Psp #74: May

1 . DM Sun Dance – Après pflege schaum (schiuma doposole): review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

2 . Sephora – Aloe vera hand mask: review e inci qui.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

3 . Fresh&Clean – Salviettine Milleusi: classiche salviettine rinfrescanti che uso a pole per ripulire velocemente la pelle dalla magnesite. Sono comode perché la confezione chiusa le mantiene imbevute più a lungo (a parte quest’ultima confezione che era difettosa e non si chiudeva bene… ma di solito sono ottime).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

4 . Petit Jardin – Mousse corpo vellutante: arricchita con fiore di loto e papavero, olio di mandorle dolci e collagene marino. La profumazione è delicata ma la texture è un po’ troppo pesante per i miei gusti.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

5 . Givenchy – Ange ou demon le secret: campioncino di profumo, troppo dolce per me. Bocciato.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6 . Project – eye pencil: la usavo come matita per sopracciglia nonostante avesse dei microglitterini dorati (che non si notavano però). Buona durata e colore intermedio che andava bene un po’ tutto l’anno. Avevi letto il mio post sulle matite per sopracciglia? Lo trovi qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Bottega Verde – latte corpo Limone e Agrumi: due bustine di campioncini, profumazione un po’ chimica e poca idratazione. Mi pare fosse un’edizione limitata. C’è di meglio!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Lush – Sparkly pumpkin: spumante da bagno di Halloween (..si lo so, le tempistiche..) a forma di zucca arancione ricoperta interamente di glitter oro. Fa una bella schiuma soffice e colora l’acqua di arancione. I glitter non rimangono sulla pelle, che però acquista una morbidezza incredibile!

La consiglio: si
La ricomprerò: no

9 . Fria – Salviettine intime con salvia e menta: preferisco questa confezioni piccole da 10 da tenere in borsa, poi in generale una marca vale l’altra. Queste non mi hanno esaltato perché il profumo di menta è davvero troppo forte (e a me la menta non piace!).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: no

10 . Kiko –  Color-up long lasting eyeshadow n°10: matitone ombretto di un discreto color rosato/malva, che fungeva benissimo da base per altri ombretti. Si è seccato senza possibilità di rimedio ma comunque era quasi finito, l’ho usato davvero tanto. Era un’edizione limitata ma ogni tanto questo tipo di prodotto viene riproposto in diverse colorazioni.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Kiko – Longlasting stick eyeshadow n°7 (beige dorato): un ottimo compagno di make up, resistente anche come base. È davvero finito e medito di ricomprarlo. Qui un mio post su questi prodotti Kiko.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Kiko – Metal Light eyeliner: eyeliner liquido metallizzato verde bosco di una limited edition di mille anni fa. L’ho usato fino alla fine, non si è seccato! Aveva una tenuta favolosa, peccato si struccasse spezzettandosi. Potete vederlo in azione qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

13 . Peter Thomas Roth – Cocumber gel mask: maschera in gel di un bel colore verdino trasparente, molto rinfrescante e ad azione detox grazie ad una serie di estratti naturali. Mi è piaciuta, fa parte di un trio di minisize in vendita da Sephora.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

* * *

Avete provato qualche prodotto tra questi che ho finito a maggio?? 🙂

 

Le mie matite per sopracciglia

_dsc9756

Oggi parliamo di matite per sopracciglia.

Ammetto che è forse un paio d’anni che ho iniziato a sistemarmi le sopracciglia come Dio comanda, grazie al boom che i prodotti per questa parte del viso hanno avuto negli ultimi tempi. Specifico, le ho sempre spinzettate per tenere sotto controllo la forma ma non avevo l’abitudine di usare prodotti specifici per il trucco.

Ora utilizzo diverse matite per definirne meglio la linea e riempire alcuni buchetti, soprattutto nel sopracciglio sinistro, e ho pensato di condividere con voi alcuni pensieri in merito.

