Salon de Genève 2014: staff

Ultimo post sul Salone di Ginevra, un post decisamente fuori dalle righe e un po’ polemico.
Se ve li siete persi, trovate gli altri due qui e qui.

Premessa: lavoro come hostess e promoter da qualche anno, so come funzionano le cose qui da noi (perlomeno zona Milano) e soprattutto leggo gli annunci delle agenzie. Da noi il tipico annuncio standard richiede: bellissima presenza, altezza minima 175, taglia massima 42, inglese fluente e possibilmente conoscenza di un’altra lingua. Ah e ovviamente viene richiesta la scarpa col tacco.

Quando a Ginevra mi son trovata davanti le hostess dei vari stand ho avuto una reazione tra lo sconvolto e il divertito: ragazze più basse di me (io sono un decentissimo 171), taglia variabile e anche non così magre come richiesto da noi, belline di viso ma niente di eccezionale e soprattutto il 90% erano in ballerine. Evidentemente fornite insieme alla divisa perchè erano tutte uguali, quindi non è che una è arrivata coi tacchi e poi si è portata le ballerine da casa come cambio per quando avesse avuto i piedi a pezzi.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa di non trovare hostess (s)vestite al limite della decenza come purtroppo le manifestazioni automobilistiche ci hanno abituato… ma d’altro canto c’è da dire che a parte qualche mosca bianca le divise erano davvero bruttine, tristi, non donavano per nulla. Un tailleur classico sarebbe stato meglio!

Ecco qualche foto:

mix1

Parliamo degli orrendi pantaloni delle ragazze Audi, quel modello mortificherebbe anche il fisico di una modella!  Poi, non per essere cattiva ma la hostess in piedi Roding (ultima foto) proprio non me la spiego.

mix3

Ballerine, ballerine come non ci fosse un domani. Gli amici che erano con me (maschi) erano inorriditi XD Io più che altro mi chiedevo cosa fosse passato nella testa di chi ha deciso che le ragazze Land Rover dovessero vestirsi da contadinelle.. Non che i vestiti color senape della foto dopo fossero molto meglio.

mix2

Queste le salvo. Le migliori erano senza dubbio le hostess McLaren, col tubino nero e cintura dorata, fini ed eleganti. I vestiti bianchi (Fiat e Honda) vincevano nella loro semplicità.

Voglio mostrarvi anche i particolari di due scarpe (Lamborghini e Nimrod):

DSC_6262

Le prossime le ho notate perchè una era scalza, ok che sei dietro a un bancone ma se dietro non hai un muro dovresti evitare.. come dovresti evitare di metterti a 90  assumere pose troppo rilassate se hai un vestitino striminzito che lascia ben poco all’immaginazione. Devo sottolineare che i miei amici (maschi, ribadiamo) hanno trascurato il particolare delle scarpe.

DSC_6542

Concludiamo in bellezza, è davvero il caso di dirlo, perchè da Porsche c’era uno steward bellissimissimo. E’ stato soprannominato Bradley per via di una vaga somiglianza con Bradley Cooper XD Io molto casualmente l’avevo già incluso nelle mie foto, ma giuro, solo perchè era vicino alla nuova Panamera! (..non ci crede nessunoooo) Ma poi i miei amici mi han costretta a far la foto con lui, volevo morire ahahah

DSC_6323

 

E con questo post è davvero tutto per questa edizione del Salone di Ginevra! 😀

Salon de Genève 2014: beautiful cars

Visto che se no Jesslan si indispettisce, ho ribaltato la mia programmazione post e anticipato questo XD

Oggi vi mostrerò le foto di alcune automobili viste al Salone di Ginevra che secondo me meritavano molto. Ho dovuto selezionare tra le quasi 400 foto che ho fatto, tralasciando alcuni modelli belli ma che non sono riuscita a fotografare in modo soddisfacente. Non mi dilungherò con le descrizioni perchè già il post è chilometrico abbastanza 😉
Come sempre, click per ingrandire le foto!

