The Balm – blush Hot Mama!

C’è stato un periodo in cui ero ossessionata dai blush… no aspettate, lo sono ancora.

C’è stato un periodo in cui ero ossessionata dai blush CORALLO. Così va meglio :p

In realtà i blush corallo rimangono comunque i miei preferiti perchè si sposano bene coi colori del mio incarnato, degli occhi e dei capelli, ma ho imparato col tempo che in alcuni trucchi anche blush diversi, rosati stanno bene.

Ho fortissimamente voluto questo blush di The Balm e un Natale di qualche anno fa una mia amica ha avuto la splendida idea di regalamelo, forse perchè non sopportava più i miei pellegrinaggi nell’unica profumeria del circondario che teneva questa marca.

Parliamo subito della confezione: The Balm si caratterizza per i packaging curati, vagamente retrò, in cartone pesante e questo blush non fa eccezione. La confezione è compatta, grande quanto il palmo di una mano, e la chiusura è magnetica (molto sicura).

Sulla parte esteriore c’è il disegno di una pin up in costume e tacchi rossi, con un paesaggio tropicale sullo sfondo. Aprendo la confezione troviamo uno specchietto e la cialda, completamente inserita nella cornice di cartone.

La superficie della cialda ha una trama sottile come di un reticolato, particolare che non mi colpisce particolarmente ma nell’insieme contribuisce all’aspetto curato del prodotto.

Siccome io non sono una blogger professionista, le foto che vedete sono state scattate in questo periodo, quando cioè il blush Hot Mama! ha già svolto un po’ del suo onorato servizio… niente cialde immacolate da queste parti! XD

Come dicevo al’inizio del post, sono stata (e in parte sono ancora) una compratrice compulsiva di blush, perciò anche se da qualche tempo mi impegno ad usarli più o meno tutti a rotazione passeranno epoche geologiche prima che io riesca a finirne uno. Oltretutto, a mia discolpa posso dire che questo blush in particolare ha una buonissima pigmentazione perciò è sufficiente prelevarne poco per ottenere un bel colore pescato sulle guance.

La texture è fine, non farinosa, aderisce perfettamente sulla pelle e vi rimane per parecchie ore. Il colore è pescato con dei microglitter dorati che conferiscono luminosità e lo rendono un blush adatto alla primavera-estate. Ovviamente nulla vieta di mettere prodotti del genere anche in inverno, ma personalmente nelle stagioni fredde prediligo colori più opachi.

Qui sopra trovate l’inci, per chi di voi fosse interessato.

Qualche info pratica: il blush contiene poco più di 7 grammi di prodotto (essendo prodotto in USA le misure sono approssimate in grammi, loro usano le once!) e i PAO non è indicato proprio a causa della fabbricazione estera. Come sempre valgono le norme comuni del buon senso, se un prodotto cambia odore, colore, consistenza e/o provoca irritazioni è bene cestinarlo a prescindere dalla data di scadenza indicata.

The Balm è reperibile anche in Italia, non in moltissime profumerie ad onor del vero, ma in ogni caso agilmente online. Questo blush è generalmente venduto a circa 18 euro.

Avete mai provato Hot Mama! di The Balm? o altri cosmetici dello stesso brand? 🙂

TAG: Addicted to blush #blushfiend

Sono stata nominata. E si parla di blush.. preparatevi! #blushfiend vuol dire Assatanata di blush! Anche Carl qui sotto guarda i blush con occhi languidi… XD

DSC_7755

Ringrazio la dolce Misato (che leggo sempre ma non commento mai, sono una bruttissima persona) che mi ha pensata, d’altronde se si parla di roba da mettersi sulle guance è abbastanza scontato eheh
Come tutti i tag ha le sue regole:
– citare chi ti ha taggato
– citare chi l’ha inventato, l’australiana Kat di Kitsch snitch
– citare chi l’ha tradotto, Claudia di Ava’s World

What colour blush suits you the most? Qual è il colore di blush che ti dona di più?

Oh questa è facile: di sicuro il pesca ma in generale i toni caldi!

