Psp #82: January

1 . I Provenzali – olio di semi di lino: c’è stato un tempo in cui questo olio era il non plus ultra del settore ecobio, e volete che io non l’abbia comprato? Poi ho scoperto che sui miei capelli non faceva un gran effetto, ed è rimasto inutilizzato per molto tempo. Sono finalmente riuscita a finirlo come olio togli-ceretta sulle gambe.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

2 . Elgon Green – Imagea essential shampoo hairtype 1: gel shampoo con estratto di riso viola del Laos, specifico per capelli naturali, fini e grassi. Mi è piaicuto, lava bene e non mi ha creato particolari fastidi alla dermatite.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3 . Rituals – Sensational foaming shower gel Ritual of Sakura: faceva parte di un set comprato da Sephora, contiene latte di riso e fiori di ciliegio.  E’ un bagnoschiuma in mousse che però è un po’ strano… nel senso che dall’erogatore esce semi-liquido e poi si gonfia. Non mi ha convinta, il Balea è molto più performante! Il profumo però è buono.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Balea – Hydrogel gesichts maske: maschera in hydrogel con pizzo all’interno. Contiene estratto di alghe e acido ialuronico. E’ divisa in due parti, fronte-naso e poi guance-mento, aderisce bene al viso. La sensazione è rinfrescante ma dopo l’uso non ho notato grandi cambiamenti.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

5 . Testanera Palette – shampoo secco: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

6 . Alfaparf – maschera ristrutturante: contiene olio di semi di lino e Urban Defence Pro, un attivo in grado di proteggere la fibra del capello dagli agenti inquinanti. Buon profumo, lascia i capelli morbidi.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Balea – Feuchtigkeits maske: maschera viso in crema, con acqua termale ed estratto di alghe marine. L’ho trovata discretamente idratante e anche rinfrescante. Le maschere in crema di Balea hanno su di me più o meno tutte lo stesso effetto, quello che di solito le rende spettacolari è il profumo, che però in questo caso era quasi impercettibile.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

8 . Lush – Gelatina da doccia Santa’s Belly: mi piacciono sempre tanto le gelatine da doccia, e questa non fa eccezione, Faceva parte della collezione natalizia, era rossa e speziata.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

9 . Mac – Mineralize skinfinish light plus: cipria minerale leggermente colorata, l’avevo acquisita in una “adozione cosmetica”. Uniforma il colorito e fissa il trucco, ma non opacizza quanto mi sarei aspettata.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

10 . Revolution – mascara: questo mascara arriva dal Cosmoprof 2017. Mi è piaciuto, bello fluido e molto nero, districa bene e dà un effetto naturale.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

11 . Sensurè – salviettine struccanti viso & occhi 3 in 1: anche queste mi sa che arrivano dal Cosmoprof. Hanno ben tre azioni poichè struccano, detergono e rivitalizzano. Le ho trovate efficaci e delicate. Sono comode in viaggio perchè è una confezione mini da 10 pezzi.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

12 . Cien Nature – crema mani Calendula: gentile omaggio del Sana 2018. Non avevo provato nulla della linea bio di Cien (da Lidl). Contiene olio di semi di girasole, olio di oliva, burro di karitè ed estratto di camomilla. L’ho trovata un po’ pesante e scivolosa, ma nutriente.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

13 . Rizes Crete – Hair conditioner: balsamo greco con estratto di oliva e proteine del grano, senza parabeni. L’ho comprata al Cosmoprof 2018 per testare qualche prodotto del marchio. Mi duole ammetterlo, ma non mi ha esaltato perchè non l’ho trovato abbastanza nutriente.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

TAG: se avessi 100€ da spendere da MAC?

Ringrazio Francimakeup che mi ha taggata per rispondere alla domanda del secolo: cosa compreresti da MAC con 100€? In verità si fa abbastanza presto a raggiungere tale cifra, ma tenterò di contenermi nel budget stabilito XD

E’ doveroso citare anche le ideatrici originarie del tag, cioè Hornitorella e Passionmakeup89.

