Max Factor comprato a Berlino, si tratta del Miracle Touch n.18 soft cardinal. E’ in crema e ha una texture favolosa, si sfuma benissimo ed è piccolo, cosa da non sottovalutare nei viaggi 😉

Favourite cream blush? Il tuo blush in crema preferito?

Senza ombra di dubbio il Sublime Touch di Madina, nel colore délice. E’ un rosa antico che vira al pesca, principalmente mat anche se dalla cialda sembrerebbero esserci degli sbrillini che poi si volatilizzano XD

DSC_7745

Favourite drugstore blush? Il tuo blush preferito fra quelli più economici?

Questa categoria è molto variabile, vado a periodi. In questo momento mi sento di citare un blush di Shaka, ne erano usciti tre in una collezione camouflage. Mi era piaciuto l’accostamento di tonalità fredde a una più calda, il risultato è un mix modulabile e molto naturale.

Favourite high end blush?

Qui “high end” lo prendiamo con le pinze perchè mi rifiuto di spendere più di 20 euro per un prodotto di cui possiedo già numerosi esemplari (come sono saggia, si vede che sto invecchiando XD). Per cui rimanendo all’interno di questa fascia non posso non citare Hot Mama! di The Balm, che tra l’altro mi è stato regalato *gongola*. E niente, è bellissimo.

Biggest blush disappointment/regret? Qual è la maggiore delusione o rimpianto in tema blush?

MAC, primo acquisto del marchio e sublime delusione. E’ solar ray, un mineralize blush uscito con la collezione Heavenly Creatures (2012). Bellissimo in cialda ma difficilissimo da prelevare.. e sulla pelle lascia più che altro sbrillini. anche Santa Temptalia l’ha bocciato con un laconico C+… Ne avevo già parlato qui.

Per quanto riguarda il rimpianto… mmm… ah si! un Kiko della l.e. dell’estate scorsa Life in Rio. Aveva un packaging bellissimo e di tutte le varianti mi piaceva quella con l’illuminante verde acqua, mischiando i due colori si otteneva una sfumatura stupenda.

blush

Best blush packaging? Qual è il blush con il miglior packaging?

Ri-cito The Balm, è impossibile rimanere impassibili con tutte quelle confezioncine vintage! Le grafiche che usano mi piacciono davvero tanto.

What’s on your blush wish list? Quale blush hai nella tua wishlist?

Buona domanda. Quello della l.e. Cinderella di Essence mi attirava ma poi l’ho lasciato lì. Diciamo che ormai ce ne vuole prima di stupirmi e convincermi all’acquisto. Direi che un buon candidato è Classic dei Liquid Tech Blush di Nabla, anche se i blush liquidi mi inquietano sempre un po’. Oppure i blush a cuore di Too Faced.. e di MakeupRevolution!

Number 1 holy grail blush? Qual è il santo graal di tutti i blush?

Secondo me è il blush che non esiste XD Nel senso che è quello che possiede tutte le caratteristiche migliori, prezzo compreso: pigmentazione, resa, durata… E’ un po’ il mix di tutti i miei blush!

E veniamo ora ai tag: Jesslan, Francimakeup e drama’n’makeup. E poi chiunque voglia aggiungersi! 🙂

Psp #35: March

DSC_7730

Finalmente un psp bello corposo!! 😀

1. Garnier ultra Dolce – shampoo secco purificante: un buon shampoo secco che fa il suo dovere. A voler cercare il pelo nell’uovo però ci son stati due aspetti che non mi sono piaciuti: il profumo troppo forte e chimico di limone e il fatto che la ghiera di metallo si sia arrugginita con l’uso.

DSC_7731

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

2. BsL Cosmetics – SkinSo siero antietà viso: usandolo insieme a mia mamma l’abbiamo finito abbastanza in fretta. Review e inci li trovate qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

3. Bottega Verde – latte corpo Mandorle dolci: una buona crema corpo, dal buon profumo ma non mi ha particolarmente colpita.