Pressed/cream/loose blush? Blush pressato, in crema o in polvere libera?

Fino a poco tempo fa avrei detto pressato, senza se e senza ma… ora non disdegno anche i cremosi, mi danno un po’ più da lavorare per evitare le antiestetiche chiazze ma son carini. Vade retro polvere libera invece!!

DSC_7742

Favourite shimmery blush? Qual è il tuo blush shimmer preferito?

Kiko Sun Bronzing Blush n.03 beyond coral. Faceva parte della limited edition City Summer (2012) e mi aveva talmente conquistata che l’avevo comprato appena uscito. E’ composta da tre colori, un corallo, un borgogna e un beige/pesca illuminante.

Favourite matte blush? Il tuo blush matte preferito?

Max Factor comprato a Berlino, si tratta del Miracle Touch n.18 soft cardinal. E’ in crema e ha una texture favolosa, si sfuma benissimo ed è piccolo, cosa da non sottovalutare nei viaggi 😉

Favourite cream blush? Il tuo blush in crema preferito?

Senza ombra di dubbio il Sublime Touch di Madina, nel colore délice. E’ un rosa antico che vira al pesca, principalmente mat anche se dalla cialda sembrerebbero esserci degli sbrillini che poi si volatilizzano XD

DSC_7745

Favourite drugstore blush? Il tuo blush preferito fra quelli più economici?

Questa categoria è molto variabile, vado a periodi. In questo momento mi sento di citare un blush di Shaka, ne erano usciti tre in una collezione camouflage. Mi era piaciuto l’accostamento di tonalità fredde a una più calda, il risultato è un mix modulabile e molto naturale.

Favourite high end blush?

Qui “high end” lo prendiamo con le pinze perchè mi rifiuto di spendere più di 20 euro per un prodotto di cui possiedo già numerosi esemplari (come sono saggia, si vede che sto invecchiando XD). Per cui rimanendo all’interno di questa fascia non posso non citare Hot Mama! di The Balm, che tra l’altro mi è stato regalato *gongola*. E niente, è bellissimo.

Biggest blush disappointment/regret? Qual è la maggiore delusione o rimpianto in tema blush?

MAC, primo acquisto del marchio e sublime delusione. E’ solar ray, un mineralize blush uscito con la collezione Heavenly Creatures (2012). Bellissimo in cialda ma difficilissimo da prelevare.. e sulla pelle lascia più che altro sbrillini. anche Santa Temptalia l’ha bocciato con un laconico C+… Ne avevo già parlato qui.

Per quanto riguarda il rimpianto… mmm… ah si! un Kiko della l.e. dell’estate scorsa Life in Rio. Aveva un packaging bellissimo e di tutte le varianti mi piaceva quella con l’illuminante verde acqua, mischiando i due colori si otteneva una sfumatura stupenda.

blush

Best blush packaging? Qual è il blush con il miglior packaging?

Ri-cito The Balm, è impossibile rimanere impassibili con tutte quelle confezioncine vintage! Le grafiche che usano mi piacciono davvero tanto.

What’s on your blush wish list? Quale blush hai nella tua wishlist?

Buona domanda. Quello della l.e. Cinderella di Essence mi attirava ma poi l’ho lasciato lì. Diciamo che ormai ce ne vuole prima di stupirmi e convincermi all’acquisto. Direi che un buon candidato è Classic dei Liquid Tech Blush di Nabla, anche se i blush liquidi mi inquietano sempre un po’. Oppure i blush a cuore di Too Faced.. e di MakeupRevolution!

Number 1 holy grail blush? Qual è il santo graal di tutti i blush?

Secondo me è il blush che non esiste XD Nel senso che è quello che possiede tutte le caratteristiche migliori, prezzo compreso: pigmentazione, resa, durata… E’ un po’ il mix di tutti i miei blush!

