Psp #71: February

1 . Derma Pure Clinic – Whitening booster mask: maschera koreana in tessuto che mi hanno letteralmente tirato dietro al Cosmoprof, contiene estratti di limone, arancia, riso e olio di semi di jojoba. Mi lasciano sempre stranita queste maschere “sbiancanti” perchè se è vero che nei paesi orientali hanno il culto della pelle diafana, da noi non è proprio così! L’ho trovata molto imbevuta e discretamente idratante.


La consiglio: si
La ricomprerò: no

2 . Sephora – Almoon foot mask: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

3 . Sunsilk – Crema ultra light senza risciacquo: maxi campioncino  che avevo in giro da tempo immemore. Un trattamento leave-in per rendere i capelli  più modellabili e fluenti.. siccome non amo i prodotti leave-in perchè mi appesantiscono troppo i capelli, l’ho usata come maschera lasciandola in posa e poi sciacquandola. Niente di eccezionale comunque, con un pessimo inci tra l’altro.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

4 . Cien – Refreshing facial wipes: salviettine struccanti per peli normali e miste con olio di mandorle, vitamina E ed allantoina, adatte anche a trucco waterproof. Le tenevo nella borsa della palestra per struccarmi prima della doccia: hanno sempre tolto qualsiasi trucco, longlasting o waterproof compresi. Ottime!

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

5 . ELF –  Liquid eyeliner argento: lo butto perchè si è seccato, ma non mi è mai piaciuto. Innanzitutto ha un pennellino per l’applicazione che non permette una stesura omogenea del prodotto, poi anche la consistenza non ha mai aiutato, troppo liquido!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6 . Wycon – eyeshadow base: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

7 . Sephora – Mascara outrageous curl: minitaglia di un mascara che promette volume e curvatura. Non mi è piaciuto perchè lo scovolino coi dentini non riusciva a separare bene le ciglia e le caricava con decisamente troppo prodotto, appesantendole!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

8 . Elgon Imagea –  Absolute shampoo hairtype 2: shampoo per capeli secchi, colorati e danneggiati. Contiene proteine di quinoa ed estratto di melograno, mentre è formulato senza sls/sles, parabeni, siliconi, petrolatum, peg nè cessori di formaleide. Non mi è dispiaciuto perchè non mi ha irritato il cuoio capelluto ma non mi ha neanche conquistata.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

9 . Lush – Gelatina da doccia Nightwing: gelatina da doccia di Halloween, a forma di pipistrello. Contiene succo di lime e aloe e il profumo ricordava tanto la coca cola 😀

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

10 . Mades – Temptation Pure hand&nail cream: crema mani che avevo comprato in Danimarca credo. Contiene estratto di liquirizia, olio di uva e burro di karitè. Mi ha accompagnata dall’inizio del’inverno e mi è piaciuta molto.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Bottega Verde – Burro corpo alle mandorle dolci: dal momento che ho scoperto tardi che i burri corpo sono decisamente troppo pesanti per la mia pelle, ho finito questo di BV come crema mani, complice il barattolino comodo da tenere in ufficio. Nonostante fosse un burro, non ungeva troppo la pelle e si assorbiva in fretta.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

12 . La corte dei sogni – detergente intimo alla calendula: un buon detergente, delicato, dalla consistenza “gellosa”. Trovato in offerta a credo 1€ da Caddy’s, se ricapita l’offerta lo riprenderò.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

13 . Viviverde Coop – shampoo delicato: contiene estratto i semi di lino e aloe, ed è davvero delicato sulla cute. Per renderlo ancora più delicato, lo diluisco nello spargishampoo. Lava bene e non contiene troppe schifezze, per me è promosso.

Hues Of You: grey&silver | with Jesslan

Nuovo appuntamento con la rubrica Hues of You in collaborazione con Jesslan! Oggi ci occupiamo di due colori facenti parte della stessa famiglia: grigio e argento 🙂

1012640_10151591287624934_709459364_n

16714_10151251954399934_1629706477_n

Partiamo dagli accessori: impensabile non citare il mio braccialetto Ops objects grigio a pois rosa *.* Grigio è poi il colore dell’acciaio, e allora ecco un classico braccialetto Nomination, quello in foto è stato il regalo che ho scelto per i 18 anni, ormai qualche anno fa 🙂 Infine l’argento vero e proprio, col mio claddagh irlandese che ormai mi accompagna da cinque anni!

DSC_6169

Non ho borse grigie ma argento sì, borse da sera nello specifico: sono due pochette molto diverse, una di raso con fiocco e l’altra glitterata con chiusura gioiello (di Carpisa). Le ho usate pochino, solitamente preferisco il nero, ma questa rubrica è stata l’occasione per recuperarle e ricordarsi della loro esistenza eheh

DSC_6168

Nei miei makeup il grigio e argento non ricorrono molto, in favore rispettivamente del nero e dell’oro.. ma ovviamente  qualcosa ho trovato, ne dubitavate?! XD In foto potete vedere un ombretto stay all day di Essence (steel the show) che ho recensito qui e che potete vedere in azione qui; subito dietro il peggior eyeliner della storia, di Elf, con un pennellino indecente e una formulazione orrenda. Di Kiko ho un long lasting stick eyeshadow n.02 (review qui) e la twinkle eye pencil n.06 (review qui). Possiedo anche una matita automatica di Yamamay Beauty (review qui) e un matitone ombretto argento glitter di Colors&Beauty.

