Le ciabattine glamour dell’estate 2018

Sembra davvero che il modello di scarpa casual dell’estate sia la ciabattina slip-on: personalmente non mi piace granchè, ma non posso esimermi dal parlare di un trend solo perché non rientra tra i miei gusti. Praticamente ogni brand che produce scarpe ha inserito nel suo range almeno un modello di ciabattina, dalle più semplici a quelle “da sera”, colorate o neutre, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ecco una piccola selezione che potreste anche trovare in saldo, online e nei negozi fisici.

Parto da quelle più eleganti, che potrebbero essereindossate anche di sera, per illuminare un oufit magari basic senza bisogno di salire sui tacchi. Forse.

1 . Zara: con fascione intrecciato super brillante oro e argento, per chi non vuole passare inosservata (55,95 € ma in saldo c’è solo il modello blu e oro) qui.

2 . Asos Design – mod. Florina: in raso cipria, con decorazione floreale composta da maxi paillettes nere (38,99€ in saldo a 26,99€) qui.

3 . Bershka: in eco camoscio rosa cipria, arricchita da una pioggia di perline argentate (29,99€ in saldo a 17,00€) qui.

4 . Lost Ink: sabot cipria con perle e perline, per essere chic senza sforzo (62,99€ in saldo a 37,49€) qui.

Questa invece è una selezione più colorata e “da giorno”, per chi intende indossare le ciabattine senza farsi troppi problemi.

1 e 2. H&M: ciabattine con fiocco morbido in raso, con fiori blu oppure a tutto campo giallo canarino (19,99€, le gialle in saldo a 13,99€) qui.

3 . Asos: con tomaia azzurro metallizzato a pieghe (33,99€).

4 . Bershka: scamosciate color salmone e tacco colorato (19,99€ in saldo a 9,99€) qui.

Vi farete conquistare dalle ciabattine? quali sono i vostri modelli preferiti? 🙂

Le infradito spiritose dell’estate 2018

L’estate è ormai arrivata (anche se a Milano oggi non si direbbe) e torna prepotente la necessità di acquistare le infradito per il mare/piscina. C’è chi le cambia ogni anno e c’è chi tiene le stesse per tante stagioni. E poi ci sono io, che le rompo dopo tre giorni di utilizzo!

Ho cercato un po’ online e mi sono accorta di un paio di trend per le infradito “spiritose”: niente serietà in questo post, solo idee per chi non sa fare a meno di comprare accessori con immagini buffe 😀

Nella prima foto potete vedere la selezione fenicotteri: ho già in mente un paio di persone che esulteranno (Franciii!) e io sono qui per questo, per tentarvi e farvi comprare ciò che volete.

Da sinistra verso destra abbiamo: i fenicotteri di H&M, che a me ricordano un po’ delle uova all’occhio di bue (7,99 €), quelli di OVS (5,99 €) e infine quelli più seri di Piazza Italia (2,95 €).

I fenicotteri non fanno per voi? A parte essere delle persone senza cuore, ho pronta per voi l’alternativa: i cactus. Io adoro le piante grasse e sono molto felice di questa piccola invasione di piantine spinose.

Da sinistra verso destra abbiamo: il cactus Free Hugs di terranova (7,99 €), quelli bicolori di OVS (5,99 €) e dinuovo terranova con stampa all over (7,99 €).

Ancora non siete convinte? Ma siete incontentabili!

Allora vi propongo un’ultima selezione-bomba: entrambe le infradito qui sopra sono di H&M e costano 7,99 €. Abbiamo dei fantastici unicorni da mare con salvagente annesso oppure dei classicissimi ananas che fanno subito estate.

E poi entrambe hanno le fascette (o cinturini? Come si chiamano??) glitterate, così non potete dire che non sarete glamour anche in spiaggia ahahah

Voi da che parte state? Team infradito spiritose o seriose?? 🙂

Verso i saldi: scarpe lilla e lavanda

Meno di due settimane ai saldi! Quest’anno, causa il poco tempo del weekend, mi sto preparando un piano di battaglia fatto di ricognizioni online, appunti di prezzi e foto, così da arrivare preparata e non prendere fregature inaspettate.