E veniamo ora ai tag: Jesslan, Francimakeup e drama’n’makeup. E poi chiunque voglia aggiungersi! 🙂

Shourouk for Sephora

sho1

Chi di voi non conosce Shourouk? Si tratta del brand divenuto famoso grazie a una collana indossata da Belen (per cui nutro una certa antipatia, ma la collana era bella davvero, la vedete qui) e poi successivamente da altre celebrities. La collana in oggetto era caratterizzata da pietre vistose di colori sgargianti, nonchè da dimensioni importanti, come si addice a una vera statement necklace.
Recentemente si è avuto notizia di una collaborazione di Shourouk con Sephora: da fine gennaio potremo trovare sia online che nei negozi questa bellissima collezione dai colori che richiamano le pietre preziose, a prezzi tutto sommato onesti – ho idea che andrà a ruba!

sh1

La Jewel Eyeshadow Palette (29,90€) è stupenda, la maggior parte dei colori è sui toni del rosa ma non mancano tocchi più accesi come il blu. Il Jewel Blush (14,90€) è un classico blush in perle, se non fosse che le perle invece che esser tonde sono come dei sassolini colorati e luminosissimi!

sh2

I Colorful Eyeshadow (11,90€) sono disponibili in cinque tonalità (diamonds are forever, mystic quartz, pink sapphire, amesthyst fairy, blue topaz) tutte piene di riflessi metallici e brillanti.

sh3

Anche gli smalti non son da meno: i Color Hit Nail Polish (4,90€) sono declinati in quattro colorazioni nominate come gli ombretti (manca il bianco) e dalle immagini sembrano essere glitterati e sempre luminosissimi.

sh4

Non mancano gli accessori: il Magic Jewel (34,90€) è un gioiello multicolore abbinato a un nastro rosa che può trasformarsi in bracciale, collana, spilla o qualsiasi cosa voi vogliate. Il Brilliant Jewel & Brush (79,90€) è un elegante pennello per il viso decorato da un gioiello brillante. Infine la Jewel Pouch (17,90€) è una bustina portatrucco nera costellata dai tipici gioielli Shourouk.

Devo dire che mi piace quasi tutto, se dovessi riuscire a trovarla da Sephora vorrei accaparrarmi il blush (ma va?!) e un paio di ombretti 🙂
Voi che ne pensate?

Make me blush

DSC_7434

Qualche giorno fa mi son messa a riordinare  il mio stash cosmetico e ho riunito tutti i blush. Io soffro di blushite compulsiva e mi aspettavo di possederne un numero tendente a +∞ .. invece ho scoperto di averne sì tanti ma meno di quanti pensassi XD Ho quindi uozzappato Jesslan per farle vedere e le ho chiesto lei come fosse messa! Insomma alla fine abbiamo deciso di scriverci un post.

Dopo averci pensato un po’ su ho deciso di presentarveli dividendoli per tonalità, ad esclusione di quelli in crema che ritengo facciano una categoria a sè. Comincerei proprio da questi.

DSC_7435
Essence: blush gelée della limited edition Vampire’s Love. Complicato da sfumare, l’effetto macchia è sempre in agguato. L’ho imparato ad apprezzare in caso di bisogno di altissima tenuta (tipo sotto il casco).
Kiko: pure pleasure creamy blush n.06 firebrick twist. Me l’ha regalato proprio Jess, è un colore inusuale per me, trovo sia molto invernale.
Be Chic: blush cremoso gote&labbra. Faceva parte di un set, è molto delicato e naturale.
Madina: Revolution sublime touch blush n. 65744 délice. Anche questo dà un effetto naturale.
Beauty Collection: blush. In allegato a non so più che rivista, sembra scuro ma in realtà è assolutamente sheer e modulabile.
Max Factor: miracle touch creamy blush n.18 soft cardinal. Comprato a Berlino, ha ottime prestazioni.
Kiko: glow touch lips&cheeks n.02 icy watermelon. Me l’ha regalato Chiara di Claire Louise Oxford, ha un profumo biscottoso!
Maybelline: dream bouncu blush n.20 peach satin. Me l’ero fatta portare dagli Usa, è soffice e delicato.
NYX: rouge cream blush n.08 hot pink. Longlasting, il colore molto acceso costringe a sfumarlo molto bene.