Ferrari California T - Pininfarina
Ferrari California T – Pininfarina
Lamborghini Huracan
Lamborghini Huracan
Lamborghini Huracan
Lamborghini Huracan
McLaren  650S
McLaren 650S
Bugatti Veyron "Rembrandt Bugatti"
Bugatti Veyron “Rembrandt Bugatti”
Koenigsegg One:1
Koenigsegg One:1
Mitsubishi XR-phew concept
Mitsubishi XR-phew concept
Opel OPC extreme
Opel OPC extreme
Opel Monza concept
Opel Monza concept
Toyota Aygo
Toyota Aygo
Lexus RCF GT3
Lexus RCF GT3
Lexus LF-NX
Lexus LF-NX
Alfa Romeo 4C spider
Alfa Romeo 4C spider
Maserati Alfieri
Maserati Alfieri
Honda FCEV concept
Honda FCEV concept
BMW i8
BMW i8
chi ci sarà mai su questa DS3 Racing? :)
chi ci sarà mai su questa DS3 Racing? 🙂

Salon de Genève 2014: fashion & cars

Come molti di voi già sapranno, domenica 9  marzo sono andata a Ginevra per visitare il salone automobilistico che si tiene ogni anno in città; per me era la prima volta non solo lì ma anche per quanto riguarda questo genere di manifestazioni.
E’ stata una giornata bella ma stancante, avendo solo sei ore per girare tutti i padiglioni abbiamo dovuto correre e tralasciare qualche cosa.. il fatto di aver trascorso quasi metà del tempo nelle aree dedicate alle supercar e ai marchi di alta gamma è assolutamente un dettaglio X°°D  Ho in mente diversi post in merito, condensare tutto in uno sarebbe stato un delirio: oggi vi parlo di come un occhio attento può trovare particolari in comune tra il mondo delle auto e quello della moda 🙂
Vi ricordo di fare click sulle foto per vederle ingrandite, qui son piccoline!

orchid

All’interno di un’area espositiva separata si trovava una retrospettiva sulla più famosa corsa del mondo, la 24 ore di Le Mans: erano presenti venti automobili che hanno fatto la storia della corsa, ma io voglio soffermarmi sulla Jaguar XJR12 del 1991. Ebbene sì, il colore dell’anno, Radiant Orchid, vi saluta da Ginevra 😉 Aaah, la mia visione femminile fa capolino ogni tanto!

denimmix

Lo stand di Roding (costruttore tedesco di auto sportive leggere in fibra di carbonio) presentava due versioni del suo modello Roadster R1 con motore posteriore, tant’è che una aveva il cofano aperto a mostrare come ci stesse comodamente un paio di sci, sconvolgente! L’altra (foto sopra) mi ha colpito per il pattern della fibra di carbonio: non assomiglia alla trama del tessuto denim, usurato ad arte?

holo4

Ecco una delle macchine che più mi è piaciuta, la Lexus RCF GT3: mega spoiler a parte, ho trovato molto interessante il dettaglio dei disegni olografici che percorrevano la superficie della carrozzeria, formando la scritta rcf sul lato destro. Immediato il collegamento con gli smalti olografici che da qualche stagione sono protagonisti sulle nostre unghie! Ma stiamo per parlare ancora di smalti con la prossima vettura..

holomix

La speciale vernice di questa Audi RS6-R ABT mi ha conquistata: nera con luccichii multicolori e anch’essi olografici, davvero spettacolare! Quindi anche qui ho trovato una somiglianza con gli smalti holo, ma di tipo scattered (e non linear come quello del modello precedente). E’ un effetto molto più discreto rispetto a quello del decoro della Lexus.

stripper3

Il signor Gumpert avrebbe un mezzo infarto se vedesse questa mia stramba associazione, lo so XD Ma un momento, fatemi spiegare: la supercar nella foto è la Gumpert Apollo, una cosetta che fa 0-100 km/h in meno di tre secondi. La livrea scelta per esporla è argentata al centro e rossa metallizzata tutt’intorno.. peccato che questo tipo di metallizzato mi abbia ricordato, in meno di quei famosi 3 secondi, il materiale di alcuni vestiti prettamente clubwear XD Va bè diciamo che dopo questa posso anche chiudere il post, onde evitare di degenerare ulteriormente!

Fatemi sapere come vi è sembrato questo post diverso dal solito, ho cercato di rendere appetibile un argomento snobbato dalla stragrande maggioranza della popolazione femminile ma non so se ci sono riuscita 😀