Langhaar Madchen – trocken shampoo [shampoo secco]

Ciao, sono Manuela e mi dimentico le cose. Per esempio, avevo fatto le foto per questa review più di due mesi fa (tant’è che questo prodotto è finito nel psp di Ottobre 2018) e poi me ne sono completamente dimenticata…

Dicevamo, la mia grande passione per gli shampoo secchi mi ha fatto comprare questo da Dm: la marca, che non conoscevo, è Langhaar Madchen, e che io sappia in Italia viene venduta solo da Dm.

La confezione dello shampoo secco è abbastanza classica, di alluminio con una bella grafica fiorata e tappo di plastica dorata. Le scritte sono tutte in tedesco, come d’abitudine dato che si tratta di prodotti che vengono importati dalla Germania. Sollevando il tappo troviamo poi l’erogatore, anch’esso dorato.

Il profumo, dopo lo spruzzo, è tutto sommato delicato e non disturba nè permane sui capelli. Per quanto riguarda il modo d’uso, continuo a consigliare quello che ormai per me è diventato un’abitudine.

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli.

Purtroppo, questo shampoo secco non mi è piaciuto: infatti, sebbene nelle prime ore dopo l’uso i capelli apparissero effettivamente puliti, a fine giornata l’effetto scompariva del tutto e tornavano ad essere sporchi. Avendo ormai acquisito una certa esperienza in shampoo secchi, vi assicuro che ne esistono molti che durano senza problemi fino a sera.

Di seguito l’inci, per chi fosse interessato:

Questo shampoo secco di Langhaar Madchen è disponibile in quest’unica variante, contiene 200 ml di prodotto e ha un prezzo intorno ai 3 euro. Come dicevo al’inizio del post, si trova solo nella catena Dm, che ha alcuni punti vendita in Italia.

Avete mai provato i prodotti Langhaar Madchen? Vi piacciono gli shampoo secchi? 🙂

Psp #77: August

1 . DM – Sun dance sensitive sonnenbalsam 30 spf: crema solare fattore di protezione 30, specifica per pelli sensibili. L’avevo iniziata lo scorso agosto quindi l’ho finita negli ultimi 2 mesi per prendere il sole sul balcone. Si spalma bene ma è molto bianca e purtroppo mi ha macchiato un paio di costumi. Non mi sono però scottata. Tuttavia, le creme che lasciano macchie non possono trovare la mia approvazione.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

2 . Olivella – Face&body soap: sapone liquido che ho portato a casa dal Cosmoprof. Contiene ingredienti naturali e olio d’oliva, è senza parabeni ed è dermatologicamente testato. Al mio fidanzato è piaciuto da impazzire (mi implora di comprargliene un altro), io invece l’ho trovato un po’ troppo sgrassante, la mia pelle tirava un po’ dopo l’uso.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: si

3 . Garnier Fructis – shampo secco Cucumber fresh: ennesimo shampo secco della mia collezione, questo contiene agenti purificanti ed estratto di cetriolo. Pulisce bene i capelli ma per me ha un grosso limite: l’odore. Se lo annusate “da chiuso” è fresco e leggero, ma quando lo spruzzate è talmente forte che attacca in gola.. arieggiate bene i locali! Per me è no.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Biomed – Body firmer: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

5 . Tony Moly – Maschera I’m Real al riso: queste maschere non finiscono mai. Continuo a ripetere la stessa cosa, sono belle fresche, troppo imbevute e non hanno alcun particolare effetto. Questa prometteva di ripulire la pelle. Mah!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

6 . Rituals – Shampoo Ritual of Sakura: avevo comprato da Sephora una box con dei prodotti in travel size di Rituals, per provare qualcosa del marchio. Questo shampoo nutriente contiene estratto di riso e fiori di ciliegio. Ha un inci pessimo, ma non mi ha creato fastidi con la dermatite, inoltre il profumo è fantastico!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

7 . Bath&Body Works – Shampoo white citrus: faceva parte del kit cortesia dell’albergo in cui avevo alloggiato a New York. E’ troppo piccolo per poter fare una recensione, però aveva un buon profumo e lavava bene.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

8  e 9 . Himalaya Herbals – dentifrici Complete Care e Sensi-Relief: due minitaglie che arrivano dal Cosmoprof. Quello rosa è specifico per denti sensibili e non mi ha creato fastidi, ma nemmeno l’altro in realtà. Hanno uno strano colore bianco-grigiastro ma puliscono bene e sono 100% vegetariani e senza parabeni. Potrei valutare l’acquisto della fullsize ma dipenda dal prezzo.