DSC_7437

Kiko: sun bronzing blush n.03 beyond coral. Mi aveva colpito così tanto che quando era uscito l’avevo preso a prezzo pieno! I tre colori permettono di dosare l’intensità del colore senza problemi.
W7: make me blush Zara. Comprato a Londra, è un bel corallo prepotente e ne basta proprio poco!
Essence: Vintage District blush . Pensavo fosse bicolore invece ce n’è un terzo nascosto sotto al dorato.
The Balm: hot mama! Eh, èbbbello e in fin dei conti delicato.
Sleek: blush n.926 rose gold. Acquistato anche lui a Londra, è un colore davvero stupendo!
Astra: fard cotto seta pura n.05. Uno dei più vecchi, usatissimo.

DSC_7438

Shaka: fard camouflage. una polvere multicolore che dà un bell’effetto luminoso.
MAC: mineralize blush Solar ray. La componente dorata è dominante, lo definirei quasi un illuminante!
Catrice: defining duo blush n.030 pink grapefruit shake. Interessante la combinazione di una parte matt e una shimmer.
Bottega Verde: fard cotto. Faceva parte della limited edition Tropical Rhapsody, è un po’ troppo polveroso per i miei gusti.
L.A. Girl: blush Just pinched. L’ho usato davvero poco ed è un peccato, il colore è un bel rosa acceso.

DSC_7439

Nouba: blushon bubble n.48. Era un errore, volevo un ombretto rosso e, da inesperta del make up (anni fa!) non mi sono accorta di aver preso un blush. Va beh, in fin dei conti è un bel colore.
Sleek: blush by 3 n.365 flame. Comprata quest’anno a Lisbona grazie a un megasconto Sephora. Il primo colore è utilizzabile come bronzer, col secondo non ho ancora fatto amicizia (è un rosso matt), il terzo è ordinaria amministrazione 😉
Markwins International: un duo blush+highlighter preso a Barcellona, la parte borgogna è molto bella.

E basta! Da tutto ciò si deduce che: 1)quando viaggio porto a casa solo blush e 2)no shimmer no party! 😀

Voi come siete messe a blush?? fatemi sentire meno sola..

Summer wedding make up

Sabato scorso si è sposata mia cugina e ci tenevo a farvi vedere il trucco che ho realizzato per l’occasione. Ho voluto riprendere i colori del vestito, composto da un top doppiato in pizzo fucsia e una gonna al ginocchio più lunga dietro con una fantasia fiorata nei toni dominanti del fucsia, arancio e petrolio.

DSC_7209

Ho dapprima steso il primer occhi di Essence (che ho dimenticato di includere nella foto), poi ho fatto la sfumatura arancione con la Technic Electric e un color ruggine della megapalette Sephora, aiutandomi con lo scotch per avere un taglio netto. Sulla palpebra mobile ho usato il fucsia rossastro sempre della Technic Electric e ho illuminato l’angolo interno con qualcosa che onestamente non ricordo, credo il pigmento Essence cotton candy. Ho portato la sfumatura arancio verso l’interno dell’occhio e ho rifinito e illuminato con dune della Sleek Ultra Matts. Nella rima interna ho usato una matita bianca, sotto l’occhio ho invece sfumato il color petrolio della Sleek Sparkle2, blue spruce. Ho tracciato una bella riga d’eyeliner e usato un mascara waterproof, indispensabile se si prevedono lacrimucce 😉 La base era semplicissima: cipria trasparente per opacizzare (ma non ha potuto nulla contro il caldo) e blush corallo illuminato da pagliuzze dorate.