Nei miei giri online ho notato che questa primavera sono stati proposti diversi modelli di calzature declinati in un lilla e lavanda pastello. Si tratta di un colore ahimè non semplicissimo da abbinare, ma molto delicato e capace di dare un tocco soft e non scontato anche ad un outfit total black.

Siccome però non è una tonalità che usiamo ogni giorno, mi è sembrato un peccato comprare a prezzo pieno: quale migliore occasione dei saldi, dunque, per concedersi uno sfizio senza troppi sensi di colpa?

Nella foto sopra potete vedere alcune proposte che ho selezionato:

1 . Sneakers di Levi’s, modello Malibu S: perfette per i look più casual e effortless, in tela lilla e para bianca (44,99 € su Zalando qui).

2 . Decolletées Barca: forma classica e tacco 7 in camoscio (99 €, qui).

3 . Decolletées Aldo, modello Stessy: ormai un evergreen del brand, declinato in ecopelle lucida (79,99 € su Zalando qui).

4 . Sneakers H&M: in satin con mega fiocco sulla tomaia (24,99 € qui).

5 . Sandali Aldo, modello Cally: sandalo minimal con tacco a stiletto (64,99 € su Zalando qui).

6 . Decolletées Doothy Perkins, modello Essie: le slingback di moda adesso, dalla forma un po’ vintage e tacco 8 cm (31,99 € su Zalando qui).

7 .  Sandali Asos, modello Taiya: con comodo tacco largo da 5,5 cm, per stare comode (38,99 qui).

8 . Ballerine Pretty Ballerinas, modello Ipnotic: in pelle con fiocco in corda (129,99 € su Zalando qui).

Ma a voi il lilla piace? comprerete scarpe lilla coi saldi? 🙂

In ufficio con eleganza grazie a Motivi

Se c’è un problema che non avevo prima di iniziare a lavorare in ufficio è sicuramente la lunghezza degli orli delle gonna. Detta così può sembrare catastrofica , o peggio addirittura moralista, ma lasciate che vi spieghi.

Premesso che nessuna di noi si sognerebbe di presentarsi in ufficio con la minigonna (o almeno, questa mi sembra un’assodata regola di buon gusto, legata soprattutto al contesto lavorativo), mi sono accorta che la maggior parte dei vestiti commercializzati dalle grandi catene si ferma all’incirca a metà coscia. E’ una lunghezza assolutamente lecita e ragionevole, tuttavia personalmente non mi sento del tutto a mio agio poiché da seduta (cioè per il 90% del mio orario lavorativo) la lunghezza ‘a metà coscia’ si riduce a ‘minigonna’ – come tutte avrete avuto modo di notare nella vostra vita.

Ditemi che non sono l’unica pazza che fa questi ragionamenti.

Forse ci vuole anche un’altra premessa: ovviamente le mie considerazioni sono dettate dalla mia esperienza, dato che dove lavoro la tendenza è comunque quella di vestirsi piuttosto bene (come in tutti gli studi professionali diaciamo).

Da qui il mio desiderio di cercare abiti che, da in piedi, arrivino appena sopra il ginocchio, dato che al di sottotrovo accorcino troppo la figura e richiedano di default il tacco.

Ebbene, la lunghezza ‘appena sopra il ginocchio’ è merce rara di questi tempi. Io stessa, negli ultimi 2-3 anni, son riuscita a comprare ben pochi abiti di questo tipo.

Se come me condividete questo cruccio esistenziali, vi informo che nelle mie peregrinazioni sul web mi sono imbattuta nel sito di Motivi (che tutti conoscete) e ho trovato pane per i miei denti.  Sebbene Motivi non sia un brand che mi faccia impazzire (trovo sia troppo caro rispetto alla qulaità e spesso veste piccolo), ho notato che questa primavera/estate ha in catalogo qualcosa di interessante, che vedete nelle varie immagini di questo post.

