Sephora – Ultimate warming cleanser

Ultimamente i prodotti per la skincare sono quelli che mi danno più soddisfazione, o meglio, che riesco a consumare di più perché li utilizzo regolarmente. Sapete tutte quanto sia bello sentirsi realizzata vedendo un cosmetico consumarsi (o no? Ditemi le vostre opinioni!) e questa sensazione ovviamente è più facilmente ottenibile con prodotti usati quotidianamente.

Oggi dunque parliamo dell’Ultimate warming cleanser di Sephora, che avevo comprato qualche mese fa e ho deciso di lasciare a casa del fidanzato per utilizzarlo quando vado in trasferta.

Si tratta di un detergente che una volta applicato e massaggiato sulla pelle rilascia un lieve calore che aiuta ad aprire i pori e ad eliminare le impurità. Contiene estratto di linfa d’acero che con i suoi elementi nutritivi liscia e rimpolpa la pelle.

La consistenza è proprio quella dello sciroppo d’acero: densa, viscosa e appiccicosa, caratteristica che dovrebbe contribuire a inglobare le impurità e rimuoverle più facilmente. Non ha un profumo percepibile.

La confezione è classica, a tubo in plastica morbida con tappo a scatto dal foro delle giuste dimensioni per non sprecare prodotto. La confezione è trasparente così si vede bene a che punto si è arrivati.

La mia esperienza: le prime volte che lo applicavo percepivo davvero la sensazione di calore, non in modo esagerato né fastidioso. Poi procedendo con gli utilizzi questa sensazione è andata via via attenuandosi fino a sparire. Non se se dipenda dal fatto che è aperto da qualche mese (ma siamo ancora all’interno del pao!) ma davvero parlo di due o tre mesi dopo l’apertura.

La consistenza ammetto che non mi esalti particolarmente, proprio per via della estrema viscosità che rende poco agevole l’applicazione –  e si rischia inoltre di impataccare i capelli! XD  In ogni caso l’effetto generale è buono, dopo averlo sciacquato via la pelle rimane tonica e la sensazione è di pulizia.

Qui sopra trovate l’inci, per chi volesse consultarlo.

Ho controllato sul sito Sephora e pare non esserci più ma non escludi che nei negozi fisici esista ancora – inoltre sul sito USA è ancora disponibile.

L’Ultimate warming cleanser è disponibile in una sola versione da 125 ml e ha un pao di 12 mesi. Veniva venduto a 9,90 Euro.

Avete mai provato questo detergente o un detergente “effetto caldo”? 🙂

Yes or No?

Non riprendevo in mano questa rubrica da qualche tempo ma ora ho finalmente trovato il soggetto giusto per ricominciare.

Oggi vi presento una borsa di Zara, la City Tropical Ricami. E’ una borsa a tracolla in ecopelle bianca, dalle linee pulite e con la possibilità di essere portata anche a mano grazie al manico… verde acido.

Sì perché questa borsa che di base è essenziale ha due caratteristiche: il manico verde acido fatto di un materiale che a vederlo sembra gommoso e di derivazione sportiva, e la decorazione tropicale sulla patta anteriore.

La decorazione è ricamata e rappresenta frutta, cocktail e palme, il perfetto connubio vacanziero; il giallo è il colore predominante e spicca a contrasto col bianco di sfondo della borsa.

Non è una borsa “esagerata” ma si fa comunque notare.

A me piace, ma voi che mi dite? 🙂

La trovate qui a 39,95 euro.

Bottega Verde: nuova collezione make up “I Sorbetti”

Bottega Verde ha da pochissimo lanciato la nuova collezione make up primavera-estate: si chiama “I sorbetti” e on si fatica a capire il perché, dato che è composta da prodotti dalle tonalità pastello che richiamano dei dolcetti golosi.

Choco bronzer – Terra abbronzante profumata con olio di Mandorle dolci (11 g) – 9.99€

Setosa polvere abbronzante al profumo di cioccolato. Disponibile in 2 colorazioni: dark chocolate e milk chocolate.

Vanilla glow – Polvere illuminante profumata con olio di Mandorle dolci (11 g) – 9.99 €

Una polvere illuminante per dare riflessi di luce a tutte le carnagioni. Profuma delicatamente di vaniglia.