DSC_7213

Lista prodotti

Viso:

Essence: all about matt! Compact powder
The Balm: Hot Mama! Blush

Occhi:

Sleek: Sparkle 2 (blue spruce)
Sleek: Ultra Matts (dune)
Technic Electric Beauty palette
Project: matita bianca
Kiko: ultimate pen long wear eyeliner
N.6: aqua volume mascara
Essence: I love stage eye primer
Essence: pigmento n.11 cotton candy

DSC_7212

Per concludere una foto dei miei sandali Caovilla, sembravano fatti apposta per quel vestito! Poi mia cugina aveva espressamente chiesto agli invitati di indossare qualcosa di luccicante, quale migliore occasione per sfoggiare la decorazione di colorati Swarovski scintillanti? 🙂

NYX – Rouge creme blush

DSC_6869

E’ passato poco più di un anno da quando ricevetti il Blogger Kit di NYX e ancora non ho finito di recensire i prodotti! A mia discolpa posso dire che mi mancano quelli che ovviamente uso meno o sono meno nelle mie corde. Facciamo un breve recap sui post precedenti: blogger kit, palette occhi, eyeliner, rossetto e roll on.

Oggi vi parlo del Rouge Cream Blush. “Ma come, tu che ami alla follia i blush ci hai messo un anno per farci una review?” direte voi.. eh, il problema è che i blush in crema  non sono propriamente i miei preferiti!
Li studio da lontano, tento un primo approccio (spesso disastroso), li lascio perdere e poi mi riavvicino – è una storia d’amore molto tormentata XD

DSC_6867

 

20140423_142850
applicato col dito (sopra), sfumato col pennello (sotto)

Dicevamo. Mi è stata inviata la tonalità Hot Pink, un sobrissimo rosa fluo. Ero scettica sul colore, troppo forte.. e pigmentatissimo! La pigmentazione è davvero eccellente anche se nei prodotti in crema prediligo una costruibilità e modulabilità difficili da trovare in un blush così scrivente. Tuttavia col tempo ho capito come approcciarmi in modo vincente a un colore così esuberante.

Sconsigliata l’applicazione con le dita, si deposita decisamente troppo colore e l’effetto è terribile. Il pennello migliore che ho trovato è un duofibre ELF, che in modo moooooolto delicato faccio sfiorare sulla cialda e poi picchietto sulle guance. A quel punto sfumosfumosfumo per non lasciare macchie antiestetiche di colore… insomma non è un’operazione che posso fare di fretta ma richiede il suo tempo.

Una volta capito il funzionamento tiriamo le somme: sembra che io ne stia parlando male MA non è così! Aspetti molto positivi che ho rilevato sono la naturalezza dell’effetto che si ottiene se correttamente utilizzato e soprattutto la durata: anche senza alcun tipo di base dura inalterato tutta la giornata. Ottimo no?

Infine ecco l’inci e le informazioni riportate sotto alla confezione:

DSC_6871

Avete provato qualche blush in crema di NYX? come vi siete trovate? 🙂

Paciugopedia 2.0 #3

xDSC_6744 - Copia

Ecco la mia seconda partecipazione alla Paciugopedia 2.0 organizzata da Beautybats! In realtà sarebbe la terza puntata della serie ma io e la mia scarsa costanza facciamo quello che possiamo 😀 Il make up scelto per oggi mi ha subito attirata grazie al mix di marrone-prugna-varieEdEventuali, forse prevedeva anche un trucco labbra che però mi faceva abbastanza schifo non mi piaceva e quindi lì ho fatto di testa mia. Ecco quindi la nostra ispirazione del giorno:

03 - 23 marzo

Qui sotto invece vediamo quello che ho combinato io, uguale eh!! XD

xDSC_6766

xDSC_6780 - Copia

xDSC_6786 - Copia

Dal vivo i colori si vedevano, giuro. In foto ho dovuto aumentare la saturazione a livelli indecenti per far capire qualcosa.. boh la fotografia mi è avversa evidentemente!

