Neve Cosmetics: palette ombretti Duochrome

 

Questa non è la review di una novità, nossignori. Questa è la review di un prodotto che è uscito diverso tempo fa e che ho avuto il tempo di provare a lungo così da farmi un’opinione definita.

Oggi parliamo della palette Duochrome di Neve Cosmetics, una palette di ombretti che, come indica chiaramente il nome, è composta da dodici ombretti duochrome, cioè con un colore di base e i riflessi di un secondo colore – uno spettacolo!

Non tutti i dodici ombretti sono duochrome allo stesso modo: in alcuni casi il riflesso colorato diversamente è molto netto e perciò l’ombretto cambia davvero colore a seconda di come viene colpito dalla luce. Altre cialde invece presentano un effetto cangiante meno evidente, ma non per questo sono meno belle.

(nella foto sopra li vedete dall’ultimo al primo)

Vediamo come l’azienda descrive i vari colori… e come li vedo io.

Pioggia Acida: “verde freddo con riflessi oro. Lipsafe.”  – trovo che sia una definizione abbastanza corretta. Se vogliamo semplificare, è un oro freddo. A mio parere è una sfumatura molto chic, ottima da usare a tutta palpebra.
Utopia: “blu cobalto scuro con riflessi rosa.” – un azzurro polvere con satinatura rosa: molto particolare, a me purtroppo non dona perchè decisamente freddo.
Fenice: “color rame caldo intenso dalle incandescenze rosate. Lipsafe.” – ADORO. E’ brillante, intenso e si fa notare. Sinceramente il duochrome non lo vedo ma è stupendo anche così.
Chimera: “viola scuro con riflessi rosa e cristalli ramati.” – descrizione abbastanza accurata, purtroppo è il colore meno uniforme della palette. Col pennello è impossibile stenderlo perchè viene a chiazze! Consiglio di applicarlo col dito, specie come topper su altri ombretti simili.
Twilight: “grigio intenso dalla satinatura color bronzo. Usato come base per gli altri colori della palette ne modifica i riflessi. Lipsafe.” – per me è semplicemente un marrone scuro lievemente metallizzato. Un po’ anonimo devo dire.
Mela Stregata: “fucsia violaceo con riflessi verde acqua.” – molto particolare, è un prugna acceso con degli stranissimi riflessi verdini. Cattura l’attenzione.
Abracadabra: “azzurro ceruleo con riflessi verde chiaro.” – azzurro con riflessi dorati (o così li percepisco io). Non è una totale novità, tant’è che avevo già un ombretto abbastanza simile… comunque bellino.
Polline: “giallo intenso con riflessi verde lime. Lipsafe.” – giallo canarino, metallizzato con riflessi verdastri. Da bagnato vira molto al verde acido. Ottimo come punto luce.
Veleno: “marrone tabacco scuro con riflessi verdi. Lipsafe.” – colore che ricorda un po’ Club di MAC e una serie di altri ombretti che ad esso si sono ispirati. Più portabile di quel che sembra.
Mezza Estate: “giallo ocra con riflessi rosa.” – descrizione a caso. E’ un salmone metallizzato, luminosissimo. Perfetto a tutta palpebra per trucchi che non vogliono farsi eccessivamente notare.

Ormai utilizzo questa palette da qualche anno e posso confermare la mia impressione iniziale: non fatevi spaventare dalla dicitura “duochrome” e dai riflessi degli ombretti, la palette è davvero versatile e si presta ad un utilizzo anche quotidiano.

Certo, non tutti i colori sono sfruttabili allo stesso modo, ma le possibilità d’utilizzo sono assolutamente molteplici. Inoltre, tutti gli ombretti (ad eccezione, almeno parziale, di Chimera) sono burrosi e hanno un’ottima scrivenza.

Qualche info tecnica. La palette Duochrome è composta da 12 cialde da 36 mm l’una, tutte magnetiche e facilmente estraibili dal proprio alloggiamento per poter essere eventualmente inserite nelle palette componibili generiche.

La trovate in vendita presso i rivenditori fisici che tengono Neve Cosmetics e sul sito online QUI a 38,80€.

Avete mai provato ombretti duochrome? 🙂

Make Up Geek – Ombretto Blacklight

Oggi parliamo di un ombretto della marca Make Up Geek: ammetto che fino a poco tempo fa non la conoscevo, poi Instagram mi ha illuminata. Si tratta di un brand statunitense che produce tutte le diverse tipologie di cosmetici (occhi, viso, labbra) ma che è famoso soprattutto per gli ombretti dalla straordinaria pigmentazione.