I prezzi sono vari e oscillano tra i 69 euro e i 99 euro (a prezzo pieno, a volte risultano scontati). Alcuni abiti costano di più perché fanno parte della collezione “ceremony dress”.

Quindi ora vi chiedo: vi piacciono questi abiti? Li mettereste per andare in ufficio? Come vi vestite voi nel contesto lavorativo? 🙂

Talk about: Costumi con le maniche

Non riesumavo questa rubrica da un po’ ma mi è capitato sottomano un tema interessante quindi mi son detta che era ora.

Oggi parliamo nuovamente di costumi da bagno e nello specifico chiedo la vostra opinione sui costumi con le maniche, come esemplificato dall’immagine sopra.

Si tratta di bikini top a fascia ai quali sono applicate due manichine tubolari, cucite solamente per un piccolo tratto di stoffa. Ovviamente il tessuto dei costumi è elastico, per cui potrete muovervi senza temere di rompere le cuciture, ma… fino a che punto sono comodi davvero?

Qui non parliamo di estetica ma soprattutto di comodità: come si può vedere per il costume blu a fiori di Tezenis (mod. Rock Lady, 12,90 €) e quello rosso di Asos (22,90 €), alzando un po’ le braccia si va a tirare la cucitura, non dico limitando i movimenti ma insomma credo che proprio comode non si sia.

Ovviamente la solfa non cambia nemmeno col variare del modello: quello azzurro è Yamamay (mod. Gea, 29,95 €) mentre quello a righe rosa e bianche è Calzedonia (mod. Ivy, 30 €).

Cosa ne pensate di questi costumi con manica incorporata? Vi piacciono, li comprereste? 🙂

L’estate delle api preziose

Avevo già fatto un post sull’abbigliamento e accessori con le api, le più attente di voi si ricorderanno sicuramente, per tutte le altre andate qui a vederlo!

Oggi continuiamo la serie ‘apifera’ ma ci concentriamo sui gioielli più o meno preziosi 🙂

Comincio subito da Pandora, che poco tempo fa ha lanciato la collezione Pandora Shine, una nuova finitura data dall’argento Sterling placcato in oro 18k. I primi gioielli Shine sono stati creati ispirandosi al mondo delle api e degli alveari, come testimoniano le cellette esagonali presenti su collane, bracciali, orecchini e anelli. Prezzi da 19 euro (l’elemento Petite) a 199 euro (la collana choker).

Anche Swarovki ha ideato una piccola selezione con le api, la serie Lisabel. Un anello (149 euro), una collana girocollo con doppio pendente (99 euro) e una collana lunga (149 euro) placcati in oro e coperti in pavè, per creare dei gioielli luminosissimi, quasi abbaglianti!

Infine una selezione mista, sempre con le api a fare da protagoniste: abbiamo due pendenti dai prezzi alquanto variegati, quello dorato di Morellato (14 euro) e quello in argento Tiffany (160 euro). Proseguiamo con i braccialetti, argentato per 2Jewels e oro rosa per Kidult (entrambi 39 euro). Infine come non menzionare i classici bracciali Nomination, che vantano una selezione quasi infinita di placchette per comporli, tra cui ovviamente non potevano mancare le decorazioni con le api (da 22 a 40 euro).

Vi lascerete “pungere” da questa tendenza delle api?? 🙂

La delicatezza del bikini Audrey di Calzedonia

L’altro giorno stavo iniziando a dare un’occhiata ai vari siti di produttori di costumi (Calzedonia, Tezenis e Yamamay perlopiù) quando, sul sito di Calzedonia, tra la vastissima collezione di quest’anno mi sono imbattuta nel non plus ultra della sobrietà: il modello Audrey che potete vedere qui sopra.

Fa parte di una selezione di capi denominata “Special Edition” e il claim sulla pagina dedicata recita:

Scopri l’esclusiva Beachwear Special Edition! Chic ed elegante, vivi l’estate con i capi più esclusivi della stagione.” Ok.

