Psp #85: April

1 . SimplePleasures – Honey almond scented bath fizzers: confezione da 3 bombe da bagno presa con i saldi da OVS. Carine, a forma di fiocco di neve bianco, ma una volta immerse nell’acqua si sciolgono senza particolari effetti speciali e non hanno nemmeno un profumo particolarmente intenso. Deludenti…

Le consiglio: no
Le ricomprerò: no

2 . Holika Holika – Pig nose clear black head 3-step kit: trattamento anti punti neri in 3 fasi, con 3 diversi cerottini da applicare in successione. Il primo sembrava un classico cerottino idratnte, il secondo si è seccato stile argilla (e che dolore rimuoverlo!), il terzo era talmente pieno di siero che non stava in posa. Tanta fatica per non vedere nemmeno un risultato…

Li consiglio: no
Li ricomprerò: no

3 . EO Laboratories – Micellar solution: ero convinta di aver fatto la recensione, invece era l’altra referenza del brand. Rispetto all’altra (qui), questa ha un profumo meno forte ma è ugualmente efficace. Purtroppo quest’anno al Cosmoprof abbiamo scoperto che il brand ha cambiato nome e non aveva il solito stand iper fornito, peccato, l’avrei volentieri ricomprata!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

4 . Balea – Kuchenseife: sapone a melograno, di colore rosso acceso, ha una consistenza gellosa e un profumo lieve. Non male, anche per il prezzo piccolo piccolo.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

5 . Testanera palette – shampoo secco: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

6 . Glam of Sweden – Collagen facial mask: maschera in hydrogel con collagene, arriva dal Cosmoprof 2018. Non male, tagliata non proprio precisissima ma dopo l’uso la pelle era visibilmente più morbida e compatta.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

7 . Lush – Chick’n’mix: bomba da bagno in tre parti, due che compongono l’uovo esterno e un ovetto interno. Colorano l’acqua e profumano un sacco, come sempre Lush non delude mai!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

 8 . Kocostar – Tropical Eye patch coconut: l’anno scorso al Cosmoprof avevo preso tre diversi patch occhi, questi sono al cocco. Purtroppo non si sentiva molto il profumo, ma sono sempre molto freschi da usare anche se non fanno miracoli.

Li consiglio: si
Li ricomprerò: no

9 . Balea – Spulung feuchtig-keit: balsamo idratante per capelli alla pesca al mango, un profumo buonissimo e l’ho trovato anche piuttosto efficace. Ero convinta fosse alla pesca e invece guardandolo al momento della scrittura del post ho scoperto che era al mango XD

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

10 . John masters organics – rose & apricot hair milk: campioncino di balsamo che risiedeva da troppo tempo nella scatola dei campioncini..  non mi è dispiaciuto e apprezzo l’inci verde ma non so se comprerei la full size, non mi ha convinta al 100%.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

11 . Ps…love this – Dischetti struccanti tondi: ogni volta che vado da Primark li prendo sempre perchè sono economici (solo 75 centesimi!), tanti, 100% cotone e soprattutto efficaci.

Li consiglio: si
Li ricomprerò: si

12 . Spa ceylon ayurveda – Hair nourishing balm: questo ampioncino arriva dal Cosmoprof 2017! L’aziend a è dello Sri Lanka e non è più venuta in fiera purtroppo. Si tratta di un cosmetico senza parabeni, paraffina, alcool. E’ a base di aloe, cocco, olio di oliva e altri estratti vegetali. L’ho trovato un po’ leggerino a dire il vero, però molto profumato.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

13 . Rizes – Nourishing hand cream: azienda greca, anche questo arriva dal Cosmoprof 2018 (quest’anno invece non erano in fiera), i prodotti sono tutti a base di olio di oliva. Questa crema mani mi è piaciuta, contiene anche aloe e si assorbe in fretta.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

14 . Greenland – Hand cream Papaya lemon: si vede che sto finendo i campioncini di creme mani?? XD Questa aveva un profumo spettacolare ed era molto nutriente. Assolutamente voglio prendere la full size.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

15 . Alta Natura Trichology Lab – Balsamo intensivo capelli grassi:  questo credo venga dal Sana 2018, ho una quantità spropositata di campioncini di questo brand. Questo balsamo contiene pantenolo, tronina, biotina e cocogliceridi di mango selvatico bio. Non mi è dispiaciuto ma non mi ha nemmeno colpita.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