Sfortunatamente possiedo solo un ombretto, di cui sono entrata in possesso grazie ad un’amica che me l’ha venduto perchè non lo usava mai 😀

Si tratta di Blacklight, una colorazione che fa parte della collezione Duochrome. Come forse saprete, sono fatalmente attratta dagli ombretti duochrome che cambiano colore a seconda della luce che li colpisce o della base a cui li si stratifica – non a caso, la Duochrome palette di Neve Cosmetics è stato uno degli acquisti più azzeccati e soddisfacenti degli ultimi anni.

Questo ombretto ha una base rosa fredda e dei riflessi blu/lavanda. E’ iper-luminoso e piuttosto stratificabile ma già con la prima passata la scrivenza è chiaramente ottima. Non posso parlare di coprenza totale perché la tipologia di prodotto e il suo colore lo ‘obbligano’ ad essere un po’ più trasparente di altri cosmetici similari.

 

Tutto bello ma c’è un però, perlomeno considerando la mia esperienza. Per la prima volta da anni mi è capitato che l’ombretto finisse inesorabilmente nella piega dell’occhio dopo 4-5 ore. Ho provato con 3 primer diversi (Essence, Too Faced e Wycon), che solitamente riescono ad ancorarmi alla palpebra qualsiasi cosa, e in tutti e tre i casi non c’è stata speranza.

Mi viene il dubbio che sia la componente duochrome che non gli permetta di fondersi completamente con il primer sottostante, ma ammetto che non mi è mai successo prima e non mi do pace!

Mi piacerebbe provare qualche altra referenza del brand, anche non duochrome, per fare un confronto e cercare di capire se è un problema di formulazione generale oppure no. Chissà!

Ho recuperato l’inci dal sito, per chi fosse interessato.

Qualche info utile: l’ombretto Blacklight viene venduto già nella cialda refill a 6$, potete trovarlo qui.

Avete mai provato gli ombretti Make Up Geek? Vi piacciono i colori duochrome? 🙂

Tag: Neve Cosmetics all my stash

DSC_8489

Sono stata taggata da Jesslan e tutto ciò che devo fare è mostrarvi i prodotti Neve Cosmetics che possiedo.
Devo dire che sebbene Neve mi piaccia non ho molte cose di questo brand, un po’ perchè ho un’avversione di fondo per i prodotti in polvere libera (che sono la maggioranza delle referenze) e un po’ perchè fino a un paio d’anni fa non avevo modo di vedere dal vivo i prodotti. Poi ha aperto una bioprofumeria nella mia città e allora son riuscita a comprare qualcosa (mi hanno obbligato eh.. una sofferenza che non vi dico ahah).

20140917_121650

20140917_102456

La palette Duochrome mi aveva intrigata fin dalla prima edizione, poi era andata sold out, poi era ricomparsa e per lungo tempo son stata indecisa se prenderla oppure no. Ero quasi decisa per il no, poi l’ho vista dal vivo, l’ho swatchata… e il resto è storia.
Se credete che i colori siano troppo particolari, strani e immettibili vi dovete ricredere: a patto di non combinarne tre insieme, ma dosandoli e affiancandoli a dei colori neutri faranno diventare speciale qualsiasi trucco. Le iridescenze che caratterizzano ogni cialda fanno sì che il singolo colore non sia piatto ma cambi a seconda della luce. Un vero spettacolo!

DSC_8491

DSC_3154

La pastello Gioia: un colore strano, non è rosa, non è bronzo, non è rame… un colore abbastanza indescrivibile ma ricco di personalità. Usata da sola per contornare l’occhio lo apre e dà grande luminosità. Usata come punto luce nell’angolo interno assolve magistralmente alla sua funzione. Personalmente non la uso su tutta la palpebra perchè essendo molto morbida non regge neanche col primer sotto.

DSC_8492

DSC_3152

Questi due ombretti sono minisize e li avevo acquistati tramite Jesslan: si tratta di Vintage e Fondente. Fondente (a destra) è facile da descrivere, è un marrone caldo opaco. Vintage mi dà più problemi, è sempre un marrone ma più freddo e soprattutto rosato, costellato da microglitterini. Vintage ha una stesura uniforme mentre Fondente è un pochino più da lavorare.
Non li uso granchè perchè gli ombretti in polvere libera mi richiedono più tempo e attenzione per la stesura e raramente ne ho voglia! XD

PROSSIME USCITE: andrò a vedere la Art Circus, mi ispira una delle Duebaci..vedremo se mi piacerà talmente da venire a casa con me!

