Psp #75: June

1 . Parisienne – Lin Exance shampoo secco ai semi di lino: dovrei farci una review prima o poi. In ogni caso, uno dei tanti shampi secchi che ho provato in questi anni e che ogni tanto ricompro se è in offerta. Senza infamia e senza lode direi.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

2 . Neutro Roberts – Deodorante dermazero 0%: deodorante unisex senza sali di alluminio, alcool né parabeni. Non mi ha macchiato i vestiti e ha prestazioni nella media.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

3 . Yves Rocher – Aqua micellare lenitiva 2 in 1 Sensitive Végétal: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

4 . Bath & Body Works – Body lotion Jingle all the way: crema corpo al burro di karitè della collezione natalizia. Bellissima da vedersi (quando piena) perchè presentava una doppia spirale colorata, una bianca e una verde glitter. Inci pessimo e idratazione medio-bassa, però buonissimo profumo.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

5 . Primark – PS Deep cleansing wipes: review e inci qui.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

6 . Diesel – Fuel for life: prosegue molto lentamente il mio progetto di smaltimento di campioncini di profumo, ora ne ho solamente millesettecentoventi meno uno XD Questo Diesel non mi ha esaltata.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . Bionike – Defence Elixage contour: crema contorno occhi e labbra. L’ho usata solo come contorno occhi perché non sento l’esigenza di utilizzare un contorno labbra. Non ho visto grandi differenze dopo l’utilizzo,

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Sephora – Charcoal nose strip: strisce per naso al carbone, mi è piaciuta (perché è una monodose) perché ho visto effettivamente che è riuscita a tirar fuori qualche impurità. Mi sa che col 20% me le prendo ancora!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

9 e 10 . Bath & Body Works – Conditioner e lotion White Citrus: campioncini di balsamo e crema corpo dell’hotel di New York dello scorso anno. Profumo molto buono, floreale, ingredienti non pervenuti ma presumo pessimi dato che il brand non è particolarmente attento a questo aspetto.

Li consiglio: no
Li ricomprerò: no

11 . Avon – Kajal: matita marrone di mille anni fa, la usavo per le sopracciglia. Ottima durata se usata in questo modo, perché invece nella rima interna non ha mai scritto per niente e sulla palpebra era leggerissima. La potete vedere in questo post.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

12 . Tony Moly – I’m Real red wine mark sheet: dico sempre che le maschere Tony Moly non mi eslatano, questa però aveva qualcosa di diverso… non tanto la funzione, perchè doveva essere “pore care” (cura dei pori) e invece come al solito era fresca ma nulla più, ma perché profuma di vino. Giuro. Anche il mio fidanzato mi ha annusata mentre era in posa e se n’è accorto ahahah Insomma una buona idea regalo per sollevare gli animi 😀

La consiglio: si
La ricomprerò: si

Psp #74: May

1 . DM Sun Dance – Après pflege schaum (schiuma doposole): review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

2 . Sephora – Aloe vera hand mask: review e inci qui.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

3 . Fresh&Clean – Salviettine Milleusi: classiche salviettine rinfrescanti che uso a pole per ripulire velocemente la pelle dalla magnesite. Sono comode perché la confezione chiusa le mantiene imbevute più a lungo (a parte quest’ultima confezione che era difettosa e non si chiudeva bene… ma di solito sono ottime).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

4 . Petit Jardin – Mousse corpo vellutante: arricchita con fiore di loto e papavero, olio di mandorle dolci e collagene marino. La profumazione è delicata ma la texture è un po’ troppo pesante per i miei gusti.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

5 . Givenchy – Ange ou demon le secret: campioncino di profumo, troppo dolce per me. Bocciato.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6 . Project – eye pencil: la usavo come matita per sopracciglia nonostante avesse dei microglitterini dorati (che non si notavano però). Buona durata e colore intermedio che andava bene un po’ tutto l’anno. Avevi letto il mio post sulle matite per sopracciglia? Lo trovi qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Bottega Verde – latte corpo Limone e Agrumi: due bustine di campioncini, profumazione un po’ chimica e poca idratazione. Mi pare fosse un’edizione limitata. C’è di meglio!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Lush – Sparkly pumpkin: spumante da bagno di Halloween (..si lo so, le tempistiche..) a forma di zucca arancione ricoperta interamente di glitter oro. Fa una bella schiuma soffice e colora l’acqua di arancione. I glitter non rimangono sulla pelle, che però acquista una morbidezza incredibile!