Ammetto di non avere una conoscenza approfondita del marchio, conosco più che altro ciò di cui ho letto review online negli ultimi anni; in negozio sono andata solo due volte o tre e dati appunto i prezzi non proprio economici non mi sono mai interessata più di tanto.

Favim.com-cranberry-eyeshadow-girly-mac-makeup-215530Ombretti: Sketch e Cranberry. Ne ho sentito tanto parlare, il primo più scuro è un perfetto  colore da piega, il secondo è uno di quei colori che mi fa sempre dire wow. Sicuramente avrò qualcosa di simile nel mio stash ma chissene XD

18€ + 18€ = 36

mac prepPrep + prime per labbra: questo primer mi ha sempre incuriosita, pare faccia durare molto i rossetti e renda le labbra belle lisce cosicchè nemmeno l’applicazione dei matt farà più paura. Sarà vero?

18€

mac chiliRossetti: MAC è famosa soprattutto per questi cosmetici, io stessa ne ho ben due. Sono molto inflazionati, forse troppo, ed è per questo che nella realtà non penso per ora di comprarne altri. Ma siccome stiamo sognando, beh sceglierei questo, Chili, un rosso scuro di tutto rispetto.

19€

mac 217

 

E per finire, l’osannatissimo pennello 217 per sfumare di tutto e di più sugli occhi. No davvero, son curiosa di capire perchè tutti lo venerano come un Dio. Ma di certo non lo compro di mia spontanea volontà, considerato il prezzo XD

25€

Quindi se la matematica non è un’opinione: 18+18+18+19+25= 98€ totali, coi due restanti ci prendo un gelato! 😀
Non taggo nessuno, se qualcuna vuole farlo me lo linki poi ^^

 

 

Spring pastel make up

Di nuovo a parlare di primavera e di make up, forse sono un po’ fissata?

L’altro giorno stavo notando una cosa interessante, e cioè come in certi periodi tante case cosmetiche se ne escano con collezioni concettualmente e visivamente molto simili tra loro. Non importa se siano low cost o marchi blasonati, sembra che a volte l’originalità vada in vacanza! L’anno scorso, per fare un esempio, in occasione dei mondiali di calcio in Brasile, Pupa e Kiko misero sul mercato due collezioni il cui concept era praticamente identico (lo vedete qui).

In primavera poi la cosa è ancora più evidente: tutti a lanciare make up dai famigerati toni pastello. Famigerati perchè io li odio particolarmente, sono tonalità che mi stanno piuttosto male XD Rosino, verdino, giallino, azzurro chiaro… aiuto.

pupa-sporty-chic

mac is beauty

Essence-unforgettable-kiss-Come potete vedere, la fantasia regna sovrana… un po’ come i giornali di moda che con l’arrivo della primavera ci propinano fantasie floreali in ogni dove, spacciandole per la novità dell’anno.  Anche Miranda Priestley disapprova.

miranda

 

TAG: Addicted to blush #blushfiend

Sono stata nominata. E si parla di blush.. preparatevi! #blushfiend vuol dire Assatanata di blush! Anche Carl qui sotto guarda i blush con occhi languidi… XD

DSC_7755

Ringrazio la dolce Misato (che leggo sempre ma non commento mai, sono una bruttissima persona) che mi ha pensata, d’altronde se si parla di roba da mettersi sulle guance è abbastanza scontato eheh
Come tutti i tag ha le sue regole:
– citare chi ti ha taggato
– citare chi l’ha inventato, l’australiana Kat di Kitsch snitch
– citare chi l’ha tradotto, Claudia di Ava’s World

What colour blush suits you the most? Qual è il colore di blush che ti dona di più?

Oh questa è facile: di sicuro il pesca ma in generale i toni caldi!

Pressed/cream/loose blush? Blush pressato, in crema o in polvere libera?