La Cosmetique bio atelier – HAUL (Neve cosmetics, Nabla)

DSC_7346

Nel centro della mia città, Busto Arsizio (VA), ha aperto da un annetto circa un negozio molto interessante: per darvi un’idea potrei dirvi che è una specie di bioprofumeria. Vende esclusivamente prodotti naturali, improntati a un’etica bio, non di moltissimi marchi ma molto ben selezionati: Biofficina Toscana, Neve Cosmetics, Green Energy Organics, Nabla, Couleur Caramel e pochi altri.

Si chiama La Cosmetique Bio Atelier e la titolare Chiara è una ragazza davvero simpatica e disponibile. Quando ha annunciato su Fb (qui il profilo) che da settembre avrebbe tenuto Nabla in negozio ho fatto i salti di gioia! Tutte noi sappiamo che nessuno swatch visto su internet varrà mai quanto la visione dal vivo ed è per questo che, pur incuriosita dal marchio, non mi ero ancora convinta a ordinare online.

Insomma facendola breve son uscita dal negozio con due cialdine Nabla (Madreperla e Rust) e la Pastello Gioia di Neve Cosmetics. Eccoli più da vicino:

DSC_7365-2

20140913_123828

 

Non contenta, mi ero fatta prendere dall’hype della nuova palette Duochrome sempre di Neve Cosmetics, poi però guardando vari swatch ero decisa a lasciar perdere… se non che una mattina passo davanti alla vetrina e vedo la palette lì esposta, e vuoi non entrare a darle un’occhiata? La texture e la scrivenza delle cialde mi hanno letteralmente conquistata e il mio portafoglio si è alleggerito di ben 26€.. avete letto bene, ventisei, e non 28,99€ come prezzata da Neve! 😀

20140917_121630-2

20140917_102456

 

La foto sopra ritrae gli swatch così come fatti in negozio, molto al volo.. ma vogliamo parlare di fenice (terzultimo)?? Pioggia acida (ultimo) mi è piaciuto moltissimo, polline (terzo) pensavo mi avrebbe deluso invece ho scoperto dei riflessini verdi mica male.

Se abitate in zona vi consiglio di farci un salto, si trova proprio in centro a Busto Arsizio in via Cardinal Tosi 1/a, questo è il sito web e questo il profilo Fb.
Voi vi siete lasciate tentare dalla favolosa Duochrome??

Nail polish collection


Dopo la mia collezione di ombretti, oggi vi mostro la mia valanga di smalti, sono davvero troppi XD

Nelle prossime foto ve li mostrerò più nel dettaglio, ma mi sono accorta che non ho incluso gli strass/cuoricini/stelline/fiorellini da applicare, che vedete però qui sopra, nella confezione tonda 😀


Partiamo con i notissimi Kiko: ben 16! che vergogna XD
Quelli che ho usato di più sono l’argento, il marroncino glitter, il rosa glitter e l’arancione ^^


Qui abbiamo: due smalti di Colors&Beauty (il dorato lo adoro e fa molto peridot, e ce l’ho da anni eheh), uno cangiante di H&M, un viola metallizzato, tipo duochrome argento di Wet’n’Wild (mezzo finito, l’ho usato tantiiiiissimo), il simil-nouvelle vague di ELF, il crack top coat e un duochrome viola-oro di Debby e infine due smalti Riveel.


Qui abbiamo il reparto Essence: il finto magnetico, il matt-top coat, un topper sbarluscicosissimo (che rogna tirarlo via però!!), un verdone, uno smalto per nail art argento glitter, un duochrome(o meglio trichrome) verde-blu-viola e un rosso.
Ci sono poi 4 intrusi, che arrivano da una mega trousse, di non so nemmeno che marca XD


Infine, un duochrome azzurro-oro (la foto fa schifo -.-) di Deborah, uno smarcatissimo preso a Malta blu con glitter (quanto sudi a toglierlo!), un Collistar bordeaux, e i quatttro Layla: il magnetico (che funziona alla grande), un rosso strafigo e i due della Glossybox di gennaio (viola metallizzato e rosso) – prima o poi farò un post su quella glossy, prima voglio provare tutto per bene! 😀

Abbiamo anche il reparto nail care: una base sbiancante della Rimmel, un base coat Bottega Verde, le goccine asciugasmalto di Essence e una penna-colla sempre di Essence.

Che post lungo che è venuto! se siete arrivate fin qui, raccontatemi dei vostri smalti! 😀