La consiglio: si
La ricomprerò: no

9 . Fria – Salviettine intime con salvia e menta: preferisco questa confezioni piccole da 10 da tenere in borsa, poi in generale una marca vale l’altra. Queste non mi hanno esaltato perché il profumo di menta è davvero troppo forte (e a me la menta non piace!).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: no

10 . Kiko –  Color-up long lasting eyeshadow n°10: matitone ombretto di un discreto color rosato/malva, che fungeva benissimo da base per altri ombretti. Si è seccato senza possibilità di rimedio ma comunque era quasi finito, l’ho usato davvero tanto. Era un’edizione limitata ma ogni tanto questo tipo di prodotto viene riproposto in diverse colorazioni.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Kiko – Longlasting stick eyeshadow n°7 (beige dorato): un ottimo compagno di make up, resistente anche come base. È davvero finito e medito di ricomprarlo. Qui un mio post su questi prodotti Kiko.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Kiko – Metal Light eyeliner: eyeliner liquido metallizzato verde bosco di una limited edition di mille anni fa. L’ho usato fino alla fine, non si è seccato! Aveva una tenuta favolosa, peccato si struccasse spezzettandosi. Potete vederlo in azione qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

13 . Peter Thomas Roth – Cocumber gel mask: maschera in gel di un bel colore verdino trasparente, molto rinfrescante e ad azione detox grazie ad una serie di estratti naturali. Mi è piaciuta, fa parte di un trio di minisize in vendita da Sephora.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

* * *

Avete provato qualche prodotto tra questi che ho finito a maggio?? 🙂

 

Sephora- Aloe vera Hand mask

Da grande appassionata di maschere quale sono, non potevo esimermi dal provare quelle per le mani. Dopo aver testato la maschera per piedi di Sephora (qui la review) ho acquistato anche l’equivalente per mani, sempre dello stesso brand.

La confezione si presenta molto simile, nelle dimensioni e nella configurazione: una bustina colorata a seconda dell’ingrediente caratterizzante (in questo caso, aloe vera), con impresse tutte le indicazioni utili sia sul fronte che sul retro.

Ho scelto questa versione all’aloe vera perchè insieme all’olio di cartamo assicura idratazione e morbidezza alla pelle delle mani, contribuendo ad ammorbidire anche le cuticule delle unghie.

Una volta che avrete aperto la confezione troverete due guanti stile “reparto ortofrutta” ma più spessi, perchè costituiti esternamente da un materiale impermeabile mentre all’interno c’è una membrana simile a garza che è completamente imbevuta di crema idratante.

I guanti hanno anche una comoda chiusura con linguetta adesiva che permette di stringerli al polso evitando fuoriuscite di crema.

Sephora suggerisce un tempo di posa di 15 minuti ma se li terrete su per più tempo ne trarrete solo beneficio perchè la crema avrà più tempo per essere assorbita dalla pelle. Personalmente, credo di averli indossati per più di mezzora, stavo guardando la tv e ho perso di vista l’orologio eheh

Mi sono piaciuti?

Mmm… dopo la posa, li ho tolti e ho massaggiato l’eccesso di crema per farla completamente assorbire. Devo ammettere che sentivo le mani un po’ scivolose, vedrete dall’inci che sono presenti dei siliconi e presumo sia dovuto a quello.  Inoltre non ho notato particolari benefici in termini di morbidezza che non potessi ottenere con un’applicazione di crema “normale”.

Insomma, si tratta a mio parere di un prodottino carino ma non indispensabile. Mi piacerebbe provare una cosa simile ma più performante!

A proposito di inci, potete consultarlo qui sopra qualora ne foste interessati.

Ed infine qualche info: ogni confezione contiene un paio di guanti e costa 3,90€. Sono disponibili de versioni: questa all’aloe vera (nutriente) e una all’avocado (riparatrice). Sephora ha appena introdotto le nuove grafiche delle confezioni per cui può essere che nei negozi troviate ancora la grafica vecchia (la mia) oppure già quella nuova (che non si discosta molto comunque).