Il nome Audrey fa subito pensare ad Audrey Hepburn, icona di stile, eleganza e bon ton… Tutte caratteristiche che questo modello mi pare non avere!

Il tessuto metallizzato stile disco dress non promette nulla di buono, poi abbinato ai pizzi neri lingerie non viene certo sdrammatizzato. Aggiungiamo una trasparenza in tulle nero a pois sul decolletè e il danno è fatto.

Anzi, non contenti hanno optato per una bella brasiliana sul didietro, così per alleggerire il tutto (nel senso di togliere ulteriori pezzi di stoffa).

Diciamo che i singoli elementi in sé non sono totalmente da bocciare, ma il loro abbinamento scriteriato li rende l’emblema della tamarraggine (passatemi il termine). Mi stupisce che Calzedonia, che solitamente propone tanti modelli ma sembre di buongusto, abbia commercializzato un modello simile, tanta finezza me la sarei aspettata da marchi più votati a trashate del genere…

Nell’improbabile caso in cui vi foste innamorate di questo costume, sappiate che il top è in vendita a 50 euro e la brasiliana a 30 euro.

Ma voi indossereste questo modello Audrey di Calzedonia??

La borsa romantica di Mango con le rose rosse

Questo post piacerà molto alle più romantiche… o alle amanti dei fiori.

Oggi vi presento una borsetta di Mango che sarebbe molto basic, quasi noiosa, se non fosse per un piccolo dettaglio.

Infatti parliamo di una borsa a tracolla dalle dimensioni piuttosto contenute (17x13x6 cm), in vernice nera, dalla forma squadrata e con tracolla a catenella. La tracolla, come spesso accade, presenta un rinforzo in ecopelle all’altezza della spalla, che la rende meno scomoda quando indossata.

Il dettaglio di cui vi parlavo prima risiede proprio in questo punto: si tratta di quattro rose rosse, sempre in ecopelle, che fanno bella mostra di sé dando un tocco di colore, eccentricità e anche romanticismo all’accessorio.

Devo dire che non mi dispiace questo insieme, proprio perché coniuga una parte molto basic a una più esuberante, riequilibrandole a vicenda. Ammetto però che potrei avere dei dobbi sulla comodità di avere delle rose molto in rilievo sulla spalla, però mi è difficile giudicare senza aver mai provato una cosa simile.

In caso foste interessati all’acquisto, come dicevo sopra la borsa è di Mango e la trovate sia nei negozi fisici, sia in quello online (qui) al prezzo di 35,99 €.

Vi lascerete conquistare dal potere delle rose rosse? 🙂

Zara e la borsa a pesce

Zara quest’anno sta proponendo delle scarpe davvero belle, peccato lo stesso non si possa dire per le borse, o meglio… per alcune borse. Anzi, forse chiamarle “borse” è fin troppo azzardato.

Oggi vi propongo una vera chicca: la borsa-pesce!!

…. vi lascio un minuto per riprendervi…

Dicevamo, zitta zitta tra le millemila proposte di Zara della sezione borse troviamo anche una clutch (o minaudière, come la chiamano sul sito) a forma di pesce.

La clutch è in polimetacrilato di metile e la catenella è in rame. A vedere l’immagine frontale pensavo (speravo!) che la pancia del pesce fosse stata fatta un po’ spessa, invece le foto da aperta hanno confermato che si tratta di una borsa davvero sottile. Sinceramente dubito molto che un cellulare di medie dimensioni ci entri… Allora chiamiamolo porta-carte, non borsa.

La cosa che più mi ha sconvolta, oltre al fatto che questa borsa fosse collocata nella sezione Donna (la trovate qui) e non in quella, più adatta, Bambina, è il prezzo: 29,95 euro. Praticamente trenta euro per una borsettina di plastica trasparente a forma di pesce?

Ora voglio proprio sentire cosa ne pensate! scatenatevi! 😀