Le ciabattine glamour dell’estate 2018

Sembra davvero che il modello di scarpa casual dell’estate sia la ciabattina slip-on: personalmente non mi piace granchè, ma non posso esimermi dal parlare di un trend solo perché non rientra tra i miei gusti. Praticamente ogni brand che produce scarpe ha inserito nel suo range almeno un modello di ciabattina, dalle più semplici a quelle “da sera”, colorate o neutre, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ecco una piccola selezione che potreste anche trovare in saldo, online e nei negozi fisici.

Parto da quelle più eleganti, che potrebbero essereindossate anche di sera, per illuminare un oufit magari basic senza bisogno di salire sui tacchi. Forse.

1 . Zara: con fascione intrecciato super brillante oro e argento, per chi non vuole passare inosservata (55,95 € ma in saldo c’è solo il modello blu e oro) qui.

2 . Asos Design – mod. Florina: in raso cipria, con decorazione floreale composta da maxi paillettes nere (38,99€ in saldo a 26,99€) qui.

3 . Bershka: in eco camoscio rosa cipria, arricchita da una pioggia di perline argentate (29,99€ in saldo a 17,00€) qui.

4 . Lost Ink: sabot cipria con perle e perline, per essere chic senza sforzo (62,99€ in saldo a 37,49€) qui.

Questa invece è una selezione più colorata e “da giorno”, per chi intende indossare le ciabattine senza farsi troppi problemi.

1 e 2. H&M: ciabattine con fiocco morbido in raso, con fiori blu oppure a tutto campo giallo canarino (19,99€, le gialle in saldo a 13,99€) qui.

3 . Asos: con tomaia azzurro metallizzato a pieghe (33,99€).

4 . Bershka: scamosciate color salmone e tacco colorato (19,99€ in saldo a 9,99€) qui.

Vi farete conquistare dalle ciabattine? quali sono i vostri modelli preferiti? 🙂

La Cremerie – Super Struccante

Avevo ricevuto questo struccante al Cosmoprof 2017  e, lo ammetto, me ne ero dimenticata. Qualche tempo fa, avendo finito il bifasico che uso in combinazione con la micellare di turno, l’ho ripescato dal cassetto e dopo averlo utilizzato per qualche mese sono pronta a parlarvene.

Innanzitutto due parole sul brand: La Cremerie non è un marchio che capita di vedere in giro, dal momento che sembra vendano solo attraverso canali professionali e online (qui il loro shop ufficiale). Si caratterizza per prodotti deluxe, naturali in media al 98-99%. Con nostro grande dispiacere non sono stati presenti all’ultimo Cosmoprof, e il loro stand colorato e allegro ci è un po’ mancato.

Ma bando alle ciance, siamo qui per parlare di uno struccante, anzi del Super Struccante!

Come vedete, il packaging è piuttosto semplice: flaconcino in plastica trasparente, erogatore a pompetta chiuso da un sigillo di sicurezza e un’etichetta con le informazioni essenziali. Sulla scatolina di cartone esterna è invece riportato il grosso delle informazioni, inci compreso.

Il sistema di erogazione non è ad “aspirazione” con cannula che scende fin sul fondo del flacone ma è a pressione, poichè la paratia di fondo si innalza ad ogni pompettata, facendo salire il liquido contenuto.

Il liquido in questione è un olio, composto da olio di semi di girasole e da estratti vegetali (calendula, borragine, abete e papaya), insieme all’aggiunta di acido lattico. Il profumo è fruttato, molto dolce.

SI può utilizzare applicandolo direttamente sul viso e massaggiandolo per sciogliere il trucco, tuttavia io preferisco usarlo su di un dischetto di cotone che poi andrò a frizionare sugli occhi per togliere eyeliner e mascara perlopiù. Ovviamente essendo un olio va poi eliminato con una micellare o col sapone.

Mi sono trovata bene perchè strucca bene anche i prodotti waterproof. Il sistema di erogazione è intelligente anche se migliorerei la potenza del getto che è un po’ violento e non dosabile.

Qui sopra potete trovare l’inci, che è molto corto e molto chiaro (bravi!).

Info tecniche: sulla reperibilità vi ho già edotto sopra, vi dico anche che il flaconcino è da 50 ml e non c’è il pao ma una vera e propria scadenza (nel mio caso, marzo 2019). Il prezzo di listino è 40,99 euro, un po’ troppo alto secondo me, anche se c’è da dire che gli ingredienti sono ottimi.

Conoscevate già La Cremerie e i suoi prodotti naturali? Amate gli olii struccanti? 🙂

Le infradito spiritose dell’estate 2018

L’estate è ormai arrivata (anche se a Milano oggi non si direbbe) e torna prepotente la necessità di acquistare le infradito per il mare/piscina. C’è chi le cambia ogni anno e c’è chi tiene le stesse per tante stagioni. E poi ci sono io, che le rompo dopo tre giorni di utilizzo!