Creamy cushion Lips and Cheeks – rossetto fard 2 in 1 – 14.99 €

Un prodotto multiuso per labbra e guance, dal packaging particolare: lo speciale applicatore ”a cuscinetto” permette di donare un finish mat cipriato. Disponibile in 3 tonalità: caramello, sorbetto all’anguria e gelato al mirtillo.

Push Up – base mascara con acqua distillata di Fiordaliso (8 ml) – 9.99 €

Un prodotto multiuso per ottenere ciglia forti e corpose: applicato come base volumizza, solleva e definisce le ciglia, mentre indossato da solo di sera funge da trattamento di bellezza. La speciale formula ultra cremosa e leggera, protegge, ammorbidisce, lucida ed è arricchita con acqua di Fiordaliso

Pump up – Mascara volume con acqua di Arancia biologica (8 ml) – nero liquirizia – 10.99 €

Mascara ultra-black che volumizza, separa e incurva le ciglia grazie allo speciale scovolino.

Ice shadow – Matitone ombretto con olio di Cocco – 4.99 €

Matitone ombretto disponibile in tre tonalità frozen e perlate: crema al caffè, peppermint e pompelmo rosa. Ultra confortevole sulle palpebre, unisce la facilità d’uso ad un’ottima sfumabilità.

Milkymix – Smalto – 2.99 €

Smalti ultra milky disponibili in 5 tonalità: crema di latte, sorbetto di melone, lampone milky, rosa bubble e latte menta. Il finish è molto particolare perchè permette di abbinare e mixare le tonalità tra loro con varie passate. Si può utilizzare il bianco come base coat prima di stendere lo smalto colorato o come top coat per un originale effetto milkshake.

Anello porta smalto – 4.99 €

Un anello in silicone in cui posizionare la boccetta per averla sempre a portata di mano mentre si stende lo smalto.

Acqua 3 in 1 – Primer spray, fissatore make up, rinfrescante (30 ml) – 9.99 €

Un primer leggero e trasparente come l’acqua, da usare al mattino prima del make-up e durante la giornata per mantenere il make-up impeccabile e regalare alla pelle la giusta idratazione.

Gocce di Energia – Eau de toilette (30 ml) – 12.99 €

Una carica di energia e vitalità in questo brioso cocktail di agrumi maturati al sole di Sicilia e succose note di Albicocca. Il Mughetto candido ed il Muschio vellutato regalano una scia di inconfondibile femminilità. Per un pieno di dolce allegria!

TESTA: Bergamotto, Ribes Nero, Pompelmo. CORPO:Albicocca, Mughetto, Fior di Loto. FONDO:Fava Tonka, Legno di Cedro, Muschio.

Gocce di Dolcezza – Eau de toilette (30 ml) 12.99 €

Mix intrigante di note verdi e fresche di Limone con accordi zuccherini di Miele, Pesca e Violetta. L’Ambra e il Patchouli avvolgono i sensi per sentirsi golosamente romantiche in ogni occasione!

TESTA: Accordo Verde,Nettarina,Limone. CORPO:Miele,Rosa,Violetta. FONDO:Legno di Sandalo,Accordo Legnoso Ambrato,Patchouli.

*  *  *

Cosa ne pensate? Vi farete tentare da questa collezione? 🙂

Garnier – Struccante occhi express 2 in 1

Rieccoci su questi schermi con una nuova recensione! Questo prodotto l’ho proprio preso al limite perchè sta finendo e altrimenti poi non avrei più potuto fare le foto eheh

Parliamo di uno struccante occhi di Garnier, facente parte della linea Skin Naturals che privilegia attivi naturali estratti con metodologie che ne preservano qualità e purezza. Inoltre, come sempre, si tratta di prodotti dermatologicamente testati.

Avevo acquistato questo struccante perchè mi serviva qualcosa di “potente” da tenere a casa del mio fidanzato per quando le salviette struccanti non fossero bastate a togliere il trucco di quel giorno. Non volevo una confezione gigante perchè non mi sembrava il caso di lasciare un prodotto aperto per tantissimo tempo (la nostra convivenza si limita ai weekend!), e questo flaconcino da 125 ml mi sembrava fare al caso mio.

Avevo avuto altre esperienze passate con diversi struccanti Garnier e in generale non mi sono mai trovata male.