Fino a poco tempo fa avrei detto pressato, senza se e senza ma… ora non disdegno anche i cremosi, mi danno un po’ più da lavorare per evitare le antiestetiche chiazze ma son carini. Vade retro polvere libera invece!!

DSC_7742

Favourite shimmery blush? Qual è il tuo blush shimmer preferito?

Kiko Sun Bronzing Blush n.03 beyond coral. Faceva parte della limited edition City Summer (2012) e mi aveva talmente conquistata che l’avevo comprato appena uscito. E’ composta da tre colori, un corallo, un borgogna e un beige/pesca illuminante.

Favourite matte blush? Il tuo blush matte preferito?

Max Factor comprato a Berlino, si tratta del Miracle Touch n.18 soft cardinal. E’ in crema e ha una texture favolosa, si sfuma benissimo ed è piccolo, cosa da non sottovalutare nei viaggi 😉

Favourite cream blush? Il tuo blush in crema preferito?

Senza ombra di dubbio il Sublime Touch di Madina, nel colore délice. E’ un rosa antico che vira al pesca, principalmente mat anche se dalla cialda sembrerebbero esserci degli sbrillini che poi si volatilizzano XD

DSC_7745

Favourite drugstore blush? Il tuo blush preferito fra quelli più economici?

Questa categoria è molto variabile, vado a periodi. In questo momento mi sento di citare un blush di Shaka, ne erano usciti tre in una collezione camouflage. Mi era piaciuto l’accostamento di tonalità fredde a una più calda, il risultato è un mix modulabile e molto naturale.

Favourite high end blush?

Qui “high end” lo prendiamo con le pinze perchè mi rifiuto di spendere più di 20 euro per un prodotto di cui possiedo già numerosi esemplari (come sono saggia, si vede che sto invecchiando XD). Per cui rimanendo all’interno di questa fascia non posso non citare Hot Mama! di The Balm, che tra l’altro mi è stato regalato *gongola*. E niente, è bellissimo.

Biggest blush disappointment/regret? Qual è la maggiore delusione o rimpianto in tema blush?

MAC, primo acquisto del marchio e sublime delusione. E’ solar ray, un mineralize blush uscito con la collezione Heavenly Creatures (2012). Bellissimo in cialda ma difficilissimo da prelevare.. e sulla pelle lascia più che altro sbrillini. anche Santa Temptalia l’ha bocciato con un laconico C+… Ne avevo già parlato qui.

Per quanto riguarda il rimpianto… mmm… ah si! un Kiko della l.e. dell’estate scorsa Life in Rio. Aveva un packaging bellissimo e di tutte le varianti mi piaceva quella con l’illuminante verde acqua, mischiando i due colori si otteneva una sfumatura stupenda.

blush

Best blush packaging? Qual è il blush con il miglior packaging?

Ri-cito The Balm, è impossibile rimanere impassibili con tutte quelle confezioncine vintage! Le grafiche che usano mi piacciono davvero tanto.

What’s on your blush wish list? Quale blush hai nella tua wishlist?

Buona domanda. Quello della l.e. Cinderella di Essence mi attirava ma poi l’ho lasciato lì. Diciamo che ormai ce ne vuole prima di stupirmi e convincermi all’acquisto. Direi che un buon candidato è Classic dei Liquid Tech Blush di Nabla, anche se i blush liquidi mi inquietano sempre un po’. Oppure i blush a cuore di Too Faced.. e di MakeupRevolution!

Number 1 holy grail blush? Qual è il santo graal di tutti i blush?

Secondo me è il blush che non esiste XD Nel senso che è quello che possiede tutte le caratteristiche migliori, prezzo compreso: pigmentazione, resa, durata… E’ un po’ il mix di tutti i miei blush!

E veniamo ora ai tag: Jesslan, Francimakeup e drama’n’makeup. E poi chiunque voglia aggiungersi! 🙂

Psp #31: November

DSC_7615Questo mese non è andata male, anzi!