Avete mai provato le maschere mani, di Sephora o di altri marchi? 🙂

Dr. Jart+ – Crema viso Water Drop

Una mia collega va pazza per Dr. Jart+ e credo che ormai abbia già provato tutte le referenze in gamma. Io invece ammetto che non ho mai nutrito molta simpatia per questo brand, principalmente perchè i suoi prodotti non hanno un prezzo proprio low cost e perciò non mi sono mai convinta a provare nulla.

Tuttavia, in una box di Sephora ho trovato questa travel size della crema viso Water Drop e siccome la utilizzo da qualche tempo mi sembrava arrivato il momento di parlarvene.

La crema viso Water Drop di Dr. Jart+ è un trattamento viso che si propone di idratare la pelle secca e allo stesso tempo illuminarla. Per fare ciò si affida a uno speciale sistema di emulsione a base di goccioline ricchissime di attivi illuminanti e nutrienti: durante l’applicazione, la formula rilascia le minuscole goccioline d’acqua che vanno ad idratare istantaneamente la pelle. In tutto il procedimento, l’acido ialuronico svolge un importante ruolo poichè aiuta la pelle a trattenere l’idratazione.

Questa travel size in realtà non è poi così piccola: 30 ml per una crema viso sono comunque un quantitativo onesto, considerato che la maggior parte di queste creme viene venduta nel formato da 50 ml.

La crema si presenta in un tubo morbido specchiato con tappo a vite mentre nella versione full size il tappo è a scatto. Il foro di uscita del prodotto è piccolo e permette di dosar bene la crema.

La crema ha una texture quasi in gel ed è leggermente opaca: la sensazione che si riscontra durante l’applicazione è davvero strana perchè sembra quasi che si trasformi in liquido, si sente davvero la presenza dell’acqua! Ho notato anche un certo “scivolamento” dato da qualche silicone che è contenuto nella crema.

Dopo l’applicazione, la pelle appare subito asciutta e liscia e si può immediatamente procedere col trucco: credo sia una buona base con qualche velleità di primer, anche se non utilizzando il fondotinta non so dirvi come si comporterebbe con quello sopra. Potrebbe essere interessante provare.

Qui sopra potete vedere l’inci in caso foste interessati. Ovviamente è ben lontana dall’essere una crema bio ma può secondo me essere interessante per chi non è particolarmente votato al bio.

Come vi dicevo, questa è una travel size da 30 ml, mentre in vendita potete trovare la full size da be 100 ml, che per una crema viso è un formato a mio parere enorme.

La potete reperire facilmente da Sephora al prezzo di 29,90 Euro.

Avete mai provato questa crema di Dr. Jart+? Avete dei suggerimenti relativi a questo brand? 🙂

Kocostar – Lip Mask camouflage

Se credete di aver già visto questa confezione recentemente, forse è perchè i prodotti Kocostar (perlomeno alcuni di essi) stanno finalmente venendo distribuiti in tutte le Sephora nazionali. Era ora!

Avevo conosciuto questo marchio allo scorso Cosmoprof, dove ero rimasta folgorata dalle loro maschere divertenti, e anche quest’anno non ho potuto non andare a trovarli in fiera. Ovviamente qualche prodotto è venuto a casa con me, e complice la loro recente distribuzione in Italia non potevo esimermi dal parlarvene.

Oggi dunque parliamo di un prodotto ella collezione Camouflage, che è appunto quella distribuita qui da noi. Piccolo appunto: mi aspettavo che la maschera fosse stampata con la fantasia camouflage della confezione, e invece…

Una volta superata la piccola delusione, veniamo al dunque: è una maschera labbra composta da un foglio in hydrogel rosso metallizzato, a forma di labbra ma ovviamente ben più grande delle nostre labbra. La maschera è contenuta tra due fogli di plastica sagomati che la contengono, e da un lato c’è anche un ulteriore foglietto di plastica come protezione. Il tutto è cosparso dal siero che impregna la maschera.

La confezione esterna ci informa che la maschera è destinata alle labbra secche e screpolate perchè ha un’azione idratante. Contiene una serie di estratti vegetali tra cui rosa centifolia, aloe, fresia, menta piperita, camomilla, bergamotto, rosmarino e lavanda.

