Yes or No?

L’orrore ti si può presentare davanti agli occhi all’improvviso, un tranquillo sabato mattina mentre passeggi in centro godendoti un caldo teporino di inizio autunno.

Capita dunque che nelle vetrine del negozio più alla moda e di lusso della città ti si presentino davanti delle sobrissime scarpe da ginnastica dorate… con un finissimo plateau in gomma a righe multicolor alto ben 7 cm.

Purtroppo non siamo nuovi a questo genere di scarpe, le cosiddette flatform, che qui però troviamo in una versione oltremodo brutta perché realizzata con un’accozzaglia di colori che non c’entrano nulla uno con l’altro.

Come se non bastasse, la scarpa destra e quella sinistra hanno i platform di colori differenti! Io non me n’ero accorta, ma poi sbirciando sul sito di Gucci ho scoperto anche questa imperdibile chicca.

Come dicevo, se proprio scopriste di non poterne fare a meno, le trovate in tutti i negozi che vendono Gucci, alla modica cifra di 690€ – oppure sul sito ufficiale (QUI).

Ma a voi piacciono le flatform?? ditemi!

Le ciabattine della discordia

L’altro giorno passeggiavo per il centro guardando distrattamente gli ultimi saldi, quando mi sono imbattuta nel negozio Primadonna che esponeva gli ultimi coloratissimi rimasugli dell’estate.

Una ciabattina ha subito attirato la mia attenzione, perchè ricordavo di averla già vista in una delle newsletter periodiche di un noto brand calzaturiero. Ma siccome la memoria inganna, ho fatto una foto e una volta arrivata a casa ho verificato… ricordavo bene!

Ora, sappiamo tutti che i brand low cost si ispirano spesso e volentieri ai modelli delle grandi case di moda, ma a volte l’ispirazione è talmente palese che diventa copia a tutti gli effetti.

In questo caso, entrambe le ciabattine hanno una fascia anteriore sfrangiata su cui si innesta una decorazione a catena dorata; inoltre la soletta è decorata a righe colorate di tessuto/rafia.

Ovviamente una *piccola* differenza sta nel prezzo: entrambe in saldo, 225€ la versione Casadei (qui), circa 10€ quella di Primadonna.

Vi piace questa tipologia di ciabattine? quale versione comprereste? 🙂

Yes or No?

DSC_3489

Ho scattato questa foto all’OVS diversi giorni fa per cui non so se si trovano ancora i capi si cui vi intendo parlare. Chi può dirlo, ma sul sito il vestito corto c’è.

Allora, partiamo dal presupposto che per questa stagione OVS ci manderebbe in giro (s)vestite da strati di tulle trasparente – fate un giro online e ve ne accorgerete. La gonna sulla sinistra della foto non fa eccezione: in tulle trasparente nero con pois e balze, un concentrato di sobrietà mica da ridere.

Il vestito sulla destra, quello corto, non mostra a tutti le vostre grazie ma non per questo è immune da un giudizio negativo: corpetto in ecopelle (plastica, come spesso mi fa notare mia mamma, saggia donna) nera, gonna a strati di tulle bicolore nero e bianco, di lunghezze diverse. Sul sito a soli 79,99€.

Non so, a me paiono andar bene per Halloween ma decisamente poco sfruttabili nella vita di tutti i giorni di noi comuni mortali. A voi l’ardua sentenza.

Pittarosso spring/summer 2015

“Ma devi comprar qualcosa per sta primavera?” “Ma no mamma, non dovrebbe servirmi niente.” Tipico dialogo mamma-figlia, tipo quello che è avvenuto con mia mamma poco prima di entrare da Pittarosso a Gallarate (VA).
Come sempre, è il condizionale che mi frega.

Ammetto che non visitavo il negozio da qualche mese, sto cercando di non comprare più scarpe perchè non so più dove metterle a casa XD Peccato che ho intravisto diversi modelli carini e quindi mi toccherà tornare a farci un giro con più calma.

DSC_1233

 

DSC_1231

Ovviamente sandali come se piovesse, anche se le temperature hanno appena iniziato ad alzarsi. Quest’anno sono stata colpita da forme pulite, essenziali e a tratti grafiche, ma soprattutto dai colori sobri. Negli anni ho imparato a mie spese che una calzatura stravagante resterà per la maggior parte del tempo nella sua scatola – e non va per niente bene!