Sulla palpebra mobile, dopo aver usato il solito primer Essence I Love Stage, ho steso un marrone opaco (paper bag) della Ultra Matts di Sleek, mentre nella piega ho sfumato verso l’alto un color corallo della Technic Electric Beauty. Nella piega sono poi andata ad aggiungere un marrone rossiccio (maple) e ho intensificato l’angolo esterno con noir sempre della palette Sleek. Ho invece usato dune, un color carne, per definire e pulire tutt’intorno alla sfumatura. Sulla palpebra inferiore ho sfumato un mix del color prugna (villan) e paper bag. Come eyeliner glitterato ho usato il Debby Glitter Eyes che tra l’altro mi ha sconvolta perchè è diventato liquidissimo, acquetta proprio, assurdo!! Nella rima interna ho usato la matita waterproof Bottega Verde mentre il mascara è il solito Deborah che non ne vuol sapere di finire, Highlander gli fa un baffo X°°D
Sulle labbra ho usato un rossetto malva satinato di Debby, poi ho voluto fare l’estrosa e sfumare sugli angoli l’ombretto viola e al centro quello giallo, entrambi della Technic Electric Beauty 😀

DSC_6789

Base:
– Deborah: correttore 24ore perfect
– Essence: I Love Stage primer
– blush no brand spagnolo

Occhi:
– Technic Electric Beauty palette
– Sleek Ultra Matts Dark palette
– Bottega Verde: matita automatica waterproof (review qui)
– Deborah: Absolute hi-tech mascara
– Debby: glitter eyes eyeliner e mascara (review qui)

Labbra:
– Debby: rossetto n.34 mauve chic (review qui)
– ombretti giallo e viola della Technic Electric Beauty

E per finire, una foto della donna di fuoco.. muhauahuahau (ok, la smetto)

xDSC_6774 - Copia

Paciugopedia #9

xDSC_5360 - Copia

xDSC_5320 - Copia

Paciugopedia #9! Svampi ha avuto questa bellissima idea e non potevo non partecipare a un trucco marrone-verde, i miei colori per eccellenza ^^ Sia chiaro, è un po’ una reinterpretazione e non semplicemente una riproduzione, specie per il marrone sulla palpebra fissa che ho molto schiarito rispetto all’originale. A proposito, ecco a cosa ci siamo ispirate, è di Angie – MakeupBee:

paciugopedia n9

Inizio subito col dire che l’eyeliner mi ha tratto in inganno.. ero straconvinta fosse verde scuro e non nero, quindi ho usato il mio di Kiko di quel colore, peccato che in foto sia venuto un disastro.. perlomeno dal vivo si vedeva e faceva un bel contrasto 😉

xDSC_5351 - Copia

xDSC_5356 - Copia

Ho usato una miriade di prodotti per questo trucco, principalmente perchè non riuscivo a capire com’era fatto quel grigio-marrone sulla palpebra.. e quindi stratificavo tonalità su tonalità 😀 Dopo aver messo il primer ho steso lo Stay All Day Essence grigio metallizzato sulla palpebra mobile. Il colore più scuro nella piega è dato dal marrone matt Kiko sfumato col nero Deborah. Per la sfumatura più alta ho utilizzato ben tre marroni diversi, perlopiù metallizzati: due della palette multicolore Sephora, uno della palettina Famous Cosmetics. Il punto luce in mezzo alla palpebra è dato dal bianco shimmer ValentinaD, mentre sotto l’arcata sopraccigliare ho sfumato l’ombretto universal beige di Sephora. L’eyeliner è un verde scuro metallizzato di una limited edition Kiko, il mascara è l’Absolute Hi-Tech di Deborah. Nella rima interna ho applicato il long lasting stick eyeshadow verde smeraldo di Kiko, mentre sotto l’occhio ho prima passato una matita automatica Essence e poi sfumato il verde della palette occhi NYX.

Viso e sopracciglia:
– Madina: fondotinta in polvere (review)
– Essence: all about matt! cipria
– Catrice: defining duo blush, 030 pink grapefruit shake
– Deborah: 24h perfect correttore
– Essence: sun club palette, marrone matt (review)

Occhi:
– Essence: I Love Stage primer
– Essence: stay all day eyeshadow, 03 steel the show
– Kiko: ombretto mat marrone, n.92
– Deborah: ombretto nero matt
– Famous Cosmetics: leopard palette, marrone metallizzato
– Sephora: palette multicolore, due marroni
– ValentinaD: ombretto bianco (review)
– Sephora: 08 universal beige
– Kiko: long lasting stick eyeshadow, n.10 (review)
– Essence: long lasting eye pencil, 07 easy going
– Nyx: for your eyes only palette, ombretto verde (review)
– Kiko: metal light eyeliner
– Deborah: Absolute hi-tech mascara