Mi rendo conto che la foto sia inquietante ma giuro, è fatta così sta maschera XD

Non avevo mai usato una maschera labbra, ebbene si, quindi ho seguito le istruzioni e l’ho messa in posa ricoprendo bene le labbra e la pelle circostante. L’ho poi lasciata in posa per circa 20 minuti (stavo guardando la tv e non ho tenuto conto del tempo di posa suggerito ahahah).

Non appena l’ho messa a contatto con le labbra, ho iniziato a sentire un certo pizzicore, che presumo sia dato dall’estratto di foglie di menta piperita (un po’ come succede coi gloss rimpolpanti), nulla di così insopportabile comunque.

Essendo in hydrogel, era flessibile ma non a livelli delle maschere in tessuto, per cui come si nota anche dalla foto non aderiva completamente alla mia pelle ma rimaneva leggermente sollevata in alcune parti. Non mi ha dato l’idea di essere molo salda, per cui ho preferito starmene tranquilla sul divano per evitare che scivolasse via.

Una volta tolta dopo la posa, le labbra apparivano leggermente più turgide (menta?) e forse più lisce, ma non ho apprezzato alcun cambiamento rilevante in termini di morbidezza e riparazione. Insomma, una maschera divertente da provare ma non fondamentale in una beauty routine… per sistemare labbra devastate c’è sicuramente di meglio.

Qui sopra c’è l’inci a disposizione di chi volesse consultarlo.

Info pratiche: la Lip Mask è venduta in confezione monodose con 3 grammi di prodotto/siero. Non ha pao proprio perchè è da utilizzarsi una volta sola.

La potete trovare da Sephora a 3,50 Euro.

Avete mai provato le maschere per le labbra? e le maschere Kocostar? 🙂

Steamcream, la crema multiuso

Rieccomi nuovamente a parlare di creme: questa volta la crema in questione è del marchio Steamcream ed è una vera e propria crema multiuso.

Ho conosciuto Steamcream più di un anno fa da Sephora, all’epoca primo rivenditore in Italia del marchio (ad oggi invece non lo rivende più). Mi aveva subito attirata per il packaging, lo confesso: chi può resistere a delle deliziose scatoline di latta tutte colorate e una diversa dall’altra?

Aspetto estetico a parte, avevo già sentito parlare di queste creme inglesi che sono note da anni (specie fuori dal nostro Paese) per via del particolare metodo di produzione che impiega il vapore per estrarre gli attivi degli elementi in essa presenti. Infatti, la Steamcream include dodici diversi attivi naturali, tra cui estratti vegetali (olio di mandorle e di jojoba) ed olii essenziali (camomilla, lavanda, arancia e rosa) che in sinergia con il burro di cacao formano un potente mix, che rende la pelle morbida  e nutrita.

La crema si presenta completamente bianca e non troppo compatta, con un profumo piuttosto forte che inizialmente non riuscivo ad identificare ma che poi ho scoperto essere un mix di lavanda e arancia: è piuttosto forte e personalmente non mi fa impazzire, avrei preferito un profumo meno invadente.

Pur essendo una crema multiuso, io la utilizzo in ufficio come crema mani ma mi è capitato di applicarla anche sul corpo in caso di necessità (etichette dei vestiti che prudono, pelle irritata..).

Una volta applicata la si sente un po’ acquosa, è una sensazione strana da descrivere, però si assorbe tutto sommato in fretta e non lascia le mani unte. Anche il profumo fortunatamente non è così persistente.

Di sicuro idrata la pelle ma non l’ho trovata così nutriente come pensavo. Infatti tendo a farne uso più volte nel corso della giornata, ma per me questo aspetto non è un problema particolare.

Qui sopra potete trovare l’inci, per chi fosse interessato.

Qualche info tecnica: la Steamcream è Made in Japan, viene venduta solo nel formato da 75 ml e ha un pao di 6 mesi (che mi sembra decisamente troppo breve ma credo sia dovuto all’acqua presente al suo interno).