1. Bottega Verde – maschera ravviva colore 3 in 1 (rosso rubino): [scriverò la review prossimamente!!] ho voluto provare questa maschera perchè era scontata del 50%, dico la verità XD Una confezione mi è durata 2 applicazioni ma avrebbe potuto farne tre, ho un pò abbondato. Mi è piaciuta, dà un bel colore rosso esattamente come quello mostrato sulla confezione -> vi ricordo che io parto da capelli hennati, lì prende benissimo, sui capelli castano scuro naturali si vede poco

DSC_7616

La consiglio: si
La ricomprerò: si

2. Testanera Palette- shampoo secco per capelli fini e sfibrati: è forse la seconda volta che lo ricompro, funziona bene come gli altri che ho provato.

DSC_7617

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3. Bioearth Hair – shampoo normalizzante per capelli grassi e pesanti: shampoo ecobio certificato ICEA con olio di malaleuca e estratto di rosmarino. Da un campioncino non si può certo trarre chissà che opinione: lava bene, però non mi è piaciuto l’odore, troppo forte!

DSC_7618

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4. Essence – rossetto n.52 in the nude: ALLELUJAAAA! è finito finalmente. Non mi è piaciuto, il colore su di me era sbagliatissimo, effetto ‘labbra cadavere’. In più anche il finish troppo cremoso non mi ha soddisfatta.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

5. Equilibra – shampoo anti-caduta fortificante: con aloe, argan e cheratina, senza sles e sls. Lava bene, NON districa, non irrita il cuoio capelluto ma l’effetto fortificante io non l’ho visto. Insomma, uno shampoo abbastanza normale.

DSC_7619Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6. Nivea – maschera anti stress Pure&natural: fa parte di una confezione con 2 monodosi separate, questa è la prima. In realtà con una ‘monodose’ io ho fatto ben 3 applicazioni, boh. Mi è piaciuta, lascia la pelle bella idratata!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

7. MAC – zoom lash: finalmente un mascara se n’è andato, anche se campioncino. Questo di MAC ha iniziato a piacermi verso la fine, quando il prodotto all’interno si è un pò addensato, allunga bene e separa le ciglia.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

8. Elie Saab – scented body lotion: crema corpo associata al profumo (buonissimo). Non mi ha esaltata, era liquidissima e l’odore fin troppo persistente; inoltre il potere idratante era scarso..

La consiglio: no
La ricomprerò: no

9. Aquapil – gel detergente: minisize che mi hanno rifilato in farmacia insieme a una maschera e una crema idratante. Questo detergente in gel contiene dei microgranuli blu che dovrebbero esfoliare, io però ho notato che l’unica cosa che facevano era scappare in giro per la faccia senza combinare granchè XD

DSC_7621

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

 

Make me blush

DSC_7434

Qualche giorno fa mi son messa a riordinare  il mio stash cosmetico e ho riunito tutti i blush. Io soffro di blushite compulsiva e mi aspettavo di possederne un numero tendente a +∞ .. invece ho scoperto di averne sì tanti ma meno di quanti pensassi XD Ho quindi uozzappato Jesslan per farle vedere e le ho chiesto lei come fosse messa! Insomma alla fine abbiamo deciso di scriverci un post.

Dopo averci pensato un po’ su ho deciso di presentarveli dividendoli per tonalità, ad esclusione di quelli in crema che ritengo facciano una categoria a sè. Comincerei proprio da questi.

DSC_7435
Essence: blush gelée della limited edition Vampire’s Love. Complicato da sfumare, l’effetto macchia è sempre in agguato. L’ho imparato ad apprezzare in caso di bisogno di altissima tenuta (tipo sotto il casco).
Kiko: pure pleasure creamy blush n.06 firebrick twist. Me l’ha regalato proprio Jess, è un colore inusuale per me, trovo sia molto invernale.
Be Chic: blush cremoso gote&labbra. Faceva parte di un set, è molto delicato e naturale.
Madina: Revolution sublime touch blush n. 65744 délice. Anche questo dà un effetto naturale.
Beauty Collection: blush. In allegato a non so più che rivista, sembra scuro ma in realtà è assolutamente sheer e modulabile.
Max Factor: miracle touch creamy blush n.18 soft cardinal. Comprato a Berlino, ha ottime prestazioni.
Kiko: glow touch lips&cheeks n.02 icy watermelon. Me l’ha regalato Chiara di Claire Louise Oxford, ha un profumo biscottoso!
Maybelline: dream bouncu blush n.20 peach satin. Me l’ero fatta portare dagli Usa, è soffice e delicato.
NYX: rouge cream blush n.08 hot pink. Longlasting, il colore molto acceso costringe a sfumarlo molto bene.