Essendo uno struccante bifasico si caratterizza per una doppia composizione, di cui una oleosa (che è poi la parte più efficace per struccare il make up più resistente) che in questo caso è viola. Utilizzarlo è semplicissimo, basta agitare il flacone per miscelare le due componenti e ottenere un risultato doppiamente efficace.

Dalla confezione apprendiamo che il 2 in 1 si esplica in un potere ultra-struccante e in un’azione fortificante per le ciglia, data dalla presenza di Arginina, un attivo naturale. Sinceramente non ho notato nessun effetto rinforzante particolarmente evidente ma potrebbe anche essere a causa del mio utilizzo saltuario.

La confezione è  quella classica in plastica semirigida con tappo a scatto. Il foro dosatore è discretamente piccolo ed evita sprechi quando si versa il prodotto sul dischetto di cotone/pannetto in microfibra (a seconda di quello che utilizzate per struccarvi abitualmente).

Apprezzo in modo particolare la confezione trasparente: suppongo di non essere l’unica che gradisce sapere esattamente a che punto è arrivata con l’utilizzo, invece di doverlo indovinare con metodi più o meno comodi XD

Qui sopra trovate l’inci, per chi fosse interessato a consultarlo.

Garnier struccante express si trova in praticamente tutti i supermercati e profumerie (i pregi di essere una marca molto diffusa!) ad un prezzo di circa 3 euro.

Avete mai provato questo struccante? siete fatalmente attratte anche voi dai bifasici colorati? 😉

Iniziativa KIABI: “Give me 5 for charity”

Conoscete KIABI? Penso proprio di si, ma per coloro che ancora non ne hanno sentito parlare si tratta di un’azienda francese che vende abbigliamento e accessori per uomo, donna e bambino a prezzi super competitivi per essere sempre alla moda senza spendere un capitale.

Oltre alla vendita, KIABI si impegna in campagne di beneficenza: anche quest’anno ha rinnovato il sodalizio con HUMANA People to People Italia Onlus con la campagna “Give me 5 for charity”.

Il numero 5 non è casuale, anzi, è il vero fil rouge di tutta l’operazione.

  • Give me 5” richiama il tipico gesto del darsi il 5, quando due persone colpendosi la mano sottolineano il fatto di avercela fatta insieme.
  • 5 sono i propri abiti inutilizzati che ogni cliente può consegnare alla cassa, e che andranno a costituire il novo guardaroba dei bambini e dei ragazzi ospitati all’interno della comunità di FATA Onlus.
  • 5 euro è il valore del buono che sarà consegnato a tutti i clienti che consegneranno i cinque capi inutilizzati in cassa, e che potrà essere speso su una spesa minima di 45 Euro di capi appartenenti alla nuova collezione.

Parliamo di date. Potete portare i vostri abiti usati da KIABI dal 18 aprile al 31 maggio 2017. I buoni che riceverete alla cassa saranno invece spendibili dal 18 aprile all’8 giugno 2017.

La fondazione KIABI dunque promuove il riciclo consapevole degli abiti inutilizzati che tutti noi abbiamo in casa, contribuendo nel frattempo a sostenere le famiglie dei paesi in cui il brand è presente.

Si può fare moda anche rimanendo dalla parte di chi si trova più in difficoltà di noi!

E voi contribuirete a questo progetto KIABI?? 🙂

Per maggiori informazioni: http://9nl.de/FP35FP3http://9nl.de/SGEPSGE




Psp #60: April

1 . Lush –  Salt and pepper mint bark: scrub in edizione limitata natalizia, era un parallelepipedo verde con spot gialli e rossi. Fortunatamente  non sapeva troppo di menta visto che a me non piace XD In ogni caso è stato un buono scrub, non troppo aggressivo ma funzionale.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

2 . Fresh&clean – salviettine umidificate Lemon splash: le tengo nella borsa di pole per purlirmi velocemente i piedi dopo la lezione (si fa a piedi nudi). La confezione è comoda perchè richiudibile, in questo modo non si rischia che le salviette si secchino prima del tempo!