Labbra:
– Nyx: aqua luxe lipstick (review)

prodotti

Hues Of You: Red | with Jesslan

Siete sopravvissute a megapranzi e cenoni natalizi??  le festività natalizie non ci fermano e questo mese io e Jesslan abbiamo scelto come colore il rosso, tonalità simbolo del Natale.. 🙂

DSC_5658

DSC_5644

DSC_5651

Inizio dagli accessori: possiedo un delizioso bracciale rigido multifilo ornato da perle, fiori, strass e un fiocco metallico, regalo di una mia carissima amica – tutti gli elementi tintinnano ad ogni movimento del braccio, senza dubbio è un bracciale che si nota 😉 Sul versante orecchini sono solo due i pezzi degni di nota: i primi pendenti sono una new entry di quest’estate, sono chandelier con pietre e strass sui toni del rosso e dell’arancione. I secondi li ho creati anni fa, quando pasticciavo con perline e swarovski: sono davvero semplicissimi e il punto focale è la farfalla in feltro.

Non mi vesto praticamente mai di rosso, ho solamente un vestitino estivo a sottoveste e una gonna scozzese invernale. Per quanto riguarda le scarpe, sfortuna vuole che non trovi mai un modello che mi piaccia ed è per questo che il paio che più si avvicina al rosso è una mary-jane bordeaux scuro..

DSC_5634

Smalti rossi: presenti! Il Collistar è in realtà bordeaux ma va bene lo stesso vero? XD Ho ben due Layla, uno della linea classica e uno della linea bijoux, proveniente da una Glossybox. Il top coat Riveel è un mio grande alleato nelle festività natalizie, cosa c’è di meglio di sbriluccichi rossi e argento sulle unghie, che fan subito Natale? 🙂 Il Pupa è stato una mezza delusione, dalla boccetta prometteva dei riflessi dorati che invece sulle unghie proprio non si vedono.. Infine l’Essence n.47 , un rosso con delle inusuali sfumature fuxia metallizzate.

DSC_5636

Labbra rosse, un grande classico che non tramonta mai 🙂 Il rossetto NYC n.402 ha davvero un bel colore, con al suo interno delle particelle dorate che illuminano moltissimo. Il Kiko jelly core n.03 ve l’ho citato già diverse volte, lo adoro (review qui)! Il Bottega Verde effetto diamante mantiene le promesse del suo nome ed è davvero luminoso pur essendo un bel rosso mattone. Essence Gel Tint n.03 pur chiamandosi flash apricot non è arancione, ma tuttalpiù un rosso aranciato (ma nemmeno moltissimo) ed ha davvero una buona durata! Il matitone Debby megalipstick è scriventissimo ed ha una buona durata. L’analogo matitone Bottega Verde ciclamino fa parte della nuova collezione e davvero non capisco come gli sia stato affibiato quel nome XD Il gloss Stila è una garanzia, durata eccellente e resa spettacolare *.*

DSC_5641

Per quanto riguarda le matite, ne ho due per le labbra: la Kiko n.200, davvero valida e di un bel rosso aranciato, e la Lord&Berry trovata in una Glossybox e per qualche motivo sconosciuto l’avrò usata un paio di volte soltanto.. credo si nasconda nell’armadio per non farsi trovare, chissà. Di Kiko ho anche una matita occhi, la glamorous n. 403 – review qui.

DSC_5659

Infine, un blush di Nouba, comprato anni fa convintissima fosse un ombretto (beata innocenza, ancora ero ignara di tutto..) e un ombretto in polvere di Madina, con una scomodissima apertura roll-on che maledico ogni volta e che spesso mi fa desistere dall’utilizzarlo :/

Quali sono i vostri prodotti rossi? ne avete qualcuno da consigliarmi?? 🙂
Mi raccomando, passate dal post di Jesslan.. e alla prossima!