Ho cercato un po’ online e mi sono accorta di un paio di trend per le infradito “spiritose”: niente serietà in questo post, solo idee per chi non sa fare a meno di comprare accessori con immagini buffe 😀

Nella prima foto potete vedere la selezione fenicotteri: ho già in mente un paio di persone che esulteranno (Franciii!) e io sono qui per questo, per tentarvi e farvi comprare ciò che volete.

Da sinistra verso destra abbiamo: i fenicotteri di H&M, che a me ricordano un po’ delle uova all’occhio di bue (7,99 €), quelli di OVS (5,99 €) e infine quelli più seri di Piazza Italia (2,95 €).

I fenicotteri non fanno per voi? A parte essere delle persone senza cuore, ho pronta per voi l’alternativa: i cactus. Io adoro le piante grasse e sono molto felice di questa piccola invasione di piantine spinose.

Da sinistra verso destra abbiamo: il cactus Free Hugs di terranova (7,99 €), quelli bicolori di OVS (5,99 €) e dinuovo terranova con stampa all over (7,99 €).

Ancora non siete convinte? Ma siete incontentabili!

Allora vi propongo un’ultima selezione-bomba: entrambe le infradito qui sopra sono di H&M e costano 7,99 €. Abbiamo dei fantastici unicorni da mare con salvagente annesso oppure dei classicissimi ananas che fanno subito estate.

E poi entrambe hanno le fascette (o cinturini? Come si chiamano??) glitterate, così non potete dire che non sarete glamour anche in spiaggia ahahah

Voi da che parte state? Team infradito spiritose o seriose?? 🙂

Elgon presenta i nuovi haircare travel kit

Ho avuto occasione di conoscere Elgon l’anno scorso e da allora mi sono innamorata dei loro prodotti della linea Imagea, soprattutto gli shampoo che sono delicatissimi e non mi irritano la cute con la mia splendida dermatite XD Al Cosmoprof di marzo invece ci hanno presentato qualche novità e ora finalmente a Milano ho potuto vedere le novità estive, che vi anticipo essere moooolto interessanti!

La foto sopra rende bene l’idea del clima estivo e rilassato nel quale siamo state accolte da Elgon 🙂

Vi dicevo dei travel kit: si tratta di ben quattro diversi set composti da tre elementi, shampoo, balsamo e un trattamento. Poichè sono una persona molto pratica, vi dico anche che ognuno di questi kit ha un costo accessibilissimo, solo 19 euro.

I kit sono studiati per rispondere alle esigenze specifiche di ogni donna nella stagione in cui i capelli vengono più stressati. Il caldo, infatti, porta necessariamente a lavaggi più frequenti e, quando arriva il momento di partire, il sole, il vento e la salsedine li rendono più soggetti a indebolimento e a perdita di luminosità. Ecco perchè è ottimo anche il formato travel, che rispetta le normative in termini di quantitativo dei liquidi.

KIT ARGAN: Per una massima idratazione e una lucentezza assoluta, con olio di Argan e Pantenolo. Contiene ARGAN SHAMPOO SUPREMO (100ml) e una di ARGAN CONDITIONER SUPREMO (100ml), entrambi caratterizzati da proprietà antiossidanti e da un’azione unica in grado di idratare, detergere e illuminare la chioma. A questi si aggiunge ARGAN OLIO SUPREMO (30ml), perfetto per disciplinare e proteggere i capelli, donando un finish setoso.

KIT SUBLIMIA: con Bacche di Goji, Pantenolo, Tè rosso e Proteine della Seta, per prootti multitasking con ben 10 benefici. In particolare   Sublimia è in grado di: disciplinare le lunghezze, favorire un’azione antietà, rendere il capello più facile da lavorare rendendo più duratura la piega, proteggere dal calore e dai raggi UV, dare lucentezza e idratazione, districare, dare corpo ed evitare lo sbiadimento del colore. Si tratta di SUBLIMIA HAIR DD SHAMPOO (100ml), SUBLIMIA HAIR DD CONDITIONER (100ml) e SUBLIMIA HAIR DD CREAM (70ml).

COLORCARE DELICATE TRAVEL KIT: contiene COLORCARE DELICATE SHAMPOO (100ml) e COLORCARE DELICATE CONDITIONER (100ml), perfetti per idratare e proteggere i capelli mantenendoli sani e brillanti. Per dare un ulteriore boost di luminosità nel Kit è previsto anche AFFIXX LIGHT DROPS (65ml), un prodotto di styling lucidante e protettivo in grado di donare una brillantezza immediata, eliminando l’effetto crespo.