Come vi dicevo all’inizio, purtroppo Sephora non la vende più ma potete trovarla facilmente su Amazon.it (14-16 €), Lookfantastic.it (12-16 €). Anche il sito della casa madre Steamcream.com spedisce in Italia ma alle 14£ circa della crema dovete aggiungere le spedizioni che non sono proprio a buon mercato.

Avete mai provato la Steamcream? 🙂

Psp #71: February

1 . Derma Pure Clinic – Whitening booster mask: maschera koreana in tessuto che mi hanno letteralmente tirato dietro al Cosmoprof, contiene estratti di limone, arancia, riso e olio di semi di jojoba. Mi lasciano sempre stranita queste maschere “sbiancanti” perchè se è vero che nei paesi orientali hanno il culto della pelle diafana, da noi non è proprio così! L’ho trovata molto imbevuta e discretamente idratante.


La consiglio: si
La ricomprerò: no

2 . Sephora – Almoon foot mask: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

3 . Sunsilk – Crema ultra light senza risciacquo: maxi campioncino  che avevo in giro da tempo immemore. Un trattamento leave-in per rendere i capelli  più modellabili e fluenti.. siccome non amo i prodotti leave-in perchè mi appesantiscono troppo i capelli, l’ho usata come maschera lasciandola in posa e poi sciacquandola. Niente di eccezionale comunque, con un pessimo inci tra l’altro.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

4 . Cien – Refreshing facial wipes: salviettine struccanti per peli normali e miste con olio di mandorle, vitamina E ed allantoina, adatte anche a trucco waterproof. Le tenevo nella borsa della palestra per struccarmi prima della doccia: hanno sempre tolto qualsiasi trucco, longlasting o waterproof compresi. Ottime!

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

5 . ELF –  Liquid eyeliner argento: lo butto perchè si è seccato, ma non mi è mai piaciuto. Innanzitutto ha un pennellino per l’applicazione che non permette una stesura omogenea del prodotto, poi anche la consistenza non ha mai aiutato, troppo liquido!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6 . Wycon – eyeshadow base: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

7 . Sephora – Mascara outrageous curl: minitaglia di un mascara che promette volume e curvatura. Non mi è piaciuto perchè lo scovolino coi dentini non riusciva a separare bene le ciglia e le caricava con decisamente troppo prodotto, appesantendole!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

8 . Elgon Imagea –  Absolute shampoo hairtype 2: shampoo per capeli secchi, colorati e danneggiati. Contiene proteine di quinoa ed estratto di melograno, mentre è formulato senza sls/sles, parabeni, siliconi, petrolatum, peg nè cessori di formaleide. Non mi è dispiaciuto perchè non mi ha irritato il cuoio capelluto ma non mi ha neanche conquistata.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

9 . Lush – Gelatina da doccia Nightwing: gelatina da doccia di Halloween, a forma di pipistrello. Contiene succo di lime e aloe e il profumo ricordava tanto la coca cola 😀

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

10 . Mades – Temptation Pure hand&nail cream: crema mani che avevo comprato in Danimarca credo. Contiene estratto di liquirizia, olio di uva e burro di karitè. Mi ha accompagnata dall’inizio del’inverno e mi è piaciuta molto.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Bottega Verde – Burro corpo alle mandorle dolci: dal momento che ho scoperto tardi che i burri corpo sono decisamente troppo pesanti per la mia pelle, ho finito questo di BV come crema mani, complice il barattolino comodo da tenere in ufficio. Nonostante fosse un burro, non ungeva troppo la pelle e si assorbiva in fretta.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

12 . La corte dei sogni – detergente intimo alla calendula: un buon detergente, delicato, dalla consistenza “gellosa”. Trovato in offerta a credo 1€ da Caddy’s, se ricapita l’offerta lo riprenderò.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

13 . Viviverde Coop – shampoo delicato: contiene estratto i semi di lino e aloe, ed è davvero delicato sulla cute. Per renderlo ancora più delicato, lo diluisco nello spargishampoo. Lava bene e non contiene troppe schifezze, per me è promosso.

Tony Moly – Panda’s Dream So Cool eye stick

Dopo la crema-panda di Tony Moly (mia recensione qui), è venuta l’ora di parlarvi del piccolo contorno occhi che era ad essa abbinato nel set Panda’s Dream (questo).