DSC_1235

DSC_1236

 

Ovviamente ci sono ancora delle decolletè ma con qualche apertura in più rispetto all’inverno. Le forme cut-out mi hanno sempre intrigata e ultimamente ne vedo in giro parecchie… chissà mai che mi decida a comprare qualcosa del genere!

DSC_1234

DSC_1232

Se però cercate qualcosa di più impegnativo non verrete comunque deluse: plateau svettanti, decorazioni preziose e stampe sgargianti sono lì ad aspettarvi. Io sono allergica ai plateau, ormai lo sapete, tant’è che le slingback tropicali sarebbero state carine se avessero avuto solo un piccolo rialzo e non tutta quella cosa sotto la suola..

Che dire, io qualcosa ho provato e ho già stilato una mia wishlist, appena ho l’occasione ci passo di nuovo e tento il colpaccio!
Ma voi che scarpe comprate questa primavera?

Yes or No?

DSC_0932Oggi vi sottopongo un altro quesito, questa volta parliamo di borse! mi è capitato di vedere questa borsetta nelle vetrine di Max&co, il marchio più accessibile di Max Mara.

Si tratta di una minibag, una borsetta dalle dimensioni ridotte che pare andrà molto di moda questa primavera. Alcune mi piacciono (tipo questa) ma il mio cruccio è sempre il solito, non c’è abbastanza spazio per tutto quello che normalmente mi porto dietro: già solo portafoglio, telefono, chiavi di casa, fazzoletti non so se ci entrano, figuriamoci quando ho dietro anche le chiavi della macchina. Sigh.

Ma torniamo a noi. Questa minibag è molto carina nelle sue linee essenziali e colori pieni. Ciò che ha attirato la mia attenzione è la tracolla gioiello. E’ un dettaglio che raramente si trova sulle borse, relegando pietre e cristalli ad altri accessori.

Devo dire che mi piace, anche se ho dei dubbi sulla comodità e durevolezza di una tracolla del genere. Ah, per chi fosse interessata costa 129€, tutto sommato accessibile.
Voi che ne pensate delle tracolle gioiello?

 

Yes or No?

DSC_1067Rieccoci con un nuovo appuntamento della rubrica Yes or No? : oggi vi sottopongo un modello di calzatura che definire controverso è un eufemismo. Parliamo di scarpe olografiche!

La tomaia olografica si contraddistingue per cambiare colore e riflesso a seconda di come viene colpita dalla luce. Certamente non è un effetto che passa inosservato.

Spesso, ahinoi, viene utilizzato su scarpe poco eleganti, cheap, e riesce a farla apparire ancora peggio di quanto non siano XD
Ma. C’è un MA. Il modello che vi presento io è una decolletè con apertura asimmetrica, punta sfilata, tacco sottile. Devo dire che il modello mi piace e in un qualsiasi altro colore l’avrei trovato molto carino.

Qui l’effetto olografico è, come sempre, evidente e dà un tocco di estrosità alla scarpa; se normalmente lo boccio, qui non mi dispiace così tanto. Certo, ribadisco che non passa inosservato ma se abbinato bene, come unico particolare strano in un outfit più sobrio e misurato, può essere una carta vincente.

DSC_1068

Altra foto per mostrarvi il brand, Gianni Marra. Il prezzo è poco invitante, 199€, anche se allineato con quelli delle altre calzature di questo marchio. Sarà sicuramente di qualità ma io personalmente non spenderei una cifra del genere per un paio di scarpe che rappresentano un puro sfizio…

Cosa ne pensate delle scarpe olografiche? e di queste di Marra? 🙂

 

Lolita Milano – autunno 2014

20140925_100442

Uno dei lati negativi del non frequentare più le lezioni è il trascorrere poco tempo a Milano e quindi non essere più informata delle novità presenti nei negozi (perlomeno delle catene che da me non ci sono). L’ultima volta ne ho approfittato per passare da Lolita Milano e ammirare le loro coloratissime ballerine.

Ho trovato una vetrina molto curata e simpatica, la cassettiera è carinissima! Inoltre ho notato qualche novità rispetto alla mia ultima visita: le ballerine con la stampa del pizzo e un modello in suede più morbido di quello classico.

