Caolion – Pore intensive soothing soap

Si vede che quando faccio le foto ne faccio per una decina di prodotti alla volta?!  Ironia sui miei sfondi monotoni a parte, oggi vi parlo di un prodotto di skincare di cui non si sente molto in giro, il Pore intensive soothing soap di Caolion.

Avevo comprato questo sapone per il viso da Sephora, allettata dalla travel size a prezzo abbordabile e dalla dicitura soothing, lenitivo. Infatti la mia pelle ogni tanto diventa intrattabile e si irrita per qualunque cosa.

Continua a leggere

Psp #77: August

1 . DM – Sun dance sensitive sonnenbalsam 30 spf: crema solare fattore di protezione 30, specifica per pelli sensibili. L’avevo iniziata lo scorso agosto quindi l’ho finita negli ultimi 2 mesi per prendere il sole sul balcone. Si spalma bene ma è molto bianca e purtroppo mi ha macchiato un paio di costumi. Non mi sono però scottata. Tuttavia, le creme che lasciano macchie non possono trovare la mia approvazione.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

2 . Olivella – Face&body soap: sapone liquido che ho portato a casa dal Cosmoprof. Contiene ingredienti naturali e olio d’oliva, è senza parabeni ed è dermatologicamente testato. Al mio fidanzato è piaciuto da impazzire (mi implora di comprargliene un altro), io invece l’ho trovato un po’ troppo sgrassante, la mia pelle tirava un po’ dopo l’uso.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: si

3 . Garnier Fructis – shampo secco Cucumber fresh: ennesimo shampo secco della mia collezione, questo contiene agenti purificanti ed estratto di cetriolo. Pulisce bene i capelli ma per me ha un grosso limite: l’odore. Se lo annusate “da chiuso” è fresco e leggero, ma quando lo spruzzate è talmente forte che attacca in gola.. arieggiate bene i locali! Per me è no.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Biomed – Body firmer: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

5 . Tony Moly – Maschera I’m Real al riso: queste maschere non finiscono mai. Continuo a ripetere la stessa cosa, sono belle fresche, troppo imbevute e non hanno alcun particolare effetto. Questa prometteva di ripulire la pelle. Mah!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

6 . Rituals – Shampoo Ritual of Sakura: avevo comprato da Sephora una box con dei prodotti in travel size di Rituals, per provare qualcosa del marchio. Questo shampoo nutriente contiene estratto di riso e fiori di ciliegio. Ha un inci pessimo, ma non mi ha creato fastidi con la dermatite, inoltre il profumo è fantastico!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

7 . Bath&Body Works – Shampoo white citrus: faceva parte del kit cortesia dell’albergo in cui avevo alloggiato a New York. E’ troppo piccolo per poter fare una recensione, però aveva un buon profumo e lavava bene.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

8  e 9 . Himalaya Herbals – dentifrici Complete Care e Sensi-Relief: due minitaglie che arrivano dal Cosmoprof. Quello rosa è specifico per denti sensibili e non mi ha creato fastidi, ma nemmeno l’altro in realtà. Hanno uno strano colore bianco-grigiastro ma puliscono bene e sono 100% vegetariani e senza parabeni. Potrei valutare l’acquisto della fullsize ma dipenda dal prezzo.

Li consiglio: si
Li ricomprerò: si

10 . Marc Jacobs – mascara mega lash volumizing: minisize thanks to Sephora. Separa bene le ciglia ma non ho visto alcun effetto volumizzante ad essere sincera.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

11 . Davines – maschera capelli The Wake-Up Circle: l’ho portata a Cuba per riparare i capelli che sarebbero stati stressati da mare e sole. Fa bene il suo lavoro, ha un buon profumo e contiene argilla viola ed estratto di rodiola. Devo informarmi sui costi della full size, è davvero un buon prodotto.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Bottega Verde – SOL spray protettivo capelli: altro residuo dell’anno scorso (ma non ha spf quindi siamo più clementi). E’ uno spray per proteggere i capelli dalle agressioni di sole, mare e vento. Contiene proteine del grano e betacarotene. Sono sempre scettica su questi protettivi, però è una coccola a cui non rinuncio.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

13 . Balea – Weisser Tee & Kirsche Maske: maschera alla ciliegia. Ha un buonissimo profumo e si assorbe mentre è in posa. Io comunque la risciacquo dal viso, che dopo l’uso appare morbido e nutrito. La mezza bustina permette 2-3 applicazioni.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

14 . Balea – Augen und lippenmaske: maschera per contorno occhi e bocca, che uso solo per gli occhi. é densa ma si assorbe, lasciando l’area di applicazione nutrita. E’ un buon prodotto ma la bustina è divisa in 4 mono-dosi, ciascuna delle quali però permette un numero incalcolabile di applicazione perchè basta veramente poco prodotto! Insomma trovo il formato poco pratico.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

15 . Eksperience – maschera idratante nutriente: contiene Aquamaris Complex, costituito dalle alghe chondrus&fucus insieme ad oligoelementi. Ha un odore strano e ungente, e non mi ha soddisfatta in quanto a nutrimento dei capelli. Anche questa arriva dal Cosmoprof.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

Lush festeggia la Festa della Mamma

Sapete che quest’anno la Festa della Mamma cade il 13 maggio?? io ovviamente non ero preparata all’annuncio e ammetto che ogni anno arrivo “al pelo” e sono costretta a cercare un regalo all’ultimo secondo.