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

3 . Biopoint – crema corpo anticellulite e snellente: minitaglia trovata in un giornale. Ha una texture quasi in gel, fondente, e ha un buon profumo. Contiene caffeina, proteine della seta ed estratto di guaranà. Ovviamente non fa miracoli ma si assorbe velocemente e lascia la pelle bella liscia.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

4 . Oliprox – shampoo per dermatite seborroica: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

5 . Garnier Skinactive – acqua micellare bifase con olio di argan: ho voluto provare questa perchè la presenza della parte oleosa mi ispirava più fiducia nel rimuovere trucchi resistenti, e ho avuto ragione. Strucca molto bene, ma è un po’ troppo oleosa sul viso. la mega confezione poi farà anche risparmiare ma se come me amate cambiare prodotto e sperimentare evitatela come la peste. Non finiva più! XD

La consiglio: si
La ricomprerò: no

6 . Collistar – supermascara estremo: un regalo di compleanno. Premetto sempre che le mie ciglia sono sfigatine, non si incurvano se non col piegaciglia (che uso quotidianamente) e tendono a perdere la curva durante la giornata. Questo mascara non ha fatto miracoli ma definiva abbastanza bene le ciglia. Nota negativa: struccarlo era un incubo, si finiva sempre ad essere un panda da quanto si spantegava in giro per la faccia!

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . W7 – tea tree concealer: correttore liquido, idratante, illuminante e abbastanza coprente. Peccato che questa marca non si trovi in Italia (almeno non credo), io l’avevo comprato a Londra. Lo ricomprerei!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

8 . Lush – balsamo solido Big: con glicerina, alga bruna, lime e limone. Apprezzo l’idea del prodotto solido, così come lo shampoo, ma al contrario di questi ultimi (che uso con piacere e profitto) il balsamo è stato una delusione totale. Fa fatica a sciogliersi, non è idratante e lascia i capelli aggrovigliati. Ne ho usato un terzo, un po’ l’ho distribuito ad altri da provare ma adesso mi arrendo e lo butto.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

9 . Thiery Mugler – Angel muse (profumo): campioncino di quelli con la spugnetta imbevuta, ben più pratici delle bustine. Per quel che ho potuto provare, sembra buono, è dolce e abbastanza duraturo.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

10 . Vichy – crema viso Idealia: avevo già provato una minisize ma avevo ancora in giro dei campioncini. Confermo le mie impressioni iniziali, è una buona crema leggera, che non unge, adatta alle pelli miste.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

Sephora – Gelée micellaire démaquillante ultra-douce

Oggi vi propongo una nuova recensione riguardante un prodotto struccante a marchio Sephora: si tratta della Gelée micellaire demaquillante ultra-douce, espressione francese che significa “gel micellare struccante ultra delicato”.

Come probabilmente saprete, da qualche settimana Sephora ha lanciato dei nuovi prodotti struccanti (acqua micellare, latte micellare, gel micellare e crema struccante) con packaging colorati e accattivanti. Tuttavia non è di quelle nuove linee che parliamo oggi ma della linea “classica” dal packaging trasparente con scritte verdi e nere.

Ho voluto provare un gel micellare perchè ho avuto modo di testare solo acque micellari, di vari brand, che sono tra l’altro gli unici prodotti micellari facilmente reperibili… finora.

La confezione è semplice, dalle linee pulite ed essenziali: è trasparente, in plastica semirigida, con tappo a scatto e foro dosatore di dimensioni appropriate. Apprezzo particolarmente la trasparenza del tubetto perchè permette di capire quanto prodotto rimane, e mi piace che il materiale sia flessibile abbastanza da essere tagliato, così da consentire di finire completamente il gel struccante all’interno che ovviamente si deposita sulle pareti.

Questo gel micellare contiene estratto di mais e zucchero per nutrire e detergere delicatamente la pelle, donando al contempo una sensazione di freschezza rinvigorente al viso. Non ha alcun profumo percepibile.

La texture, come si evince dal nome, è in gel ed è fondente, quasi liquida. Non presenta granelli di alcun tipo al suo interno, risultando completamente omogenea e trasparente. Viene indicata la possibilità di non sciacquare il viso dopo l’utilizzo del gel, ma personalmente preferisco farlo comunque.

Secondo le indicazioni sulla confezione, il gel micellare è adatto a struccare occhi, viso e labbra. E’ clinicamente testato e adatto anche a pelli sensibili. Non ci sono indicazioni riguardo all’efficacia su prodotti longlasting o waterproof.

