Le ciabattine della discordia

L’altro giorno passeggiavo per il centro guardando distrattamente gli ultimi saldi, quando mi sono imbattuta nel negozio Primadonna che esponeva gli ultimi coloratissimi rimasugli dell’estate.

Una ciabattina ha subito attirato la mia attenzione, perchè ricordavo di averla già vista in una delle newsletter periodiche di un noto brand calzaturiero. Ma siccome la memoria inganna, ho fatto una foto e una volta arrivata a casa ho verificato… ricordavo bene!

Ora, sappiamo tutti che i brand low cost si ispirano spesso e volentieri ai modelli delle grandi case di moda, ma a volte l’ispirazione è talmente palese che diventa copia a tutti gli effetti.

In questo caso, entrambe le ciabattine hanno una fascia anteriore sfrangiata su cui si innesta una decorazione a catena dorata; inoltre la soletta è decorata a righe colorate di tessuto/rafia.

Ovviamente una *piccola* differenza sta nel prezzo: entrambe in saldo, 225€ la versione Casadei (qui), circa 10€ quella di Primadonna.

Vi piace questa tipologia di ciabattine? quale versione comprereste? 🙂

Talk about: Lace-up flats

lace up

Eccoci di nuovo ad un post – discussione: l’argomento che oggi vi propongo sono le ballerine coi lacci / stringhe, anche chiamate lace-up flats.

Ultimamente spopolano sui social, instagram in primis, e i brand dimoda si sono adeguati… colossi del low cost compresi! D’altronde è cosa buona e giusta poter approfittare di un trend senza dilapidare uno stipendio.. e se l’anno dopo non useremo più quei capi ci sentiremo meno in colpa XD

Ordunque, queste ballerine sono anche carine, vezzose e potenzialmente si prestano a diversi abbinamenti. Cosa mi perplime quindi?

Se come me avete il 40 di piede, o giù di lì, capirete bene il problema… già la ballerina in sè è rischiosa, l’effetto pinna è dietro l’angolo, ma signore mie, queste sono A PUNTA. Non c’è scampo. Vietate alle over-38 (di piede). Tristezza, grazie.

Ma ditemi che ne pensate!! 🙂