DSC_7732

La consiglio: si
La ricomprerò: no

4. Shaka – maschera illuminante: finalmente ho provato anche io una di queste maschere viso Shaka! ho scelto quella illuminante con vitamina C, estratto di biancospino e di limone ideale per ridare luce e morbidezza alla pelle spenta. L’ho trovata molto nutriente e la confezione ha un pratico tappino per richiuderla dopo l’uso (dura 3-4 volte). ne proverò altre ma potrei ricomprarla.

DSC_7733

La consiglio: si
La ricomprerò: si

5. L’Erbolario – Crema fluida per il corpo Accordo Arancio: un campioncino generoso, per usarlo tutto ho dovuto abbondare (non ero a casa e non potevo riutilizzarlo). Idrata bene, la pelle era morbida ancora il giorno dopo e questa è una gran cosa, però il profumo non mi è piaciuto: troppo amaro per i miei gusti!

DSC_7734

La consiglio: si
La ricomprerò: no

6. Benecos – hand cream for happy hands: review e inci qui, vi dico già che non mi è piaciuta granchè…

La consiglio: no
La ricomprerò: no

7. Splend’or – balsamo Fiori e bacche di ribes: tutti conoscete la variante al cocco ma questa è specifica per capelli spenti e trattati. Le mie lunghezze e punte sono sempre malmesse e questo balsamo non mi è spiaciuto: è più denso di quello al cocco (per fortuna!) e fa abbastanza bene il suo dovere.

DSC_7735

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

8. Lush – Erba Libera: campioncino di detergente che ho richiesto nella mia ultima visita in bottega. E’ di colore ‘verde hulk’ e granulosa, si stempera nelle mani e poi si massaggia sul viso. Ha un bel potere esfoliante, però è un po’ scomoda rispetto alle formulazioni più cremose/in gel. Ha un inci molto molto buono!

DSC_7736

La consiglio: si
La ricomprerò: si

9. Vichy – siero aqua destock: ho diversi campioncini di questo siero Vichy, questo è solo il primo.E’ un trattamento drenante ad effetto snellente con texture effetto ghiaccio, piuttosto piacevole da applicare. Contiene ingredienti anti-acqua (drenanti) e attivi anti-cellulite, per un’azione combinata più efficace.

DSC_7738

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

10. Canova Skincare – salipil mask: una maschera peel-off/a strappo che mi avevano dato da provare in farmacia. Mi è bastata per tre volte. E’ adatta per pelli miste a tendenza acneica e contiene acido salicilico al 2%, estratto di vite rossa e acido ialuronico. L’ho trovata molto più efficace rispetto all’altra maschera a strappo che conosco (questa), ma forse per la mia pelle è eccessiva. Se invece avete la pelle grassa ed effettivamente molte imperfezioni potrebbe fare al caso vostro.

DSC_7739

La consiglio: si
La ricomprerò: no

 

Make me blush

DSC_7434

Qualche giorno fa mi son messa a riordinare  il mio stash cosmetico e ho riunito tutti i blush. Io soffro di blushite compulsiva e mi aspettavo di possederne un numero tendente a +∞ .. invece ho scoperto di averne sì tanti ma meno di quanti pensassi XD Ho quindi uozzappato Jesslan per farle vedere e le ho chiesto lei come fosse messa! Insomma alla fine abbiamo deciso di scriverci un post.

Dopo averci pensato un po’ su ho deciso di presentarveli dividendoli per tonalità, ad esclusione di quelli in crema che ritengo facciano una categoria a sè. Comincerei proprio da questi.