Dopo averla utilizzata per qualche tempo, posso confermare che è adatta a tutte le parti del viso, occhi compresi. E’ effettivamente delicata in quanto non mi ha mai irritato la pelle, che ultimamente si è leggermente sensibilizzata. Riesce a struccare senza particolari problemi i prodotti a lunga durata e anche i waterproof, sebbene con questi ultimi necessiti di un po’ più di decisione (oppure basta ricorrere a un classico struccante oleoso per evitare di sfregare eccessivamente).

Tuttavia, non mi ha convinta del tutto: apprezzo l’efficacia struccante ma la texture quasi liquida non mi ha colpita, risultando quasi fastidiosa usata in combinazione con il pannetto in microfibra (mi andava perennemente negli occhi perchè non veniva assorbita dal panno).

Qui sopra trovate l’inci per chi fosse interessato.

La Gelée micellaire demaquillant è disponibile in due formati: 50 ml (4€) da viaggio e 400 ml (14,50€) per l’uso quotidiano. Io ho scelto la versione mini per poter provare un prodotto nuovo senza essere vincolata ad un uso continuativo dello stesso.

Avete mai provato la Gelée micellaire demaquillante di Sephora? o prodotti micellari diversi dalle acque? 🙂

The Balm – blush Hot Mama!

C’è stato un periodo in cui ero ossessionata dai blush… no aspettate, lo sono ancora.

C’è stato un periodo in cui ero ossessionata dai blush CORALLO. Così va meglio :p

In realtà i blush corallo rimangono comunque i miei preferiti perchè si sposano bene coi colori del mio incarnato, degli occhi e dei capelli, ma ho imparato col tempo che in alcuni trucchi anche blush diversi, rosati stanno bene.

Ho fortissimamente voluto questo blush di The Balm e un Natale di qualche anno fa una mia amica ha avuto la splendida idea di regalamelo, forse perchè non sopportava più i miei pellegrinaggi nell’unica profumeria del circondario che teneva questa marca.

Parliamo subito della confezione: The Balm si caratterizza per i packaging curati, vagamente retrò, in cartone pesante e questo blush non fa eccezione. La confezione è compatta, grande quanto il palmo di una mano, e la chiusura è magnetica (molto sicura).

Sulla parte esteriore c’è il disegno di una pin up in costume e tacchi rossi, con un paesaggio tropicale sullo sfondo. Aprendo la confezione troviamo uno specchietto e la cialda, completamente inserita nella cornice di cartone.

La superficie della cialda ha una trama sottile come di un reticolato, particolare che non mi colpisce particolarmente ma nell’insieme contribuisce all’aspetto curato del prodotto.

Siccome io non sono una blogger professionista, le foto che vedete sono state scattate in questo periodo, quando cioè il blush Hot Mama! ha già svolto un po’ del suo onorato servizio… niente cialde immacolate da queste parti! XD

Come dicevo al’inizio del post, sono stata (e in parte sono ancora) una compratrice compulsiva di blush, perciò anche se da qualche tempo mi impegno ad usarli più o meno tutti a rotazione passeranno epoche geologiche prima che io riesca a finirne uno. Oltretutto, a mia discolpa posso dire che questo blush in particolare ha una buonissima pigmentazione perciò è sufficiente prelevarne poco per ottenere un bel colore pescato sulle guance.

La texture è fine, non farinosa, aderisce perfettamente sulla pelle e vi rimane per parecchie ore. Il colore è pescato con dei microglitter dorati che conferiscono luminosità e lo rendono un blush adatto alla primavera-estate. Ovviamente nulla vieta di mettere prodotti del genere anche in inverno, ma personalmente nelle stagioni fredde prediligo colori più opachi.

Qui sopra trovate l’inci, per chi di voi fosse interessato.

Qualche info pratica: il blush contiene poco più di 7 grammi di prodotto (essendo prodotto in USA le misure sono approssimate in grammi, loro usano le once!) e i PAO non è indicato proprio a causa della fabbricazione estera. Come sempre valgono le norme comuni del buon senso, se un prodotto cambia odore, colore, consistenza e/o provoca irritazioni è bene cestinarlo a prescindere dalla data di scadenza indicata.

