Make me powder and light

DSC_7553Parlando con Jesslan abbiamo deciso di continuare con le serie di prodotti (qui la scorsa puntata sui blush) e questa volta ci occuperemo di ciprie e illuminanti!
Inizialmente mi è venuto il panico perchè di cipria ne ho una sola, poi ho realizzato che invece di illuminanti ne avevo qualcuno in più e fortunatamente potevo scriverci qualcosa XD

DSC_7558

La cipria è l’ All about matt! di Essence. E’ una cipria compatta che si presenta di colore bianco ma una volta applicata è perfettamente trasparente. Trovo che opacizzi bene ma dopo qualche ora ovviamente svanisce, cosa che però mi capita con qualsiasi prodotto analogo. In ogni caso ne basta veramente poca per ottenere l’effetto desiderato.

DSC_7561 - Copia

DSC_7566 - Copia

Per quanto riguarda gli illuminanti, di propriamente detti ne ho tre: la Trilly Fairy Dust di Madina (che avevo recensito qui, agli albori del blog, e anche qui), le perle della limited edition Cookies&Cream di Essence e l’ I love Runway sempre di Essence. Tra i tre preferisco nettamente quello in penna, che è più pratico e preciso; Trilly non mi dispiace, ha buone prestazioni ma lo uso poco mentre le perle sono una ciofeca atomica. Perchè? Perchè non scrivono, non rilasciano il colore se non col contagocce, non danno luminosità, niente… un peccato, perchè sono così carine da vedere ç.ç
Oltre a questi, per illuminare l’angolo interno dell’occhio o l’arcata sopracciliare uso lo Skinny Fit Kajal di Kiko (recensito qui, anche lui una mezza ciofeca) e l’ombretto Universal Beige n.08 di Sephora.

Adesso andiamo a scoprire cos’ha Jesslan nel suo stash.. e chissà di cosa parlemo la volta prossima!

Make me blush

DSC_7434

Qualche giorno fa mi son messa a riordinare  il mio stash cosmetico e ho riunito tutti i blush. Io soffro di blushite compulsiva e mi aspettavo di possederne un numero tendente a +∞ .. invece ho scoperto di averne sì tanti ma meno di quanti pensassi XD Ho quindi uozzappato Jesslan per farle vedere e le ho chiesto lei come fosse messa! Insomma alla fine abbiamo deciso di scriverci un post.

Dopo averci pensato un po’ su ho deciso di presentarveli dividendoli per tonalità, ad esclusione di quelli in crema che ritengo facciano una categoria a sè. Comincerei proprio da questi.

DSC_7435
Essence: blush gelée della limited edition Vampire’s Love. Complicato da sfumare, l’effetto macchia è sempre in agguato. L’ho imparato ad apprezzare in caso di bisogno di altissima tenuta (tipo sotto il casco).
Kiko: pure pleasure creamy blush n.06 firebrick twist. Me l’ha regalato proprio Jess, è un colore inusuale per me, trovo sia molto invernale.
Be Chic: blush cremoso gote&labbra. Faceva parte di un set, è molto delicato e naturale.
Madina: Revolution sublime touch blush n. 65744 délice. Anche questo dà un effetto naturale.
Beauty Collection: blush. In allegato a non so più che rivista, sembra scuro ma in realtà è assolutamente sheer e modulabile.
Max Factor: miracle touch creamy blush n.18 soft cardinal. Comprato a Berlino, ha ottime prestazioni.
Kiko: glow touch lips&cheeks n.02 icy watermelon. Me l’ha regalato Chiara di Claire Louise Oxford, ha un profumo biscottoso!
Maybelline: dream bouncu blush n.20 peach satin. Me l’ero fatta portare dagli Usa, è soffice e delicato.
NYX: rouge cream blush n.08 hot pink. Longlasting, il colore molto acceso costringe a sfumarlo molto bene.

DSC_7437

Kiko: sun bronzing blush n.03 beyond coral. Mi aveva colpito così tanto che quando era uscito l’avevo preso a prezzo pieno! I tre colori permettono di dosare l’intensità del colore senza problemi.
W7: make me blush Zara. Comprato a Londra, è un bel corallo prepotente e ne basta proprio poco!
Essence: Vintage District blush . Pensavo fosse bicolore invece ce n’è un terzo nascosto sotto al dorato.
The Balm: hot mama! Eh, èbbbello e in fin dei conti delicato.
Sleek: blush n.926 rose gold. Acquistato anche lui a Londra, è un colore davvero stupendo!
Astra: fard cotto seta pura n.05. Uno dei più vecchi, usatissimo.

DSC_7438

Shaka: fard camouflage. una polvere multicolore che dà un bell’effetto luminoso.
MAC: mineralize blush Solar ray. La componente dorata è dominante, lo definirei quasi un illuminante!
Catrice: defining duo blush n.030 pink grapefruit shake. Interessante la combinazione di una parte matt e una shimmer.
Bottega Verde: fard cotto. Faceva parte della limited edition Tropical Rhapsody, è un po’ troppo polveroso per i miei gusti.
L.A. Girl: blush Just pinched. L’ho usato davvero poco ed è un peccato, il colore è un bel rosa acceso.

DSC_7439

Nouba: blushon bubble n.48. Era un errore, volevo un ombretto rosso e, da inesperta del make up (anni fa!) non mi sono accorta di aver preso un blush. Va beh, in fin dei conti è un bel colore.
Sleek: blush by 3 n.365 flame. Comprata quest’anno a Lisbona grazie a un megasconto Sephora. Il primo colore è utilizzabile come bronzer, col secondo non ho ancora fatto amicizia (è un rosso matt), il terzo è ordinaria amministrazione 😉
Markwins International: un duo blush+highlighter preso a Barcellona, la parte borgogna è molto bella.

E basta! Da tutto ciò si deduce che: 1)quando viaggio porto a casa solo blush e 2)no shimmer no party! 😀

Voi come siete messe a blush?? fatemi sentire meno sola..