16 . Hermes – Le Jardin de Monsieur Li: campioncino molto buono, avevo guardato la full size ma alla fine non mi ero convinta a prenderlo. Comunque si tratta di un profumo fresco e abbastanza durevole.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

17 . Bomb Cosmetcs – Dizzy Fizzy: quest’anno finalmente Bomb vendeva al Cosmoprof! ho preso 3 bombe a 10€ e questa era bianca con decori spiraliformi verdi e una caramella al centro. Profumava di lime e ha fatto un po’ di “frizzamento” quando l’ho immersa nell’acqua, però essendo bianca non ha ovviamente rilasciato colore.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

18 . Catrice – Eyeliner pen waterproof: UNA CIOFECA. Spero mi sia capitato il prodotto fallato o già aperto, ma non sono mai riuscita a farlo scrivere a dovere, la punta non era mai imbevuta bene.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

Cosmoprof 2018: i miei acquisti (e omaggi)

Dopo il primo post sul Cosmoprof, in cui vi ho raccontato un po’ quella che è stata l’esperienza di quest’anno (qui), è arrivato il momento di parlarvi un po’ dei miei acquisti (e di qualche omaggio particolarmente interessante).

Posso iniziare dicendo che mi ero prefissata un budget e che non l’ho superato – brava me! – e soprattutto che ho fatto degli acquisti piuttosto ragionati e non dettati dall’emozione del momento (più o meno..).

Inizio subito con la prima tappa fissa: lo stand Boutique Powered by Cosmoprof, che a fronte di una donazione di minimo 10 euro permette di scegliere 7 prodotti tra quelli messi a disposizione da diverse aziende. E’ un’iniziativa a cui è bello partecipare perchè l’intero ricavato viene donato all’Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori. Quest’anno, tra i prodotti che ho scelto, mi sono fatta incuriosire particolarmente dalla maschera nera per capelli di Novex e del sapone massaggiante di Helan.

Prima di partire per Bologna mi ero detta: “Quest’anno niente maschere che ne ho già seimila a casa”. CREDICI.

Alla fine ne ho comprate due in tessuto (una al tè verde e una contro i rossori), una in hydrogel al collagene e poi mi sono data ai patch: cinque patch occhi e uno labbra. Due per gli occhi li ho presi in uno stand estone che vendeva maschere giapponesi (…), mentre tutti gli altri, labbra compresi, sono di Kocostar.

Oltre a queste maschere ne ho portate a casa altre ma si tratta di omaggi… quindi non valgono ahahah.

Uno stand che amo particolarmente è Le Café de Beauté / EO Laboratories, è russo e ha prodotti di qualità che vende con sconti molto interessanti (3 prodotti a 10 Euro). L’anno scorso avevo preso degli scrub, mentre quest’anno mi sono data alle acque micellari (ben due) a cui ho aggiunto uno shampoo antiforfora con tea tree oil e propoli per il mio ragazzo.

Sempre perchè non mi si dica che compro solo per me, da Rizes ho comprato un balsamo da barba con olio di oliva e jojoba, a cui ho aggiunto una minitaglia di balsamo per capelli per me. Rizes è un’azienda greca, di Creta per la precisione, che è specializzata in prodotti contenenti olio d’oliva. C’erano tante confezioni multiprodotto a prezzi interessanti ma ho preferito limitarmi a questi due… magari l’anno prossimo proverò altro!

L’anno scorso ero stata attratta da California Mango, un’azienda appunto californiana che ha fatto del mango il proprio cavallo di battaglia; purtroppo non vendevano nè spedivano in Italia, ma il tarlo m’è rimasto per un anno intero. Quest’anno siamo capitate allo stand la domenica pomeriggio e stavano ormai imballando gli ultimi prodotti per andare via… siamo riuscite a farci vendere gli ultimi rimasti, e trattandosi di minitaglie da 15 ml l’una abbiamo speso veramente una sciocchezza (in foto, 3 prodotti a 1 Euro). Il prodotto è indubbiamente poco, vedremo se saprò farmi un’idea della bontà o meno del mango!