995427_10151600587849934_1726987305_n CIMG1902

SAMSUNG

Scarpe!! Qui presento tre paia di sandali argento, all’appello mancano un paio di decolletées grigie scamosciate ma mi son dimenticata di far le foto XD I primi, quelli con la zeppa di sughero e corda, sono di ConTè-Biella Scarpe, i secondi col tacco altiiissimo e le pietre azzurre sono di Baldinini (santo outlet!) e gli ultimi sono di Motivi, e hanno un tacco decisamente ragionevole di 9 cm 😀 Dico sempre che preferisco l’oro e invece son piena di scarpe argento, quando si dice la coerenza! XD

Con questo è tutto, vi ricordo di correre da Jesslan a leggere il suo post e vi do appuntamento al prossimo mese!

Handmade Brush Cleanser

Ciao a tutti! Oggi vi insegno come preparare un brush cleanser per pulire i pennelli da trucco.
La ricetta l’ho trovata su non so più quale sito tempo fa, comunque è facile, veloce e a costo zero, dato che avrete bisogno di ‘ingredienti’ che di sicuro avete già in casa! 🙂

  Occorrente:

1/2 bicchiere di alcool
1 bicchiere di acqua
1 cucchiaio di balsamo senza risciacquo
1/4 di cucchiaio di detersivo per piatti
1/2 cucchiaio di shampoo delicato

Ovviamente queste sono le dosi di partenza, se volete farne di meno basta fare le proporzioni dovute 🙂

Ora dovete semplicemente unire tutto e mescolare bene; il balsamo probabilmente farà fatica a sciogliersi, ma con una shakerata prima dell’uso si risolve il preoblema senza troppi drammi. 🙂

Il vostro brush cleanser è pronto!! ^^

Il procedimento di pulizia è uguale a quello di un qualsiasi altro  prodotto simile: io di solito ne verso un pò su un doppio strato di scottex e poi ci passo i pennelli, delicatamente, per far si che scarichino il colore accumulato sulle setole. Una volta ripetuto con tutti i pennelli, li metto ad asciugare in orizzontale su di una mensola, lasciando che la punta penzoli fuori dal ripiano.

Già che parliamo di pennelli, voi quali usate? Avete qualche marca da suggerire o da sconsigliare?
O conoscete altre ricette per brush cleanser? ditemi 😀

ps. questi sono i miei: Avon, E.L.F., H&M, Kiko e qualche smarcato 🙂

Nail polish collection


Dopo la mia collezione di ombretti, oggi vi mostro la mia valanga di smalti, sono davvero troppi XD

Nelle prossime foto ve li mostrerò più nel dettaglio, ma mi sono accorta che non ho incluso gli strass/cuoricini/stelline/fiorellini da applicare, che vedete però qui sopra, nella confezione tonda 😀


Partiamo con i notissimi Kiko: ben 16! che vergogna XD
Quelli che ho usato di più sono l’argento, il marroncino glitter, il rosa glitter e l’arancione ^^


Qui abbiamo: due smalti di Colors&Beauty (il dorato lo adoro e fa molto peridot, e ce l’ho da anni eheh), uno cangiante di H&M, un viola metallizzato, tipo duochrome argento di Wet’n’Wild (mezzo finito, l’ho usato tantiiiiissimo), il simil-nouvelle vague di ELF, il crack top coat e un duochrome viola-oro di Debby e infine due smalti Riveel.


Qui abbiamo il reparto Essence: il finto magnetico, il matt-top coat, un topper sbarluscicosissimo (che rogna tirarlo via però!!), un verdone, uno smalto per nail art argento glitter, un duochrome(o meglio trichrome) verde-blu-viola e un rosso.
Ci sono poi 4 intrusi, che arrivano da una mega trousse, di non so nemmeno che marca XD


Infine, un duochrome azzurro-oro (la foto fa schifo -.-) di Deborah, uno smarcatissimo preso a Malta blu con glitter (quanto sudi a toglierlo!), un Collistar bordeaux, e i quatttro Layla: il magnetico (che funziona alla grande), un rosso strafigo e i due della Glossybox di gennaio (viola metallizzato e rosso) – prima o poi farò un post su quella glossy, prima voglio provare tutto per bene! 😀

Abbiamo anche il reparto nail care: una base sbiancante della Rimmel, un base coat Bottega Verde, le goccine asciugasmalto di Essence e una penna-colla sempre di Essence.

Che post lungo che è venuto! se siete arrivate fin qui, raccontatemi dei vostri smalti! 😀