Li consiglio: si
Li ricomprerò: si

10 . Marc Jacobs – mascara mega lash volumizing: minisize thanks to Sephora. Separa bene le ciglia ma non ho visto alcun effetto volumizzante ad essere sincera.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

11 . Davines – maschera capelli The Wake-Up Circle: l’ho portata a Cuba per riparare i capelli che sarebbero stati stressati da mare e sole. Fa bene il suo lavoro, ha un buon profumo e contiene argilla viola ed estratto di rodiola. Devo informarmi sui costi della full size, è davvero un buon prodotto.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Bottega Verde – SOL spray protettivo capelli: altro residuo dell’anno scorso (ma non ha spf quindi siamo più clementi). E’ uno spray per proteggere i capelli dalle agressioni di sole, mare e vento. Contiene proteine del grano e betacarotene. Sono sempre scettica su questi protettivi, però è una coccola a cui non rinuncio.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

13 . Balea – Weisser Tee & Kirsche Maske: maschera alla ciliegia. Ha un buonissimo profumo e si assorbe mentre è in posa. Io comunque la risciacquo dal viso, che dopo l’uso appare morbido e nutrito. La mezza bustina permette 2-3 applicazioni.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

14 . Balea – Augen und lippenmaske: maschera per contorno occhi e bocca, che uso solo per gli occhi. é densa ma si assorbe, lasciando l’area di applicazione nutrita. E’ un buon prodotto ma la bustina è divisa in 4 mono-dosi, ciascuna delle quali però permette un numero incalcolabile di applicazione perchè basta veramente poco prodotto! Insomma trovo il formato poco pratico.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

15 . Eksperience – maschera idratante nutriente: contiene Aquamaris Complex, costituito dalle alghe chondrus&fucus insieme ad oligoelementi. Ha un odore strano e ungente, e non mi ha soddisfatta in quanto a nutrimento dei capelli. Anche questa arriva dal Cosmoprof.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

Psp #76: July

1 . Peter Thomas Roth – Rose stem cell mask: minisize facente parte di un kit da 3, questa maschera aveva una consistenza gellosa ed era rosa. Contiene estratti di rose e ha cinque azioni: rigenera, idrata, illumina, rassoda e  tonifica la pelle. Mi è piaciuta perchè dopo l’uso sentivo la pelle effettivamente più idratata e compatta. L’ho anche usata come impacco doposole con ottimi risultati.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

2 . Carrefour – detergente intimo delicato con camomilla: prezzo ottimo e ottima performance, non mi ha causato problemi di alcun tipo e confermo che è molto delicato. Fa forse un po’ troppa schiuma.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3 . Shaka – balsamo ristrutturante: contiene olio di semi di lino e proteine della seta, senza parabeni. L’avevo comprato tempo fa ed era aperto de troppo, perciò l’ho finito. Una volta applicato dà la sensazione che i capelli siano scivolosi e comunque non ho notato il tanto sbandierato effetto ristrutturante, non mi è piaciuto.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Benefit – Goof Proof Brow pencil, colorazione n. 3: minisize della famosa matita per sopracciglia di Benefit, caratterizzata da una punta obliqua che semplifica la definizione delle sopracciglia. La minisize era davvero piccola (0,03 g) ma mi è durata discretamente poichè si consuma molto lentamente. Il tratto ha una durata molto buona (quasi tutto il giorno) ed è davvero semplice da usare. Ammetto però che dopo un po’ la punta tende a perdere la particolare forma che la caratterizza rendendo quindi il tratto meno preciso.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