Questa foto rappresenta gli unici prodotti di make up in senso stretto che sono venuti a casa con me. Di comprato in realtà c’è solo l’ombretto di Paola P: è un ombretto in polvere pressata waterproof (colorazione Swimming) che ha una consistenza che forse definirei cream-to-powder. L’ho già provato e mi sta piacendo molto.

Gli altri prodotti sono di Kryolan e mi sono stati omaggiati dopo aver partecipato alla seduta di trucco personalizzato: due rossetti (uno matt e uno sheer), un eyeliner liquido e un illuminante in gel.

Infine una carrellata di omaggi vari, a titolo esemplificativo: da Elgon abbiamo ricevuto alcuni prodotti Imagea incluse alcune novità, da Erbario Toscano ho avuto il piacere di ricevere il docciashampoo nella mia profumazione preferita, poi abbiamo delle minitaglie di detergenti viso di Himalaya, una maschera per capelli di Davines a cui era abbinato lo shampoo, l’hair mist di Nashi Argan, il sapone all’olio d’oliva di Olivella (che il mio fidanzato adora follemente), un gel igienizzante mani al cioccolato e alcuni prodotti Bioline tra cui questo gel cryoactive che mi sarà molto utile quest’estate.

Ho voluto farvi un post dedicato per riuscire a farvi vedere un po’ più nel dettaglio alcuni prodotti che ho comprato e ricevuto al Cosmoprof… conoscevate già tutti i brand? vi incuriosisce qualcosa in particolare? raccontatemi 🙂

Cosmoprof 2018: ecco com’è andata

Questo post ha avuto una genesi un po’ lunga: sono tornata domenica sera e non mi sono ancora del tutto ripresa dalla sfacchinata di proporzioni epiche che è stato questo Cosmoprof!

Come l’anno scorso posso (qui il mio post) direi che mi sono divertita un sacco, ho camminato tantissimo e ho accumulato un bagaglio di nuove conoscenze (…e prodotti, ça va sans dire!) piuttosto rilevante. Ho rivisto brand conosciuti lo scorso anno ma ne ho anche scoperti di nuovi.

Tra le riconferme, il nostro amore per Kocostar è rimasto immutato, ogni anno la foto con le loro maschere è d’obbligo! poi lo stand dei russi Eco Laboratorie, che propongono tantissimi prodotti sfiziosi a prezzi stracciati.

Tra le nuove scoperte, Omorfee, un brand indo-tedesco dedito al bio e ai pack in legno; Mor, un brand australiano dalle profumazioni paradisiache; e poi anche le paladine dei prodotti a base di olio d’oliva, l’italianissima Olivella e la greca Rizes.

Per quanto riguarda l’esperienza in sè e il viaggio, anche quest’anno io e le mie compagne Franci, Marty, Jess e Fefy abbiamo vissuto l’odissea dei taxi dalle code infinite, ma siamo state più furbe sulla scelta degli ingressi/uscite e abbiamo perfino trovato il tempo per un aperitivo prima della ripartenza.

Abbiamo vissuto la fiera in modo forse un po’ diverso, senza l’ansia di vedere tuttotuttotutto ma concentrandoci sui padiglioni a noi più congeniali. Abbiamo perfino investito un’ora abbondante (che nell’economia fieristica è tanto) per partecipare a una make up session con Kryolan, brand professionale che conoscevo per sentito dire e che ho finalmente potuto provare su di me.

Siamo riuscite anche quest’anno ad entrare al Cosmoprime, area sempre più blindata con security ad ogni porta, in cui si nascondono le ultimissime novità in campo cosmetico, sia in fatto di brand, sia per quanto riguarda i prodotti (Foreo Ufo vi dice nulla?). Ci eravamo prenotate per la Powderful Experience, un laboratorio in cui è stata creata una palette di polveri in esclusiva per il Cosmoprof, e abbiamo potuto portarne a casa con noi un esemplare, un vero gioiellino!

E dunque anche quest’anno è andata. Ci si lascia e si torna a casa, ognuna nella propria città, con la consapevolezza che ci si rivedrà l’anno seguente, forse prima, chissà.

Perchè è un’occasione troppo bella per rinunciarvi, due giorni immerse nel magico mondo della cosmesi che ci lasciano appagate, stanche ma felici 🙂