Innanzitutto una premessa: delle mie attuali cinque matite in uso, solo una è specifica mentre le altre sono comunissime matite marroni per occhi. La spiegazione di base è semplice e poco fashion: quelle matite se ne stavano inutilizzate nell’armadio perchè per un motivo o per l’altro non riuscivo a usarle sugli occhi (colore poco visibile, mina poco scrivente).
Utilizzandole ho però scoperto che dopotutto questo loro utilizzo di riserva aveva i suoi vantaggi: mi permette di avere una gamma cromatica che si adatta a tutte le stagioni e agli eventuali cambi di colore dei capelli, o ancora che si armonizza meglio col resto del make up che decido di giorno in giorno di applicare.

dsc_5304

1 – Wet’n’wild – eyebrow pencil n.3: è l’unica ‘vera’ matita per sopracciglia, di conseguenza ha un tratto ceroso e più resistente. E’ anche la più scura che ho perchè l’avevo comprata quando avevo fatto i capelli neri e all’epoca il brand non era ancora così conosciuto in Italia (sì, è vecchia ma ancora perfettamente funzionante).

2 – Avon – kajal: non è più in produzione ma è stato un prodotto importante, erano matite kajal singole (come questa) o a doppia punta e io usavo kili di kajal nero. Questa è stata un esperimento, è bronzata, ma sulla palpebra e nella rima interna scriveva veramente poco. Essendo bronzata ha dei riflessi chiari e quindi l’ha utilizzo maggiormente in estate quando mi si schiariscono naturalmente i capelli. Non è particolarmente resistente.

3 – Project (Upim) – eye pencil: il brand non credo esista più, era venduto all’Upim. Anche questa matita è bronzata ma il tratto è più intenso e resistente rispetto a quella Avon quindi la utilizzo un po’ tutto l’anno. Dona un effetto tutto sommato naturale alle sopracciglia, applicata non si nota molto l’effetto ‘luccicante’.

4 – L’Oreal – Contour khol eyes n.133: altro prodotto non più esistente (credo), mi era stato regalato ma non l’avevo mai usato perchè sulla palpebra scrive zero. E’ un marrone di media tonalità lievemente metallizzato e la mina piuttosto dura lo rende perfetto per le sopracciglia. Resiste bene e l’effetto è naturale.

5 – Sephora – crayon yeux: era parte di una mega palette Sephora, insieme al altre matite occhi. E’ un marrone scuro, nettamente più caldo del Wet’n’wild, totalmente opaco. Ha una discreta resistenza e la utilizzo soprattutto d’inverno o in trucchi che richiedono un maggiore grafismo delle sopracciglia.

Ditemi, vi capita di usare matite occhi sulle sopracciglia? o vi affidate solo ai prodotti specifici? Aspetto di leggere le vostre opinioni nei commenti 🙂

Dramatag “My top 5 sunny-cheek products”

DSC_7232

Rispondo solo ora a questo Dramatag di settembre scorso.. Drama lo descrive così:

Parliamo di quei prodotti per il viso che ci danno subito l’idea di estate, prodotti che preferiamo usare proprio in questa stagione.

Mi sembra che la mia tempistica non sia così sbagliata dai XD
I miei prodotti prettamente estivi sono:

1. Un ombretto color rame dai riflessi metallici, che con l’abbronzatura è la morte sua, serve davvero poco per fare un trucco che mi doni con quel colore! Questo è di MAC.

2. Un blush rigorosamente ‘coralloso’, meglio se illuminato da pagliuzze dorate, come Hot Mama! di The Balm, non ringrazierò mai abbastanza la mia amica Vale per avermelo regalato ❤

3. Un bronzer, che snobbo tutto l’anno e che tiro fuori giusto in estate. Questo è Solar Power di Madina e a volte lo uso direttamente come blush, ha un colore che si presta bene.

4. Ho incluso un altro blush, questo è della L.E. Vintage District di Essence. Ha una base pesca mat e una copertura rame metallizzato, molto sottile per la verità, al di sotto della quale troviamo un colornrosa antico scuro. Il riflesso metallizzato che dà una volta prelevati i colori insieme è davvero adatto per illuminare il viso abbronzato.

5. Un gel corpo dorato scintillante (questo è Project), principalmente per il decolletè. E’ uno di quei prodotti che vengono riproposti tutte le estati e in realtà servono poco.. ma chissà per quale motivo ne siamo attratte XD

DSC_7233

Summer wedding make up

Sabato scorso si è sposata mia cugina e ci tenevo a farvi vedere il trucco che ho realizzato per l’occasione. Ho voluto riprendere i colori del vestito, composto da un top doppiato in pizzo fucsia e una gonna al ginocchio più lunga dietro con una fantasia fiorata nei toni dominanti del fucsia, arancio e petrolio.