5 . Lush – Santasaurus: si tratta di uno “spumante che dura” di un’edizione limitata natalizia, era decisamente ora di farlo fuori. Era a forma di draghetto con cappello di Babbo Natale, bellissimo! Lo Spumante che dura funziona un po’ come gli spumanti normali, fa tantissima schiuma ma è più duraturo. Colora l’acqua di verde. Sono sempre prodotti molto divertenti!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

6 . Lush – sapone Baked Alaska Snowball: ho fortissimamente voluto questo sapone, anch’esso natalizio, perchè bellissimo da vedere e profumatissimo. Tuttavia, mi duole ammettere che mi seccava troppo le mani quando lo usavo. Non s’ha da fare!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . Wet’n’wild – eyeliner H2O proof: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

8 . Balea – Trocken Shampoo sweet melon: stesse considerazioni fatte per il suo gemello al cocco, review qui. Il profumo è troppo chimico ma fa bene il suo lavoro.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: noù

9 . Lush – crema da doccia Yummy Mummy: bagnoschiuma viola, cremosissimo, con olii essenziali di geranio e arancia e aggiunta di burro di cacao biologico. Adoro questi formati piccoli perchè mi permettono di provare tanti prodotti nuovi ogni volta.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

10 . Dr. Hauschka – dentifricio sensitive con acqua salina: minisize omaggiatami al Cosmoprof, è un dentifricio strano perchè leggermente salato. Sa molto di limone ma posso capire che per chi è abituato alla menta sia uno shock (vero Jesslan? XD). A me non è dispiaciuto perchè molto delicato su denti sensibili e gengive facilmente infiammabili. Non lo ricomprerò per il prezzo – full size a circa 7 euro.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

11 . Oliprox – shampoo curativo per dermatite seborroica: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Fresh&Clean – salviettine struccanti per pelli sensibili: ne ho già parlato in diversi psp, mi piacciono molto e struccano bene. Tuttavia questa volta le ho trovate poco imbevute, ma d’estate mi succede spesso che si asciughino prima del previsto.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

Psp #74: May

1 . DM Sun Dance – Après pflege schaum (schiuma doposole): review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

2 . Sephora – Aloe vera hand mask: review e inci qui.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

3 . Fresh&Clean – Salviettine Milleusi: classiche salviettine rinfrescanti che uso a pole per ripulire velocemente la pelle dalla magnesite. Sono comode perché la confezione chiusa le mantiene imbevute più a lungo (a parte quest’ultima confezione che era difettosa e non si chiudeva bene… ma di solito sono ottime).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

4 . Petit Jardin – Mousse corpo vellutante: arricchita con fiore di loto e papavero, olio di mandorle dolci e collagene marino. La profumazione è delicata ma la texture è un po’ troppo pesante per i miei gusti.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

5 . Givenchy – Ange ou demon le secret: campioncino di profumo, troppo dolce per me. Bocciato.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

6 . Project – eye pencil: la usavo come matita per sopracciglia nonostante avesse dei microglitterini dorati (che non si notavano però). Buona durata e colore intermedio che andava bene un po’ tutto l’anno. Avevi letto il mio post sulle matite per sopracciglia? Lo trovi qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Bottega Verde – latte corpo Limone e Agrumi: due bustine di campioncini, profumazione un po’ chimica e poca idratazione. Mi pare fosse un’edizione limitata. C’è di meglio!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Lush – Sparkly pumpkin: spumante da bagno di Halloween (..si lo so, le tempistiche..) a forma di zucca arancione ricoperta interamente di glitter oro. Fa una bella schiuma soffice e colora l’acqua di arancione. I glitter non rimangono sulla pelle, che però acquista una morbidezza incredibile!

La consiglio: si
La ricomprerò: no

9 . Fria – Salviettine intime con salvia e menta: preferisco questa confezioni piccole da 10 da tenere in borsa, poi in generale una marca vale l’altra. Queste non mi hanno esaltato perché il profumo di menta è davvero troppo forte (e a me la menta non piace!).

