Dragon’s Loyalty Award

image140

Sono stata nominata! Francimakeup mi passa il testimone di questo tag dallo strano nome e la ringrazio molto. Ecco le solite regole:

  • inserire il logo del premio
  • ringraziare chi ci ha nominato
  • raccontare 7 cose di sè stessi
  • nominare altri 15 blog

No dai, quindici??? ma neanche XD Cominciamo va!

  1. Lavoro in duty free a Malpensa da ormai due anni, mi piace come ambiente perchè mi dà l’opportunità di tenere esercitato l’inglese e mi piace lavorare a contatto col pubblico.
  2. Mi sono laureata a marzo in Giurisprudenza ma non ho intenzione di fare l’avvocato, ebbene si. Diciamo che sei anni fa avevo le idee un po’ diverse…
  3. Mi piace un sacco indossare i rossetti, di qualsiasi colore e finish. Il mio ragazzo li odia. E’ talmente frustrante! XD
  4. Mi sono auto-imposta un ban cosmetico, ho davvero troppa roba in giro da finire.. e un sacco di scorte. Poi oggettivamente ho notato che faccio più fatica a comprare dato che sembra tutto ‘già visto’! (meglio)
  5. Ho iniziato da un mesetto a studiare russo. E’ difficile, con quella strana scrittura e quei suoni strani. Però la struttura assomiglia al latino, quindi si può fare 🙂
  6. Anche quest’anno continuo a fare pole dance. Ah già, devo ricordarmi di scrivere un altro post a tema vacanze+pole.
  7. Siccome questo mese sto lavorando meno ne sto approfittando per leggere. Sto letteralmente divorando le mie scorte librarie… questo vuol dire che tra un po’ sarà ora di shopping *.*

Come già anticipato, non taggo nessuno anche perchè siete state taggate un po’ tutte! Ma vi chiedo di lasciarmi scritte nei commenti due o tre curiosità su di voi 😉

Cronache aeroportuali

jager

Sto via da Malpensa  qualche settimana e al mio ritorno trovo un cervo a grandezza naturale. Arancione. La Jagermeister fa le cose in grande, il giorno dopo è apparsa anche una macchinetta spilla-liquore.

Bambini molesti ne abbiamo? inutile specificare che i peggiori sono gli italiani.

I jappi son tanto carini, sorridono sempre e ringraziano… ma non capiscono una parola che sia una >.<

Stamattina è apparso Raz Degan con una tamarrissima tshirt camouflage ma sembrava un barbone! e se metà delle mie colleghe ha creato un simpatico laghetto di bava, io e altre ce ne siamo uscite con un “tutto qui?” me lo aspettavo… più.

Signora che assaggia un cioccolatino bianco e sentenzia che è troppo dolce, lei preferisce il fondente. Eh. Che ti aspettavi?!

Uh come son diffidenti i russi!

Le casse, nonostante siano segnalate da ENORMI cubi rossi con la scritta cashier appesi a mezz’aria rimangono un’entità sconosciuta e introvabile per il 90% dei passeggeri.

Se al filtro (il controllo col metal detector) arrivi dopo una cabin crew è la fine, non passerai MAI.

remymartin

Vi avanzano quattro spicci? Un bel Remy Martin è quello che fa per voi.

Il duty free non è un supermercato: abbiamo un reparto cioccolato grande quanto una sala congressi ma tu, passeggero supponente, riuscirai a chiedermi la marca che non c’è. E ti arrabbierai pure.

Posso spiegarti quattro volte che se sulla carta d’imbarco non c’è il numero del gate devi guardare sugli schermi.E che se sugli schermi non c’è è perchè è presto. Posso usare tutto il mio repertorio dei sinonimi, ma tu mi guarderai comunque con aria interrogativa anche dopo la quarta spiegazione.

Tentare di riconoscere italiano/non italiano per decidere in che lingua parlarti è sempre difficile.. ma se ai piedi hai le Hogan e trascini un trolley LV è fin troppo facile XD

White_Rabbit

 

Questa invece sono io ultimamente.. prima o poi tornerò a scrivere post decenti e in tema col blog!
Ora vado che è tardiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 😉