The Balm è reperibile anche in Italia, non in moltissime profumerie ad onor del vero, ma in ogni caso agilmente online. Questo blush è generalmente venduto a circa 18 euro.

Avete mai provato Hot Mama! di The Balm? o altri cosmetici dello stesso brand? 🙂

Shampoo Oliprox (cura dermatite)

PREMESSA: non sono un dottore e non dispenso consigli medici; sto solamente condividendo la mia esperienza e fornendo un recensione che potrebbe aiutare chi è affetto dal mio stesso problema, la dermatite seborroica

Oggi vi parlo dello shampoo che ormai uso da quasi un anno: si chiama Oliprox e mi è stato consigliato dal mio dermatologo dopo avermi diagnosticato la dermatite seborroica. Si tratta di un parafarmaco che non richiede ricetta medica ma chiedete consiglio al vostro dermatologo se avete intenzione di iniziare a usarlo.

Innanzitutto, cos’è la dermatite seborroica? E’ una condizione di irritazione della pelle che porta alla formazione di lesioni cutanee squamose e piccole croste, più una serie di sintomi che variano da persona a persona. Spesso è presente il prurito, a volte la perdita dei capelli. La causa non è chiara e la comparsa dei disturbi può essere dovuta a molti fattori.

Nel mio caso, in certi periodi mi iniziano a prudere alcune zone del cuoio capelluto, in corrispondenza delle quali la pelle si arrossa molto. Dopo anni ad ignorare più o meno deliberatamente il problema e ad usare saltuariamente alcuni shampoo curativi (ne avevo parlato qui) ho finalmente deciso di andare da uno specialista che mi ha confermato trattarsi di dermatite seborroica. Mi ha prescritto degli integratori (che non hanno portato grandi risultati) insieme all’uso di uno shampoo specifico, l’Oliprox appunto di cui vi parlo oggi.

Oliprox è stato studiato per offrire un trattamento esfoliante, detergente e lenitivo della cute infiammata. Contiene olamina piroctone e climbazolo, dalla comprovata azione antifungina e antimicrobica, e acido glicolico. L’aggiunta di glicerina, pantenolo ed allantoina aiuta ad ammorbidire la pelle e limitare la formazione delle desquamazioni.

L’uso è semplice ed intuitivo: si massaggia come un normale shampoo sui capelli già umidi, poi però si lascia in posa 5-10 minuti per permettere alla cute di assorbire i principi attivi contenuti nella formulazione del prodotto. Successivamente si sciacqua e poi si può procedere con il balsamo come di consueto.

La mia esperienza: ho finito il primo flacone e ho ricomprato subito il secondo perchè l’uso continuativo del tempo mi ha dato effettivamente dei risultati. Ho notato che l’utilizzo regolare mi faceva diminuire gli episodi più intensi di infiammazione, e teniamo conto che non l’ho mai tenuto in posa più di 4-5 minuti (lo ammetto, mi scoccio ad aspettare così tanto!). Per quanto riguarda il profumo, non ha un odore particolare e non lascia alcun profumo sui capelli. La consistenza è simile a gel, tendente al liquido.

Aspetti negativi?: ho notato che tende a seccare i capelli e infatti da quando l’ho iniziato ad utilizzare uso più balsamo rispetto a prima. Per arginare questo problema, ogni 2 utilizzi lo alterno ad un altro shampoo “delicato”. Uso le virgolette perchè più che della eventuale definizione impressa sui flaconi mi fido della mia esperienza: ho scoperto che lo shampoo delicato ViviVerde Coop non mi irrita la pelle, così come uno shampoo solido Lush (Honey I washed my hair). Un altro aspetto poco simpatico, se così vogliamo chiamarlo, è il prezzo –  ma siccome è un parafarmaco ce lo facciamo andare bene così.

Ho lasciato l’inci per chi fosse interessato agli ingredienti; tuttavia personalmente ritengo che un prodotto simile, classificato come parafarmaco e comunque curativo, possa ragionevolmente contenere ingredienti meno naturali purchè efficaci.

Reperibilità e costi: è disponibile in farmacia e parafarmacia, attualmente nella versione da 300 ml (prima era 200). Il prezzo è variabile ma si aggira intorno ai 20 euro.

La dermatite seborroica è un problema abbastanza comune, voi ne siete affetti? avete mai avuto episodi simili e come li avete trattati?