Le consiglio: si
Le ricomprerò: no

10 . Kiko –  Color-up long lasting eyeshadow n°10: matitone ombretto di un discreto color rosato/malva, che fungeva benissimo da base per altri ombretti. Si è seccato senza possibilità di rimedio ma comunque era quasi finito, l’ho usato davvero tanto. Era un’edizione limitata ma ogni tanto questo tipo di prodotto viene riproposto in diverse colorazioni.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Kiko – Longlasting stick eyeshadow n°7 (beige dorato): un ottimo compagno di make up, resistente anche come base. È davvero finito e medito di ricomprarlo. Qui un mio post su questi prodotti Kiko.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

12 . Kiko – Metal Light eyeliner: eyeliner liquido metallizzato verde bosco di una limited edition di mille anni fa. L’ho usato fino alla fine, non si è seccato! Aveva una tenuta favolosa, peccato si struccasse spezzettandosi. Potete vederlo in azione qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

13 . Peter Thomas Roth – Cocumber gel mask: maschera in gel di un bel colore verdino trasparente, molto rinfrescante e ad azione detox grazie ad una serie di estratti naturali. Mi è piaciuta, fa parte di un trio di minisize in vendita da Sephora.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

* * *

Avete provato qualche prodotto tra questi che ho finito a maggio?? 🙂

 

Balea – Handschaum cake pop [crema mani]

Iniziamo la settimana con una recensione di un prodotto alquanto sfizioso 😀

Parliamo dell’Handschaum di Balea, per chi non mastica il tedesco (tipo la sottoscritta) si tratta di una crema mani sotto forma di schiuma, venduta in tutti i DM (ricordo che ne ha appena aperto uno a Milano, altrimenti bisogna oltrepassare il confine per trovare questi negozi!). Balea riesce sempre a fare dei prodotti particolarmente invitanti, un po’ per il packaging, un po’ per le profumazioni, e questa schiuma nutriente per le mani non fa eccezione.

In realtà questa specifica confezione arriva dalla Germania e all’epoca ne avevo prese due, questa al gusto Cake pop e una al Lampone, che ha fatto la felicità di una mia amica.

Il funzionamento è molto semplice: si agita la confezione, si apre il tappo e si schiaccia l’erogatore a pompetta, che farà uscire una schiuma soffice e spumosissima (un po’ come le schiume per capelli o da barba). Consiglio di schiacciare molto leggermente perchè il quantitativo che esce eccede le reali esigenze delle mani.

Come vedete dalla foto qui sopra, l’erogatore non è circolare ma ha una forma che permette di far uscire la schiuma a mo’ di “meringa”, davvero carina!! La confezione è in alluminio e riporta tutte le informazioni utili (in tedesco però) insieme a dei disegnini decorativi.

Il profumo ovviamente è favoloso, sa di gelato e vi invoglia tantissimo all’assaggio… ma no, non fatelo che non è il caso XD

Questa schiuma per mani è formulata senza parabeni/paraffine/oli minerali/coloranti e contiene aloe vera e burro di karitè, che rendono le mani morbide e protette. E’ un prodotto vegano.

Qui sotto trovate l’inci:

Trattandosi di un contenitore sotto pressione è bene ricordare alcune norme di base: va protetto dalla luce solare e in particolare non va esposto a temperature superiori a 50 ° C.  Non va assolutamente perforato né bruciato, neppure dopo l’uso e ovviamente sarebbe meglio tenerlo fuori dalla portata dei bambini.

Qualche dettaglio tecnico: si tratta di una confezione da 100 ml, disponibile in due varianti (Cake pop e Lampone) ad un prezzo di 1,45 €.

Conoscete la Handschaum di Balea? avete mai provato le schiume per mani? 🙂

Balea – Trocken Shampoo Tropical Coconut [shampoo secco]

Oggi vi parlo di un nuovo esemplare della mia tipologia di prodotto preferito: lo shampoo secco 😀

Questo è di Balea, marchio tedesco in esclusiva per DM, un negozio/profumeria che è da poco arrivato in Italia per mia grande gioia. Avevo approfittato della gentilezza di un collega per fare un mega ordine DM in Germania, e ben due shampi secchi di Balea, entrambi in limited edition, erano atterrati a casa mia.