DSC_7437

Kiko: sun bronzing blush n.03 beyond coral. Mi aveva colpito così tanto che quando era uscito l’avevo preso a prezzo pieno! I tre colori permettono di dosare l’intensità del colore senza problemi.
W7: make me blush Zara. Comprato a Londra, è un bel corallo prepotente e ne basta proprio poco!
Essence: Vintage District blush . Pensavo fosse bicolore invece ce n’è un terzo nascosto sotto al dorato.
The Balm: hot mama! Eh, èbbbello e in fin dei conti delicato.
Sleek: blush n.926 rose gold. Acquistato anche lui a Londra, è un colore davvero stupendo!
Astra: fard cotto seta pura n.05. Uno dei più vecchi, usatissimo.

DSC_7438

Shaka: fard camouflage. una polvere multicolore che dà un bell’effetto luminoso.
MAC: mineralize blush Solar ray. La componente dorata è dominante, lo definirei quasi un illuminante!
Catrice: defining duo blush n.030 pink grapefruit shake. Interessante la combinazione di una parte matt e una shimmer.
Bottega Verde: fard cotto. Faceva parte della limited edition Tropical Rhapsody, è un po’ troppo polveroso per i miei gusti.
L.A. Girl: blush Just pinched. L’ho usato davvero poco ed è un peccato, il colore è un bel rosa acceso.

DSC_7439

Nouba: blushon bubble n.48. Era un errore, volevo un ombretto rosso e, da inesperta del make up (anni fa!) non mi sono accorta di aver preso un blush. Va beh, in fin dei conti è un bel colore.
Sleek: blush by 3 n.365 flame. Comprata quest’anno a Lisbona grazie a un megasconto Sephora. Il primo colore è utilizzabile come bronzer, col secondo non ho ancora fatto amicizia (è un rosso matt), il terzo è ordinaria amministrazione 😉
Markwins International: un duo blush+highlighter preso a Barcellona, la parte borgogna è molto bella.

E basta! Da tutto ciò si deduce che: 1)quando viaggio porto a casa solo blush e 2)no shimmer no party! 😀

Voi come siete messe a blush?? fatemi sentire meno sola..

Celebrity Look: Katy Perry – with Imor Malia

Dopo due mesi di stop io e Imor Malia siamo riuscite a riprendere in mano la nostra rubrica in collaborazione! Oggi vi proponiamo le nostre interpretazioni del look che Katy Perry sfoggia nel video Dark Horse (avevo già parlato di quel video in questo post, ricordate?).
La mia collega ha scelto una nail art a tema, io mi sono cimentata col make up 🙂 Qui il suo post!

Immagine2

Ed ecco la mia versione (al contrario, mi sono accorta dopo XD ) :

DSC_7417

DSC_7420

Per iniziare ho steso il primer occhi e successivamente il matitone bianco perlato Shaka. Per ricreare i tre colori sulla palpebra mobile mi sono avvalsa della palette Technic Electric Beauty mentre nella piega ho sfumato un marrone rosato di Madina. Per illuminare la parte alta della palpebra ho invece utilizzato un rosa carne di Essence. Ho definito le sopracciglia con un’apposita matita di Wet’n’wild e infine con l’eyeliner nero ho disegnato tutti i ghirigori intorno agli occhi. Stendiamo un velo pietoso sull’imprecisione delle linee dato che non solo disegnare sulla palpebra (che ovviamente è curva) non è semplice, ma giustamente la punta dell’eyeliner ha anche deciso fosse il momento buono per iniziare a seccarsi… Sulle labbra ho voluto utilizzare Rebel di Mac.