COLORCARE RE-ANIMATION TRAVEL KIT: contiene COLORCARE REANIMATION SHAMPOO (100ml) e COLORCARE RE-ANIMATION PACK (100ml) che, con cheratina vegetale, garantiscono extra nutrimento e n’azione riparatrice e ricostruttiva, perfetta per chi ha i capelli colorati, secchi o danneggiati. Anche in questo Travel Kit l’azione illuminante è garantita da AFFIXX LIGHT DROPS (65ml).

Ho trovato questi kit molto carini e utili, non solo per i viaggi ma anche per provare nuovi prodotti senza rischiare che la full size non ci entusiasmi. Sono convinta che ogni brand dovrebbe mettere in catalogo dei kit in minisize per venire incontro alle esigenze di tutti i clienti.

Conoscevate già Elgon? vi incuriosiscono questi prodotti? 🙂

Psp #75: June

1 . Parisienne – Lin Exance shampoo secco ai semi di lino: dovrei farci una review prima o poi. In ogni caso, uno dei tanti shampi secchi che ho provato in questi anni e che ogni tanto ricompro se è in offerta. Senza infamia e senza lode direi.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

2 . Neutro Roberts – Deodorante dermazero 0%: deodorante unisex senza sali di alluminio, alcool né parabeni. Non mi ha macchiato i vestiti e ha prestazioni nella media.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

3 . Yves Rocher – Aqua micellare lenitiva 2 in 1 Sensitive Végétal: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

4 . Bath & Body Works – Body lotion Jingle all the way: crema corpo al burro di karitè della collezione natalizia. Bellissima da vedersi (quando piena) perchè presentava una doppia spirale colorata, una bianca e una verde glitter. Inci pessimo e idratazione medio-bassa, però buonissimo profumo.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

5 . Primark – PS Deep cleansing wipes: review e inci qui.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

6 . Diesel – Fuel for life: prosegue molto lentamente il mio progetto di smaltimento di campioncini di profumo, ora ne ho solamente millesettecentoventi meno uno XD Questo Diesel non mi ha esaltata.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . Bionike – Defence Elixage contour: crema contorno occhi e labbra. L’ho usata solo come contorno occhi perché non sento l’esigenza di utilizzare un contorno labbra. Non ho visto grandi differenze dopo l’utilizzo,

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Sephora – Charcoal nose strip: strisce per naso al carbone, mi è piaciuta (perché è una monodose) perché ho visto effettivamente che è riuscita a tirar fuori qualche impurità. Mi sa che col 20% me le prendo ancora!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

9 e 10 . Bath & Body Works – Conditioner e lotion White Citrus: campioncini di balsamo e crema corpo dell’hotel di New York dello scorso anno. Profumo molto buono, floreale, ingredienti non pervenuti ma presumo pessimi dato che il brand non è particolarmente attento a questo aspetto.

Li consiglio: no
Li ricomprerò: no

11 . Avon – Kajal: matita marrone di mille anni fa, la usavo per le sopracciglia. Ottima durata se usata in questo modo, perché invece nella rima interna non ha mai scritto per niente e sulla palpebra era leggerissima. La potete vedere in questo post.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

12 . Tony Moly – I’m Real red wine mark sheet: dico sempre che le maschere Tony Moly non mi eslatano, questa però aveva qualcosa di diverso… non tanto la funzione, perchè doveva essere “pore care” (cura dei pori) e invece come al solito era fresca ma nulla più, ma perché profuma di vino. Giuro. Anche il mio fidanzato mi ha annusata mentre era in posa e se n’è accorto ahahah Insomma una buona idea regalo per sollevare gli animi 😀

La consiglio: si
La ricomprerò: si

Verso i saldi: scarpe lilla e lavanda

Meno di due settimane ai saldi! Quest’anno, causa il poco tempo del weekend, mi sto preparando un piano di battaglia fatto di ricognizioni online, appunti di prezzi e foto, così da arrivare preparata e non prendere fregature inaspettate.

Nei miei giri online ho notato che questa primavera sono stati proposti diversi modelli di calzature declinati in un lilla e lavanda pastello. Si tratta di un colore ahimè non semplicissimo da abbinare, ma molto delicato e capace di dare un tocco soft e non scontato anche ad un outfit total black.

Siccome però non è una tonalità che usiamo ogni giorno, mi è sembrato un peccato comprare a prezzo pieno: quale migliore occasione dei saldi, dunque, per concedersi uno sfizio senza troppi sensi di colpa?