Come avrete intuito dal nome “tropical coconut“, la fragranza del prodotto è il cocco. Io adoro il cocco, quindi non potevo farmelo scappare! Inoltre la versione Tropical di Batiste mi era piaciuta moltissimo e ho voluto provare anche il Balea.

Il packaging è formato dalla classica bomboletta di metallo, questa volta però rivestita  da una coloratissima stampa azzurra e verde coi pappagalli, che fa molto tropici (giustamente). Il tappo e l’erogatore sono verde acido.

Vi dico subito che l’odore non mi è piaciuto per niente: troppo, troppo chimico e invadente.

L’efficacia dello shampoo secco però c’è e non si può negare. Come in tutte le mie recensioni di questi prodotti, vi spiego con che modalità lo applico per ottenere i migliori risultati:

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli.

Qui sopra potete vedere l’inci.

Lo shampoo secco Balea è venduto solamente nella variante da 200 ml a 1,95 €.

Avete mai provato lo shampoo secco Balea? 🙂

Balea – Trocken Shampoo Dunkles Haar (castano)

Iniziamo l’anno con la review di un prodotto appartenente ad una tipologia che adoro: lo shampoo secco. Come già in precedenza (qui), anche questa volta si tratta di un prodotto tedesco della marca Balea, venduta in esclusiva dai DM – vi ricordo che da pochissimo questa catena di profumerie ha aperto anche in Italia, a Milano nel nuovo quartiere City Life.

Questo shampoo secco è specifico per i capelli scuri, in quanto il prodotto erogato non è bianco come negli shampi secchi classici, ma marrone. In ogni caso faccio presente che non rimarrà alcun residuo nei capelli perciò il colore è una caratteristica che non ritengo particolarmente rilevante.

Le scritte sula confezione, in tedesco, indicano anche che questo shampoo dona nuova freschezza e volume ai capelli dopo l’uso.

La confezione è classica, una bomboletta di metallo con l’immagine dei capelli castani e lo stesso colore è ripreso anche dal tappo – anche se le scritte sono in un’altra lingua, appare piuttosto chiara la destinazione d’uso.

Ecco come lo utilizzo:

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli.

Nonostante questo procedimento mi assicuri normalmente ottimi risultati con praticamente qualsiasi shampoo secco, purtroppo  questa particolare versione non mi ha soddisfata.

Dopo l’utilizzo, i capelli non risultano leggeri nè completamente puliti: a onor del vero sono più puliti di prima ma non completamente. Inoltre sembrano appesantiti. Non so se sia colpa del colorante all’interno o di qualche altro ingrediente che dovrebbe assicurarne il volume… però non mi ha soddisfatta.

Qui sopra c’è l’inci completo in caso voleste consultarlo.

Qualche info tecnica: questo shampoo secco è disponibile nel formato da 200 ml a 1,75€. C’è anche nelle versioni per altre tonalità di capelli.

L’avete mai provato? Conoscete i prodotti Balea? 🙂

Alverde – Mizellenwasser Beauty&Fruity [acqua micellare]

Sono davvero felice di poter provare una serie di prodotti che da noi non sono ancora così diffusi, e in conseguenza di parlarvene: si tratta dei prodotti reperibili al DM, il negozio tedesco che è ormai diventata la mecca delle beautyaholic in viaggio in terra teutonica.

Questa volta è il turno della Mizellenwasser Beauty&Fruity, un’acqua micellare con bio lime e mela. Ho scoperto negli anni di amare particolarmente le micellari per la fase dello struccaggio, perchè sono leggere, delicate e generalmente non unte – anzi, le uso proprio per eliminare anche i residui oleosi degli struccanti strong che destino agli eyeliner e mascara waterproof particolarmente coriacei.

Quest’acqua micellare contiene estratto di aloe, di lime e di mela biologici. Come tutte le acque micellari, la loro particolare formula permette di “incapsulare” lo sporco, il trucco e lo smog nelle micelle e ad eliminarlo facilmente dal viso. Nonostante venga suggerito di non risciacquarle, personalmente preferisco comunque lavare il viso dopo l’uso, per una maggiore sensazione di freschezza e pulizia.