DSC_7424

DSC_7400 - Copia

Ecco cos’ho usato:

Viso
W7 – tea tree concealer
Wet’n’wild – eyebrow pencil n. 3

Occhi
Essence – I love Stage primer
Shaka – maxi matita occhi  n. 01
Deborah Milano – absolute hi-tech mascara
Technic Electric Beauty palette
Madina – 684 velvet in the flesh
Essence – n. 22 blockbuster
Kiko – ultimate pen long wear eyeliner

Labbra
Mac – Rebel

DSC_7429

E anche per questo mese è tutto, io e Imor Malia vi diamo appuntamento a Ottobre! 🙂

Dramatag “My top 5 sunny-cheek products”

DSC_7232

Rispondo solo ora a questo Dramatag di settembre scorso.. Drama lo descrive così:

Parliamo di quei prodotti per il viso che ci danno subito l’idea di estate, prodotti che preferiamo usare proprio in questa stagione.

Mi sembra che la mia tempistica non sia così sbagliata dai XD
I miei prodotti prettamente estivi sono:

1. Un ombretto color rame dai riflessi metallici, che con l’abbronzatura è la morte sua, serve davvero poco per fare un trucco che mi doni con quel colore! Questo è di MAC.

2. Un blush rigorosamente ‘coralloso’, meglio se illuminato da pagliuzze dorate, come Hot Mama! di The Balm, non ringrazierò mai abbastanza la mia amica Vale per avermelo regalato ❤

3. Un bronzer, che snobbo tutto l’anno e che tiro fuori giusto in estate. Questo è Solar Power di Madina e a volte lo uso direttamente come blush, ha un colore che si presta bene.

4. Ho incluso un altro blush, questo è della L.E. Vintage District di Essence. Ha una base pesca mat e una copertura rame metallizzato, molto sottile per la verità, al di sotto della quale troviamo un colornrosa antico scuro. Il riflesso metallizzato che dà una volta prelevati i colori insieme è davvero adatto per illuminare il viso abbronzato.

5. Un gel corpo dorato scintillante (questo è Project), principalmente per il decolletè. E’ uno di quei prodotti che vengono riproposti tutte le estati e in realtà servono poco.. ma chissà per quale motivo ne siamo attratte XD

DSC_7233

Tag: the Lip Product addict

Altro giro, altro tag!  ..sto decisamente recuperando tutti quelli che ho indietro 😛
Ho letto che è stato ideato da Essiebutton e Amelia Liana.

1. Prodotto preferito per la cura delle labbra? Direi uno scrub che preparo quando le mie labbra sono in stato disastroso: miele con un pizzico di zucchero di canna. Ma anche il miele da solo rende le labbra liscissime!

2.  Miglior rosso acchiappasguardi? Viva Glam I di MAC. Per quanto mi secchi le labbra da morire c’è da dire che un matte riesce a farsi notare con eleganza!

3. Miglior rossetto di lusso & migliore economico? Lusso: Rebel di MAC, è davvero confortevole una volta indossato. Economico: il glam lipstick aqua luxe di NYX, che avevo recensito qui.

4.  Miglior rossetto MAC? eh ne ho due, la scelta è facile XD Rebel!

5. Il più deludente? Essence n.52 in the nude. E’ un colore che mi sta malino, dura poco e mi distrugge le labbra a lungo andare.

6.  Matita labbra, si o no? Se devo indossare un rossetto bello deciso la matita è imprescindibile, sia per delimitare le labbra con precisione che per aumentare la durata del rossetto soprastante.

7.  Miglior gloss? Quelli di Stila, senza alcun dubbio.

8. Something extra! Nei mesi estivi metto in frigor i rossetti più ‘morbidi’ per evitare che si deformino per colpa del caldo.. funziona! 😉

20140712_135819