DSC_7209

Ho dapprima steso il primer occhi di Essence (che ho dimenticato di includere nella foto), poi ho fatto la sfumatura arancione con la Technic Electric e un color ruggine della megapalette Sephora, aiutandomi con lo scotch per avere un taglio netto. Sulla palpebra mobile ho usato il fucsia rossastro sempre della Technic Electric e ho illuminato l’angolo interno con qualcosa che onestamente non ricordo, credo il pigmento Essence cotton candy. Ho portato la sfumatura arancio verso l’interno dell’occhio e ho rifinito e illuminato con dune della Sleek Ultra Matts. Nella rima interna ho usato una matita bianca, sotto l’occhio ho invece sfumato il color petrolio della Sleek Sparkle2, blue spruce. Ho tracciato una bella riga d’eyeliner e usato un mascara waterproof, indispensabile se si prevedono lacrimucce 😉 La base era semplicissima: cipria trasparente per opacizzare (ma non ha potuto nulla contro il caldo) e blush corallo illuminato da pagliuzze dorate.

DSC_7213

Lista prodotti

Viso:

Essence: all about matt! Compact powder
The Balm: Hot Mama! Blush

Occhi:

Sleek: Sparkle 2 (blue spruce)
Sleek: Ultra Matts (dune)
Technic Electric Beauty palette
Project: matita bianca
Kiko: ultimate pen long wear eyeliner
N.6: aqua volume mascara
Essence: I love stage eye primer
Essence: pigmento n.11 cotton candy

DSC_7212

Per concludere una foto dei miei sandali Caovilla, sembravano fatti apposta per quel vestito! Poi mia cugina aveva espressamente chiesto agli invitati di indossare qualcosa di luccicante, quale migliore occasione per sfoggiare la decorazione di colorati Swarovski scintillanti? 🙂

Hues of You: White | with Jesslan

Nono appuntamento in collaborazione con la cara Jesslan! 🙂 per questo mese abbiamo pensato al bianco, colore invernale che fa subito pensare alla neve.. neve che, qui da me, non ha ancora deciso di palesarsi, uffa!!

DSC_6010

DSC_6012

Vi parlo subito del ‘pezzo forte’: il pop touch mascara di Shaka. Un mascara bianco è davvero inusuale ma io sono irresistibilmente attratta dalle cose strane e quindi eccolo qui 😉 E’ effettivamente difficile da abbinare proprio per l’effetto che crea ma io lo adoro. Possiedo tre ombretti di questa tonalità: uno compatto dal finish lievemente perlato,  uno longlasting in crema di Arianna e uno in polvere libera di ValentinaD (mia review qui), davvero luminoso. L’unica matita che ho è di Project ed è davvero scriventissima e matt. Qui sotto vi metto gli swatch in ordine come ve li ho descritti e una proposta trucco.

con flash
con flash
senza flash
senza flash

DSC_6015-2
Per quanto riguarda gli accessori non ho nè borse nè scarpe di questo colore ma unicamente due paia di orecchini, un paio crochet con strass acquistati in vacanza l’estate scorsa e un paio di perle a lobo, classicissime.

DSC_6016

Anche nell’abbigliamento son piuttosto scarsa, l’unica cosa che associo al bianco sono le camicie, che metto quasi esclusivamente sotto ai tailleur da lavoro.. non sono tipa da camicia io XD Tra l’altro parlando di lavoro, spero di ricominciare ad andare a Malpensa da marzo, appena finisce la sessione di esami.. so che è strano ma mi manca, io adoro stare in aeroporto 😀

20131112_113625

E con questo è davvero tutto, vi ricordo di passare a vedere il post di Jesslan e vi do appuntamento al mese prossimo!

Jesslan’s giveaway :)


Ecco il premio che ho ricevuto partecipando al giveaway di Jesslan! 🙂

Me lo ha consegnato personalmente, e abbiamo così avuto modo di conoscerci andando in giro per negozi nel centro di Milano.

Ovviamente la ringrazio di nuovo e non vedo l’ora di provare tutto quanto!! 😉

Beauty purchases

Ecco cosa ho comprato ultimamente, beh diciamo negli ultimi 2 mesi 😀
Dato che sono ancora senza macchina fotografica, per un pò vi sorbirete delle *bellissime* foto dal cellulare!