Si tratta di un contorno occhi in stick, la cui confezione è quanto di più tenero e carino si possa immaginare: come risulta tutto sommato chiaro dal nome, si tratta di un piccolo panda *.*

La confezione è piuttosto semplice, esternamente è tutta in plastica rigida, il tappo si “stappa” (non c’è filettatura) e la base è rotante per permettere allo stick solido di fuoriuscire.

La stick è verde acqua, già solo questo mi aveva conquistata perchè è raro trovarne di colorati! Non ha un odore particolare e una volta applicato si percepisce un’immediata sensazione di freschezza.

Ora passiamo alle note dolenti della recensione.

Innanzitutto una pecca strutturale: lo stick di prodotto è incastonato nella base ma non risulta per nulla stabile, perchè applicandolo basta la sola pressione a contatto con la pelle per farlo stortare. Lo stick in sè è anche abbastanza morbido, il che non aiuta a fissarlo alla base e rende molto reale il pericolo di romperlo (il termine che volevo usare era “spatasciarlo” ma non so se è universalmente conosciuto ahahah).

L’altro grande problema a mio avviso è la quali totale inutilità del prodotto: dico “quasi” perchè è rinfrescante (dunque almeno un blando effetto defaticante c’è), ma una volta che si è finito di applicarlo su entrambi i contorni occhi e si va a picchiettarlo lo si trova .. sparito! E’ già stato completamente assorbito ma senza produrre alcun effetto. E allora cosa l’ho messo a fare?

Qui sopra potete vedere l’inci, che oltretutto fa un po’ pena.. Sigh.

Davvero un peccato, le premesse sembravano buone e la crema viso mi era piaciuta molto, ma questo contorno occhi proprio è iper-bocciato!

E’ disponibile in quest’unica versione da 9 grammi e viene venduta da Sephora a 10,90 €.

L’avete mai provato? conoscete i prodotti Tony Moly? 🙂

Sephora – Almond foot mask

Sapete che sono un’appassionata di maschere vero?

Oggi parliamo di una maschera infatti, ma non per il viso, bensì per… i piedi! Ormai anche i piedi hanno conquistato la loro parte di skincare dedicata, come dimostra il sempre crescente numero di prodotti per la loro cura.

Sephora ovviamente non è da meno e segue questo trend proponendo una vera e propria maschera di bellezza per i piedi.

La maschera si presenta sotto forma di calzino a doppio strato: esternamente c’è una pellicola impermeabile mentre all’interno un calzino di garza imbevuto di crema nutriente, contenente vari estratti vegetali tra cui cartamo, mandorla, mela, canna da zucchero.

Come potete vedere dal disegno presente sul retro della confezione, il procedimento di utilizzo è semplicissimo: si infila il calzino e si chiude attorno alla caviglia con l’apposita linguetta adesiva. Il tempo di posa suggerito è di 20 minuti, io stavo guardando un film quindi li ho tenuti più di un’ora… male non fa!

La sensazione è strana: infilando i piedi nel calzino si sente un po’ di freschino (d’estate devono essere una goduria!), poi ci si abitua e i piedi “fluttuano” immersi nella crema/gel che è presente in quantità considerevole.

E’ possibile camminare con addosso i calzini-maschera ma fate attenzione, potreste scivolare o rischiare di romperli. Io consiglio di mettersi sul divano e aspettare il tempo di posa desiderato, senza correre in giro per la casa 😉

Una volta sfilati i calzini-maschera ho massaggiato l’eccesso di crema sui piedi, l’ho fatta assorbire più che potevo e poi ho infilato le mie calze. Ho fatto questa maschera alla sera e la mattina dopo i miei piedi erano morbidissimi! Decisamente un ottimo risultato 🙂

Qui sopra potete vedere l’inci e scoprire con esattezza cosa contengono queste maschere per piedi.

La confezione non indica la quantità di crema contenuta nei calzini nè il pao, ragionevolmente dato che si tratta di un prodotto monouso…

Sephora ha in catalogo sia questa versione alla mandorla, emolliente e riparatrice, sia quella alla lavanda, rinfrescante e rilassante. Entrambe e versioni hanno un prezzo di 3,90 Euro.

Avete mai provato la maschere per piedi Sephora? 🙂