DSC_7435
Essence: blush gelée della limited edition Vampire’s Love. Complicato da sfumare, l’effetto macchia è sempre in agguato. L’ho imparato ad apprezzare in caso di bisogno di altissima tenuta (tipo sotto il casco).
Kiko: pure pleasure creamy blush n.06 firebrick twist. Me l’ha regalato proprio Jess, è un colore inusuale per me, trovo sia molto invernale.
Be Chic: blush cremoso gote&labbra. Faceva parte di un set, è molto delicato e naturale.
Madina: Revolution sublime touch blush n. 65744 délice. Anche questo dà un effetto naturale.
Beauty Collection: blush. In allegato a non so più che rivista, sembra scuro ma in realtà è assolutamente sheer e modulabile.
Max Factor: miracle touch creamy blush n.18 soft cardinal. Comprato a Berlino, ha ottime prestazioni.
Kiko: glow touch lips&cheeks n.02 icy watermelon. Me l’ha regalato Chiara di Claire Louise Oxford, ha un profumo biscottoso!
Maybelline: dream bouncu blush n.20 peach satin. Me l’ero fatta portare dagli Usa, è soffice e delicato.
NYX: rouge cream blush n.08 hot pink. Longlasting, il colore molto acceso costringe a sfumarlo molto bene.

DSC_7437

Kiko: sun bronzing blush n.03 beyond coral. Mi aveva colpito così tanto che quando era uscito l’avevo preso a prezzo pieno! I tre colori permettono di dosare l’intensità del colore senza problemi.
W7: make me blush Zara. Comprato a Londra, è un bel corallo prepotente e ne basta proprio poco!
Essence: Vintage District blush . Pensavo fosse bicolore invece ce n’è un terzo nascosto sotto al dorato.
The Balm: hot mama! Eh, èbbbello e in fin dei conti delicato.
Sleek: blush n.926 rose gold. Acquistato anche lui a Londra, è un colore davvero stupendo!
Astra: fard cotto seta pura n.05. Uno dei più vecchi, usatissimo.

DSC_7438

Shaka: fard camouflage. una polvere multicolore che dà un bell’effetto luminoso.
MAC: mineralize blush Solar ray. La componente dorata è dominante, lo definirei quasi un illuminante!
Catrice: defining duo blush n.030 pink grapefruit shake. Interessante la combinazione di una parte matt e una shimmer.
Bottega Verde: fard cotto. Faceva parte della limited edition Tropical Rhapsody, è un po’ troppo polveroso per i miei gusti.
L.A. Girl: blush Just pinched. L’ho usato davvero poco ed è un peccato, il colore è un bel rosa acceso.

DSC_7439

Nouba: blushon bubble n.48. Era un errore, volevo un ombretto rosso e, da inesperta del make up (anni fa!) non mi sono accorta di aver preso un blush. Va beh, in fin dei conti è un bel colore.
Sleek: blush by 3 n.365 flame. Comprata quest’anno a Lisbona grazie a un megasconto Sephora. Il primo colore è utilizzabile come bronzer, col secondo non ho ancora fatto amicizia (è un rosso matt), il terzo è ordinaria amministrazione 😉
Markwins International: un duo blush+highlighter preso a Barcellona, la parte borgogna è molto bella.

E basta! Da tutto ciò si deduce che: 1)quando viaggio porto a casa solo blush e 2)no shimmer no party! 😀

Voi come siete messe a blush?? fatemi sentire meno sola..

Celebrity Look: Katy Perry – with Imor Malia

Dopo due mesi di stop io e Imor Malia siamo riuscite a riprendere in mano la nostra rubrica in collaborazione! Oggi vi proponiamo le nostre interpretazioni del look che Katy Perry sfoggia nel video Dark Horse (avevo già parlato di quel video in questo post, ricordate?).
La mia collega ha scelto una nail art a tema, io mi sono cimentata col make up 🙂 Qui il suo post!

Immagine2

Ed ecco la mia versione (al contrario, mi sono accorta dopo XD ) :

DSC_7417

DSC_7420

Per iniziare ho steso il primer occhi e successivamente il matitone bianco perlato Shaka. Per ricreare i tre colori sulla palpebra mobile mi sono avvalsa della palette Technic Electric Beauty mentre nella piega ho sfumato un marrone rosato di Madina. Per illuminare la parte alta della palpebra ho invece utilizzato un rosa carne di Essence. Ho definito le sopracciglia con un’apposita matita di Wet’n’wild e infine con l’eyeliner nero ho disegnato tutti i ghirigori intorno agli occhi. Stendiamo un velo pietoso sull’imprecisione delle linee dato che non solo disegnare sulla palpebra (che ovviamente è curva) non è semplice, ma giustamente la punta dell’eyeliner ha anche deciso fosse il momento buono per iniziare a seccarsi… Sulle labbra ho voluto utilizzare Rebel di Mac.

