Le ballerine pelose di Repetto

Beh, innanzitutto… BUON ANNO! Ricominciamo la pubblicazione e la prima cosa che vorrei farvi vedere e di cui vorrei discutere con voi è un paio di scarpe.

Durante queste vacanze natalizie stavo passeggiando per il centro di Como, in una ventosissima e freddissima giornata, quando in una vetrina mi imbatto nelle ballerine della foto sopra.

Conoscerete tutti senz’altro Repetto, storico brand di ballerine (e non solo), ma sono convinta che le ballerine pelose vi mancavano!

Si tratta del modello Cendrillon, con sottopiede in pelle di pecora bianca, fodera in tela di cotone ecrù e suola esterna in cuoio di culatta (la parte migliore del pellame, è con questa che si possono fabbricare suole resistenti). La tomaia all’esterno è ricoperta di pelliccia ecologica bordeaux, e sul davanti campeggia il classico fiocchetto.

Di certo attirano l’attenzione, dato che sembra di avere addosso delle pantofole da casa e non delle fini ballerine…

Ma ditemi, voi spendereste 225 euro per delle ballerine in ecopelliccia? Se si, potete acquistarle comodamente dal sito ufficiale qui. 🙂

Fur is nice… EcoFur is far better!

Rieccomi con un post più allegro del precedente, infatti come non esserlo parlando di shopping? 🙂

Vorrei parlare oggi di una tendenza di quest’inverno, vista anche sulle passerelle più recenti, e che in realtà è un evergreen: la pelliccia.

Prima che schiere di animalisti mi friggano nell’olio bollente ci tengo a precisare che io sono abbastanza contraria alla pelliccia vera: sicuramente bella da vedere ma se penso al procedimento che l’ha portata tra le mie mani ho i brividi..
Anni fa le pellicce finte non erano una reale alternativa a quelle vere, dato che la qualità era piuttosto bassa e la sensazione al tatto (ma anche la vista) non le rendevano minimamente equiparabili.   Oggi invece abbiamo la fortuna di avere ecopellicce bellissime, che assomigliano in tutto e per tutto al pelo vero, avendo però due grossi vantaggi: innanzitutto il fatto di essere artificiali (gli animali ringraziano) ma anche il prezzo solitamente minore.

Tornando alle proposte della moda, c’è da dire che purtroppo le grandi griffes propongono ancora pelliccia vera, anche se qualcosa si sta smuovendo, ma fortunatamente almeno le catene low cost rispondono con capi in ecopelliccia, che fanno pur sempre la loro figura.

Volevo concentrarmi prevalentemente sulle borse, perchè ho notato una gran varietà di proposte, ma comunque si trova di tutto nei negozi, dal cappotto alle sciarpe, agli inserti sulle scarpe!

Ecco dunque qualche proposta low cost:


New Look, 30 euro – Asos, 33 euro – Pull&Bear, 19,90 euro
Zara, 99,90 euro – Zara, 25,95 euro – Miss Selfridge, 33 euro