20140925_100447

 

20140925_100510

20140925_100518

Ma non è finita qui: sapevo che già da qualche stagione Lolita Milano stava introducendo tipologie differenti di calzatura: scarpe col tacco, stivali, slippers.. Quest’anno pare siano tornati di moda gli anfibi e le scarpe stile Dr. Martens e il negozio ha deciso di proporre qualcosa per soddisfare anche la clientela più attenta alle mode..

20140925_100401

20140925_100412

Ammetto che non sono molto il mio genere ma quei fiorellini su sfondo nero hanno il loro perchè!

Vi piace questo nuovo trend? avete mai provato invece le classiche ballerine di Lolita Milano?

Kiko – Dark Heroine (foto e swatches)

Post live da Milano Marittima. . Ho visto la nuova collezione Kiko e volevo condividerla con voi! Le foto sono fatte e sistemate dal cellulare, siccome non ho certo dietro il pc!

image

Prima parte dell’espositore, con un siero illuminante, blush in stick e illuminante in stick, due terre (scusate,  la luce del negozio non me le ha fatte prendere bene).

image

Qui sopra gli swatches dei blush e dell’illuminante in stick. Che delusione,  sono molto poco pigmentati!!

image

Le palette di ombretti: interessanti la 1 e la 3, quasi tutte contengono colori matt e colori glitterati. I matt sono scriventissimi, i glitterati hanno poca pigmentazione.

image

image

Adesso vi mostro il reparto matite: ci sono matite sottili automatiche e matitoni grossi..purtroppo mancavano dei tester..

image

image

Qui sopra gli swatch di ciò che c’era! Le matite automatiche (quelle sottili) sono molto belle. I due marroni si differenziano perché uno contiene glitter dorati e l’altro rosa.

image

Infine i rossetti e gli smalti, entrambi ormai onnipresenti in tutte le collezioni limitate di Kiko!
Spero questo post vi sia utile ^^

Lolita Milano: summer sales

Post programmato, sono a Londra! non temete, il blog non si ferma e appena trovo il wifi cerco di rispondere ai commenti ^^

L’ultima volta che sono andata a Milano per sostenere un esame mi sono anche dedicata a un giretto esplorativo per vedere come procedevano i saldi (nonchè per gratificarmi del voto eheh) e tappa obbligata è stata Lolita Milano 😉

Ad essere sincera mi aspettavo sconti un pò più consistenti ma la maggior parte della merce arrivava a malapena al -25%; qualcosa di più scontato c’era ma proprio pochino. Vediamo qualche foto 🙂

20130717_153110

 

Parto dai miei articoli preferiti: ballerine strassate e iper luccicanti!! *.* non credo di dovervi ripetere che si tratta di scarpe in vera, morbidissima pelle, (e made in Italy) per cui i prezzi non proprio bassi sono anche giustificati. Comunque, non sono adorabili quelle lilla e lime? mi piacciono davvero taaanto ❤

20130717_153226

 

Passiamo agli sconti grossi: ballerine intrecciate con captoe e fiore decorativo in punta. Non sono una da blu ma trovo che in questo colore rendano davvero tanto 🙂 anche il taupe non è per nulla male! Sulla sinistra potete intravedere un modello traforato con fiocco in raso, azzurre o rosa: mi attiravano un sacco anche loro.

20130717_153136

 

Reparto sandali flat: dai modelli più spartani a quelli più elaborati e graziosi (il fiocchettino!! *.*), senza dimenticare un tocco di leopardato che ci sta sempre per movimentare un outfit  basic 🙂 Personalmente non mi piacciono i modelli a infradito che lasciano il piede libero, ma puramente per un fattore di mia pianta larga, che non sta molto bene! Un piede magro può portarle tranquillamente.

20130717_153125

 

Un’altra carrellata di sandali rasoterra: davvero carini quelli con l’incrocio di listini sul collo del piede, specie in verde acqua, ma anche il modello con fascia sulle dita e cinturino alla caviglia mi piace molto 🙂 Per le infradito vale il discorso fatto sopra.

20130717_153148

 

Non si dica che Lolita Milano pensa solo alle scarpe basse! Come sempre  troviamo sandali con tacco e plateau, ma c’erano anche modelli zeppati. Ce n’è davvero per tutti i gusti, per chi preferisce intrecci lavorati e chi invece segue la filosofia del less is more e guarda all’essenziale. Io non so proprio scegliere 😉