La confezione è abbastanza classica, di plastica rigida a forma cilindrica con impresse le informazioni del prodotto e un’immagine che rimanda all’idea di freschezza e naturalità. Il tappo e a scatto, obliquo, e di colore azzurro a contrasto con la neutralità del resto della confezione. L’apertura permette di dosare bene la quantità di acqua micellare che viene erogata, senza sprechi.

A distanza di qualche mese dall’inizio dell’utilizzo, posso dire che quest’acqua micellare è efficace, strucca bene quasi ogni make up ma fa un po’ fatica con il waterproof molto resistente, per il quale consiglio uno struccante oleoso a parte.

Ci terrei però a sottolineare un aspetto che non mi è molto piaciuto: la presenza dell’alcool tra gli ingredienti e oltretutto al secondo posto nella lista (quindi in quantità considerevole). So che molti prodotti bio tedeschi contengono l’alcool, però ritengo che in uno struccante che va a contatto con gli occhi bisognerebbe evitare di inserirne un quantitativo così alto.

Infatti, non solo se ne percepisce chiaramente l’odore, ma se malauguratamente dovesse finirvi negli occhi – come OVVIAMENTE mi è successo – il bruciore non sarà molto piacevole!

Qui sopra potete vedere l’inci, per chi fosse interessato. Non contiene conservanti, parabeni nè oli minerali.

La Mizellenwasser Beauty&Fruity di Alverde è venduta in esclusiva nella catena DM, in questo formato da 200 ml a 2,75€.

Conoscete Alverde? avete mai provato i suoi struccanti? 🙂

Psp #65: August

1 . Tony Moly – Mask sheet Skin Purifying: maschera in tessuto, molto imbevuta di siero che contiene estratto di riso, tè nero e di anice. Come detto più volte, trovo queste maschere molto rinfrescanti ma non vedo nessun cambiamento dopo l’uso.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

2 . Sun Dance – Après pflege schaum (doposole): review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

3 . Coppertone – doposole: era un residuo dell’anno scorso. Non contiene parabeni, siliconi nè alcool. Un buon doposole anche se l’inci non è verde.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

4 . Testanera Palette – shampoo secco: il mio preferito. Review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

5 . Corine de Farme – eau micellaire pureté: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

6 . Bioline Jatò – DOLCE+ nettare in gocce: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

7 . Lavera – Re-energizing sleeping cream: crema notte, campioncino datomi al Cosmoprof. Contiene diversi olii (oliva, mandorle dolci, soia, jojoba, girasole) ed estratti vegetali come aloe, uva, cicoria. Mi è piaciuta molto, al mattino la pelle era bella morbida e rimpolpata; oltretutto non mi ha dato l’impressione di essere particolarmente pesante. Potrei comprare la full size, una volta finite le scorte!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

8 . Natura Siberica – sibrian ginseng eye cream gel: campioncino ENORME di crema contorno occhi. Contiene estratti vegetali, tra cui il ginseng, per sgonfiare l’area. Non mi è dispiaciuta ma non mi ha nemmeno conquistata.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

9 . HQ – correttore verde: ha un imbarazzante numero di ani, tant’è che la formula si è separata ed è andata a male. Utilissimo per correggere i rossori, che siano brufoli, o residui da pianti disperati XD. Un correttore verde è un amico fidato!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

10 . Essence – Metal glam eyeliner: eyeliner verde metallizzato, intensissimo. L’ho usato veramente tanto e con soddisfazione… era una limited edition vecchia ed ora si è seccato quel poco che ne rimaneva.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

11 . Lancaster – Sun beauty silky milk spf 15: travel size di uno dei marchi di suncare più famosi. Ammetto che mi è piaciuto moltissimo, protegge bene, ha un odore paradisiaco e non appiccica. Se non costassero un rene prenderei la full size!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

12 . Essence – nail art special effect topper: bellissimo smalto, base glitterata argento e codette multicolor, peccato si sia seccato dopo pochi utilizzi..

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

13 . Essence nail – art twins glitter topper: uno degli smalti glitter più belli che io abbia mai comprato, con quadratini e cerchietti finissimi e iridescenti. L’ho usato per più di metà, poi si è seccato.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no