Dunque:  dalla Essence ho preso un eyeliner in gel viola scuro, un ombretto in crema nero con brillantini (collezione Circus Circus), una matita-ombretto marrone (coll. Legends of the sky), da Kiko non ho resistito davanti a uno smalto verde acqua (n.342)  e a un eyeliner verde scurissimo (in saldo);  all’Upim ho comprato un rossetto Project bordeaux scuro e un mascara Deborah. Infine c’è un rossetto rosso acceso della MNY  e un altro mascara di Astra.


Qui sopra potete vedere l’eyeliner, ovviamente devastato dal pennello XD, e l’ombretto in crema con i suoi glitterini dorati. Negli swatches (in fondo al post) noterete come sono diversi una volta stesi! Sull’eyeliner nulla da dire, scrive bene e dura molto; l’ombretto invece è un pò fuffo: è difficile trovarne uno nero che scriva come si deve, e questo non fa eccezione! Una volta applicato è poco pigmentato e se si prova a rincarare la dose si rischia di asportare quanto già sulla palpebra -.-  Oltretutto l’applicazione è problematica, nel senso che è impensabile usare un pennello o un applicatore a spugnetta, l’unica soluzione è il dito 🙂

 

Questi sono gli scovolini dei due mascara: mentre quello di Astra è piuttosto normale, quello di Deborah è costellato di ‘puntine’ e percorso da una striscia elicoidale per tutta la sua lunghezza (ho cercato di regolare la foto per metterlo bene in evidenza, spero si noti un pochino!)

Il mascara di Deborah è l’Absolute Hi-Tech, e promette di volumizzare, allungare e definire: io e e mie ciglia stupide crediamo che definisca e faccia il suo lavoro da mascara, ma di volume e allungamento non ne vediamo molto!
Ha una consistenza più liquida del normale (l’ho preso apposta) ed non appesantisce troppo le ciglia (il mio problema principale).

Il mascara Astra è invece definito ‘Nero Intenso: mascara extra volume’, e anche qui il volume non so dove l’abbiano visto; tuttavia non è quello il motivo per cui l’ho preso, ma è invece la formulazione liquidosa..si, sono covinta che se un mascara è liquido mi fissi meglio la piega del piegaciglia 🙂 sono strana io? può darsi XD
Comunque questo costava sui 3-4€, quello Deborah sui 10€ o giù di lì.


Eccoli tutti swatchati: ho fatto del mio meglio per rendere i colori fedeli al vero, ma non ci sono riuscita del tutto ç.ç
I due eyeliner scrivono bene ma sono molto scuri: indossati tendono al nero, vi assicuro! Quello Kiko è mooolto liquido, c’è da diventar matti a metterlo perchè una seconda passata asporta la prima.
L’ombretto doppio Essence è meraviglioso: la parte più spessa ha dei glitterini finissimi, e una volta sfumato nemmeno si notano, mentre la punta fine è matt. E’ un bel marrone scuro, perfetto per l’angolo esterno dell’occhio 🙂
L’ombretto nero come vedete  non è particolarmente coprente, però ha dei bei riflessi 🙂 Sono riuscita a utilizzarlo sopra a un altro ombretto in crema, e in questo modo si stende meglio e resiste di più.
I due rossetti: il primo non è corallo XD è un rosso che tende al fuxia! e il secondo è un pò meno fuxia che nella foto, e sulle labbra è piuttosto scuro.

Per quanto riguarda la durata, devo dire che struccandomi la mano con un latte detergente normalissimo è venuto via tutto, ad eccezione degli eyeliner, per cui è stato necessario sfregare per bene! Ergo, sugli occhi meglio usare un bifasico, a meno di non voler scartavetrarveli per 5 minuti 😉

Project quad eyeshadow

Project: forse vi sarà capitato di vedere questa marca nei corner beauty dell’Upim!  Si tratta di un brand di fascia bassa, che come prezzi è inferiore perfino a Kiko.. ma essendo meno famosa  fa spesso super ribassi 🙂

Ecco quindi che questa palettina l’ho pagata l’esorbitante cifra di 2,97€ contro i 12€ iniziali XD

I colori sono ‘classici’: pesca, marrone, e due variegati marrone/oro, tutti glitterati 🙂


Questa foto è il risultato di vari tentativi di beccare il colore più realistico possibile degli ombretti… bè comunque, i due in mezzo sono i ‘variegati’.. uno è molto più scuro dell’altro, anche se dalle cialdine non sembrava XD

Ho provato un giorno a truccarmici e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta, hanno una buona durata e non se ne vanno in giro per mezza faccia (come alcuni ombretti glitterati)… consigliati! 🙂