Yes or No?

Mi rendo conto che ultimamente vi propongo spesso questa rubrica ma… quando vedo certe scempiaggini non so resistere e devo parlarne con qualcuno.

Come saprete se mi seguite da un po’, apprezzo molto Furla e possiedo diverse borse di questo marchio. Tuttavia nessuno è perfetto e anche i brand più seri ogni tanto se ne escono con qualche trovata assurda.

Oggi vi presento l’ultima versione e rivisitazione del modello Metropolis: si chiama Metropolis Oxygen e si caratterizza per colori pop e forme morbide. E’ realizzata in PVC gonfiabile, come si evince anche dalle immagini della campagna promozionale in cui galleggia sull’acqua.

Costa la bellezza di 140 euro ed è disponibile in diverse tonalità.

La mia perplessità è: ma se si buca, possiamo ripararla con la colla e le toppe che si usano per riparare i materassini da mare?? XD

Yes or No?

Per quanto io adori le borse Furla, ho sempre nutrito forti dubbi sulle loro calzature, che molto raramente incontrano il mio gusto. Proprio di un modello Furla parliamo quest’oggi.

Si chiamo Vittoria ed è un’espadrillas con suola mista in corda e gomma, mentre la tomaia è in camoscio colorato bordato in pelle. I lacci che si stringono attorno alla caviglia sono rimovibili. E’ disponibile anche con tomaia in raso stampato, senza lacci.

Dal mio punto di vista le cose che non vanno sono essenzialmente due: la prima è il modello espadrillas, ma ammetto che è un mio limite dato che proprio non apprezzo questa tipologia di scarpa, che mi sembra sempre una ciabatta. La seconda è quell’orrenda suola  bi-materiale, come la buon vecchia Prada aveva già sperimentato anni fa.

Il problema principale è però appunto il rialzo piatto (nel senso, non rialzato nella parte del tacco), che fa assomigliare la scarpa a un ferro da stiro, non la fa flettere e perciò rende la camminata un filino pesante. Questo genere di scarpe ha anche un nome, coniato per l’occasione: flatform, derivante dall’unione di flat (piatto) e platform (zeppa).

Voi cosa ne pensate delle cosiddette flatform???

Nel caso ve ne foste innamorate, le trovate sul sito Furla e nei negozi a 160 Euro (camoscio) / 180 Euro (raso).

New In: november shopping!

PhotoGrid_1384374533780

Come non iniziare dalla nuova palette del mio cuore?? 2,99€ di puro colore, da Douglas, un vero peccato lasciarla là. I colori sono sgargianti, verissimo, ma se abbinati con criterio a tonalità più scure e sobrie rendono vivace un look totalmente portabile.

PhotoGrid_1384969142930

Ecco l’ombretto di cui vi parlavo qui: un bianco perlato luminosissimo di Arianna, marca italianissima e low cost. Io l’ho scovato da Eurolandia (i ‘vecchi’ negozi Tutto-a-1-€) a 2€ e c’erano otto diversi colori. Ho appena iniziato a usarlo ma vi dico già che mi sta piacendo 😀

20131120_190617

Alla fine sono passata da Bottega Verde a vedere la nuova collezione natalizia e un rossetto in stick è venuto a casa con me, nella variante ciclamino. La commessa mi ha omaggiata di una miriade di campioncini 🙂

IMG-20131031-WA0003

Ultimi, ma non per importanza, due acquisti che ho fatto a Malpensa, tutti quei negozi (e lo sconto aeroportuali) mi hanno tentata e hanno avuto la meglio su di me XD Questo bauletto di Furla mi ha conquistata per la sua semplicità: un modello eterno, senza tempo, immune alle mode; in vera pelle, ben rifinito e di un colore per me passpartout, il nero. Era disponibile in varie tonalità, tra cui uno splendido corallo e un ciclamino, molto belli ma decisamente meno sfruttabili!

PhotoGrid_1385047536849

L’altro acquisto cui vi accennavo un paio di righe sopra è questo braccialetto di Cruciani, modello Universo C, in verde smeraldo (in foto è un pò falsato): era uno sfizio che volevo togliermi da tempo ma ero troppo pigra per cercare il negozio a Milano.. capitandomi sotto il naso a Malpensa non ho più avuto scuse XD

Furla neon bags

Ebbene si, ragazze mie, qui è appena iniziato il caldo estivo e già si parla di collezioni autunnali! XD

Tutti questi colorini fluo di Furla però mi hanno messo allegria, quindi ho deciso di fare un salto ‘nel futuro’ per mostrarveli! 🙂 La collezione di cui ci occupiamo ha infatti come filo conduttore proprio i colori squillanti, segno che non è una tendenza destinata a morire dopo l’estate!

Ritroviamo le Candy Bag, ormai presenti da diverse stagioni sul mercato, ma anche gli altri sono modelli ‘vecchi’, semplicemente rivisitati con tutto questo colore 🙂   A me non dispiacciono, e a voi?