Ma quest’anno si cambia! ho iniziato a ricevere comunicati stampa e newsletter a tema e mi sono detta che se li condividevo magari mi sarebbe venuta qualche idea da sfruttare personalmente ehehe

Partiamo con Lush! già sento nell’aria un profumino invitante… *.*

Gli spumanti da bagno sono uno dei prodotti Lush più divertenti a mio parere: basta sbriciolarne un pochino nella vasca e in men che non si dica si creano mille bolle soffici. Lush è sempre molto creativa nelle forme e negli anni abbiamo assistito a una sfilata di varietà sempre diverse… questa volta abbiamo, accanto ai classici spumanti (Mum in a Spin e Baa Bar), anche una novità.

Si tratta degli spumanti da bagno cremosi, che oltre a fare schiuma regalano un vero e proprio bagno nutriente di olii. I tre in foto sono Mother of Pearl, Citrus are doing it for themselves e Purple Drain.

Inoltre la forma a macarons li rende irresistibili!

Un prodotto che mi attira sempre in maniera veramente spropositata sono i saponi: nonostante poi ci metta secoli ad utilizzarli, il loro profumo e i decori mi fregano sempre XD In occasione della festa della mamma scopriamo delle nuove forme “a foglia” e decori inediti di fiori e frutti. Da sinistra in senso orario abbiamo Purple Loosestrife, le girandole di Rosebud, un classico Raspberry soap, Lemon Zest e le margheritine di Chamomile Lawn.

Le bombe da bagno sono un classicone: per la Festa della Mamma Lush ci propone una stellata Madame President (per ricordarci chi comanda), la supereroina Incredible Mum e il tenero fiore Mum, Look what I made you.

Questa tipologia di prodotto non è tra le mie preferite perchè non faccio il bagno molto spesso e, a differenza degli spumanti, è difficile trovare alle bombe da bagno un utilizzo alternativo. Però ammetto che sono sempre molto accattivanti.

Infine chiudiamo questa carrellata con gli outsider del gruppo: non manca mai un furoshiki, i foulard multiuso e riutilizzabili che possono essere usati come packaging, il gel doccia solido Antiope che prosegue la filosofia del no packaging e, ultimo ma non ultimo, il prodotto chicca.

Come l’ho visto me ne sono innamorata… come potrebbe essere altrimenti con quel musetto tenero? Honey Bear è un olio da massaggio a forma di muso di orsetto, per sciogliersi di coccole!

Cosa regalerete alle vostre mamme per la loro festa?  Prenderete ispirazione da Lush? 🙂

Natural scrub soap from Barcelona

DSC_5544

Ormai mesi fa, ad ottobre, io e Jesslan siamo andate in quel di Barcellona per visitare la città, fare tanto shopping e incontrare M.Elly. Una delle ultime sere, passeggiando sulla Rambla, ci siamo imbattute in una miriade di bancarelle ma una in particolare ci ha colpite: un signore vendeva saponi, scrub e altre cosine fatte da lui, totalmente naturali. La scelta era davvero ampissima, i colori vivaci e i profumi intensi ci hanno costrette a fermarci un buon quarto d’ora, annusare tutto e alla fine ci siamo portate a casa due prodotti: un sapone al gelsomino e un sapone scrub (poi li abbiamo smezzati, erano pezzi grossi).
Ecco la bancarella delle meraviglie:

20131027_191703

Oggi vi parlo quindi dello scrub: è un pezzo di sapone trasparente giallo canarino, contiene limone e rosmarino – vedete le foglioline scure? – e la luffa. La luffa è una spugna naturale vegetale, si ottiene dall’essiccazione di una particolare zucchina.
Il profumo è davvero buono, fresco, mi ha conquistata alla prima sniffata 😀
Ero davvero curiosa di provare l’effetto scrub della luffa, ne avevo già sentito parlare molte volte ma non l’avevo mai trovata in giro.

DSC_5550

Le mie aspettative non sono state deluse: la luffa è piuttosto rigida, infatti cerco sempre di usare questo sapone dopo averlo bagnato per bene per far ammorbidire la fibra vegetale. Le prime volte invece iniziavo subito a scrubbare e regolarmente mi ritrovavo la pelle graffiata XD Diciamo che non è delicatissima quindi se avete la pelle ultrasensibile non ve la consiglio. Se al contrario la vostra pelle non ha particolari problematiche allora il discorso cambia: l’effetto scrub è assicurato!

Sfortunatamente il venditore non aveva un negozio online nè un biglietto da visita, quindi è perso per sempre T.T
Tuttavia ora che conosco questa tipologia di prodotto non avrò problemi a ricomprarla se in futuro dovessi trovarla da qualche altra parte!
Avete mai utilizzato la luffa?? 🙂