PSP #2: giugno


Eccoci alla seconda puntata del Progetto Smaltimento Prodotti, che sta procedendo molto bene ^^

1. Perlier – deodorante profumato Iris Blu: profumazione gradevole ma non mantiene la promesse di quell’ “efficace e prolungata azione” tanto propagandata sull’etichetta… inoltre c’è scritto che è adatto per pelli sensibili, ma contenendo alcool basta un tagliettino e si vedono le stelle dopo lo spruzzo!

Inci corto  e variegato: pallini di ogni colore! non so, mi ha lasciato perplessa…

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

2. Fria – salviettine igiene intima: erano in omaggio con un giornale tempo fa, altrimenti non le avrei mai comprate siccome non le ritengo un prodotto indispensabile! Tuttavia le ho apprezzate, sono morbide e lasciano una bella sensazione di freschezza. Contengono estratto di Hammelis Virginiana (lenitivo), sono 100% biodegradabili e la cellulosa utilizzata proviene da foreste ecosostenibili… in fin dei conti sono un buon prodotto! 🙂

L’inci non è verdissimo, ma si parla perlopiù di conservanti!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: non credo, non le ritengo indispensabili

3. Nivea visage Young – gel scrub quotidiano: è un prodotto che ho ricomprato diverse volte, prima di convincermi che è un pò troppo aggressivo XD Io ho la pelle mista, quindi ho bisogno di un detergente ‘potente’, e questo lo è… peccato che dopo averlo usato la pelle tiri tantissimo…

Quest’inci è veramente lungo, uno schifezzina oltretutto… e c’è perfino un filtro UV  O.o

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4. Maybelline – cover stick: questo è il mio correttore invernale da anni (nel senso che ricompro sempre questo)… si, perchè per l’estate ne ho uno più scuro, dato che mi abbronzo – un pochino XD lo adoro: svolge egregiamente la sua funzione!

Un altro inci lungo:  non è orrendo, a parte i numerosissimi allergeni del profumo e il famigerato paraffinum liquidum :S

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

5. L’Erbolario – crema corpo Méharées: si tratta di un campioncino di crema corpo con estratto di dattero e di mirra. E’ parecchio nutriente, fa un pò fatica ad assorbirsi, ma il suo problema è il profumo: se all’inizio è piacevole, dopo 5 minuti diventa insopportabile – è troppo intenso! E non se ne va così facilmente…

Inci più che accettabile, i rossi sono praticamente tutti in fondo!

Lo consiglio: no, se non amate le profumazioni intense
Lo ricomprerò:no

Garnier Fructis new conditioner

Oggi vorrei parlarvi di una mia recente scoperta in fatto di balsamo per capelli 😀

Se qualcuna tra voi ha i capelli tendenti al grasso mi capirà.. trovare un balsamo che non li appesantisca è un’impresa! D’altronde il balsamo è d’obbligo, se no le lunghezze diventano paglia :S

Aggiungete tutti i discorsi sulle schifezze chimiche presente nei vari cosmetici e la difficoltà di trovare prodotti un pò più naturali.. insomma, coordinare le due esigenze sembrava un’utopia!  Invece ho trovato questo:

Si chiama Garnier Fructis Puliti&Brillanti, ed è disponibile come shampoo e come balsamo.
Ok, lo pubblicizzano anche come anti calcare e anti residui, con una formula quasi totalmente biodegradabile, ma ciò che ha attirato la mia attenzione è stato senza dubbio questo:


SENZA siliconi nè parabeni!!! Facciamo chiarezza: i parabeni sono elementi chimici usati come conservanti e battericidi, e ci sono ricerche che dimostrano che penetrano della pelle e possono alterare la funzione degli estrogeni.
I siliconi sono anch’essi elementi chimici con proprietà idrorepellenti e antistatiche (tra le altre), che ricoprono il fusto dei capelli donando lucentezza e liscezza.. ma attenzione! L’effetto è solo cosmetico, i capelli sono all’apparenza belli ma in realtà continuano a rovinarsi.


Questo è l’inci del balsamo: in pratica, gli ingredienti. Controllando sul  Biodizionario ho verificato che sono quasi tutti elementi classificati come accettabili… insomma, una meraviglia! 🙂
Io lo straconsiglio, fa il suo dovere ed è più ‘naturale’ di tanti altri suoi colleghi, il che non guasta 🙂

My blog is Carbon Neutral

Il tema dell’ecologia è noto a tutti, ma forse non tutti sanno che anche un semplice blog come questo produce inquinamento!

Ecco allora l’iniziativa ”My blog is Carbon Neutral”, che propone di piantare un albero nella Plumas National Forest per ogni blog o website aderente al programma; ogni albero servirà a compensare le emissioni di CO2 causate appunto dal blog/sito.

Insomma, ognuno di  noi può fare un piccolo gesto per contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta!

Ricordiamoci inoltre, che anche nella vita di tutti i giorni si possono avere tante piccole accortezze per mantenere pulito l’ambiente, come per esempio la raccolta differenziata. In fondo nessuno di noi vuole vivere in un posto sporco e malsano nei prossimi anni, vero? 🙂

Per saperne di più sull’iniziativa, e magari aderire, guardate QUI.