DSC_7424

DSC_7400 - Copia

Ecco cos’ho usato:

Viso
W7 – tea tree concealer
Wet’n’wild – eyebrow pencil n. 3

Occhi
Essence – I love Stage primer
Shaka – maxi matita occhi  n. 01
Deborah Milano – absolute hi-tech mascara
Technic Electric Beauty palette
Madina – 684 velvet in the flesh
Essence – n. 22 blockbuster
Kiko – ultimate pen long wear eyeliner

Labbra
Mac – Rebel

DSC_7429

E anche per questo mese è tutto, io e Imor Malia vi diamo appuntamento a Ottobre! 🙂

Hues of You: Blue | with Jesslan

“Che colore facciamo questo mese?” “Eh ci manca il blu.” La mia reazione alla conversazione con Jesslan è stata drammatica, il blu è il colore che più mi sta antipatico in tutto lo spettro cromatico. Questa mia antipatia deriva dal fatto che da piccola mia mamma mi vestiva sempre di blu, il suo colore preferito.. Ricordo con orrore delle terribili Superga blu, non ho ancora superato il trauma.

DSC_7009

Praticamente nel mio armadio il blu è bandito, così come non ho borse di questo colore. Stavo per dire di non avere nemmeno scarpe, poi ho realizzato che un paio di ballerine Benetton in effetti le possiedo, per cui eccole. Tengo a specificare che il blu elettrico non mi dispiace così tanto.

DSC_7003

Reparto chincaglio abbastanza scarno: solo tre paia di orecchini, tutti pendenti. I primi a sinistra me li ha regalati una mia amica per il compleanno, quelli centrali li avevo fatti io ventordici anni fa (non avevo resistito a quei polipetti tenerissimi!) e infine quelli a destra sono fili di strass sorretti da un trio di fiori in macramè con centro in strass che avevo acquistato a una fiera di paese.

DSC_7004

20140525_104956

La prima collana è un mio manufatto, presenta perline di legno di varie grandezza e colore ma il blu è quello ricorrente e dominante; sulla palla nera centrale avevo disegnato dei piccoli pois gialli con quelle colle glitter fatte apposta per decorare… sicuramente è un girocollo che si nota, qualcuno potrebbe considerarlo pacchiano ma io lo adoro ❤ L’altra collana, più classica, è stata un regalo di Natale di mia zia di qualche anno fa, è composta da perline in legno, metallo, plastica e gli elementi più grossi sono ricoperti di vellutino.

DSC_7005

Anche il reparto beauty non è fornitissimo: non ho ombretti mono, perlomeno non usandone son riuscita a evitare di comprarne 😀 Le palette che li contengono sono quella maxi di Sephora e la Sleek Ultra Matts Darks, che per le mie esigenze sono più che sufficienti! Ho però comprato il color kajal Kiko e lo adoro, è quella tonalità di blu elettrico che riesco a usare, e in più è davvero durevole anche nella rima interna.

DSC_7013Infine una incursione sugli smalti, mi son sorpresa di averne così tanti blu!! XD Da sinistra potete vedere il Bottega Verde jelly sugar (ve ne ho parlato qui), un crack top coat di Debby, uno smalto glitterato che avevo comprato a malta e evidentemente ho usato un sacco visto che è quasi finito, un blu satinato Kiko (n.299 ), una limited edition H&M color jeans, il Pupa lasting color Gel n.053 e lo smalto Shaka n.815 che mi ha regalato MarymakeUp 🙂

Chiudiamo in bellezza con la cosa blu che più mi rappresenta, il mio portachiavi! 🙂
Vi ricordo di dare una lettura anche al bel post di Jesslan.. e alla prossima!

20140521_182926