Nella foto sopra potete vedere alcune proposte che ho selezionato:

1 . Sneakers di Levi’s, modello Malibu S: perfette per i look più casual e effortless, in tela lilla e para bianca (44,99 € su Zalando qui).

2 . Decolletées Barca: forma classica e tacco 7 in camoscio (99 €, qui).

3 . Decolletées Aldo, modello Stessy: ormai un evergreen del brand, declinato in ecopelle lucida (79,99 € su Zalando qui).

4 . Sneakers H&M: in satin con mega fiocco sulla tomaia (24,99 € qui).

5 . Sandali Aldo, modello Cally: sandalo minimal con tacco a stiletto (64,99 € su Zalando qui).

6 . Decolletées Doothy Perkins, modello Essie: le slingback di moda adesso, dalla forma un po’ vintage e tacco 8 cm (31,99 € su Zalando qui).

7 .  Sandali Asos, modello Taiya: con comodo tacco largo da 5,5 cm, per stare comode (38,99 qui).

8 . Ballerine Pretty Ballerinas, modello Ipnotic: in pelle con fiocco in corda (129,99 € su Zalando qui).

Ma a voi il lilla piace? comprerete scarpe lilla coi saldi? 🙂

In ufficio con eleganza grazie a Motivi

Se c’è un problema che non avevo prima di iniziare a lavorare in ufficio è sicuramente la lunghezza degli orli delle gonna. Detta così può sembrare catastrofica , o peggio addirittura moralista, ma lasciate che vi spieghi.

Premesso che nessuna di noi si sognerebbe di presentarsi in ufficio con la minigonna (o almeno, questa mi sembra un’assodata regola di buon gusto, legata soprattutto al contesto lavorativo), mi sono accorta che la maggior parte dei vestiti commercializzati dalle grandi catene si ferma all’incirca a metà coscia. E’ una lunghezza assolutamente lecita e ragionevole, tuttavia personalmente non mi sento del tutto a mio agio poiché da seduta (cioè per il 90% del mio orario lavorativo) la lunghezza ‘a metà coscia’ si riduce a ‘minigonna’ – come tutte avrete avuto modo di notare nella vostra vita.

Ditemi che non sono l’unica pazza che fa questi ragionamenti.

Forse ci vuole anche un’altra premessa: ovviamente le mie considerazioni sono dettate dalla mia esperienza, dato che dove lavoro la tendenza è comunque quella di vestirsi piuttosto bene (come in tutti gli studi professionali diaciamo).

Da qui il mio desiderio di cercare abiti che, da in piedi, arrivino appena sopra il ginocchio, dato che al di sottotrovo accorcino troppo la figura e richiedano di default il tacco.

Ebbene, la lunghezza ‘appena sopra il ginocchio’ è merce rara di questi tempi. Io stessa, negli ultimi 2-3 anni, son riuscita a comprare ben pochi abiti di questo tipo.

Se come me condividete questo cruccio esistenziali, vi informo che nelle mie peregrinazioni sul web mi sono imbattuta nel sito di Motivi (che tutti conoscete) e ho trovato pane per i miei denti.  Sebbene Motivi non sia un brand che mi faccia impazzire (trovo sia troppo caro rispetto alla qulaità e spesso veste piccolo), ho notato che questa primavera/estate ha in catalogo qualcosa di interessante, che vedete nelle varie immagini di questo post.

I prezzi sono vari e oscillano tra i 69 euro e i 99 euro (a prezzo pieno, a volte risultano scontati). Alcuni abiti costano di più perché fanno parte della collezione “ceremony dress”.

Quindi ora vi chiedo: vi piacciono questi abiti? Li mettereste per andare in ufficio? Come vi vestite voi nel contesto lavorativo? 🙂

Lush presenta il nuovo negozio “naked” a Milano

Un po’ in ritardo rispetto all’evento, vi parlo finalmente dell’apertura del negozio Lush in Via Torino 42 a Milano… o meglio, ri-apertura poiché il negozio è stato chiuso per un po’ di tempo per permettere il completo rinnovamento dei locali sulla base del nuovo concept Lush.

Da sempre Lush promuove uno stile di vita più etico e naturale, limitando gli sprechi e l’inquinamento. Con questo nuovo negozio, Lush si mette completamente “a nudo”, rinunciando a tutti i packaging di plastica (per quanto si trattasse già comunque di plastica riciclata) : tutti i prodotti venduti in Via Torino sono infatti prodotti solidi e nudi.

Non troverete quindi nemmeno gli shampii, balsami, creme e gel doccia in forma liquida, poiché avrebbero comportato l’uso necessario di un imballaggio. Li troverete invece in forma solida, come già da qualche tempo abbiamo avuto modo di vedere su determinate referenze.

Il simbolo di questo nuovo corso (che tuttavia non è ancora chiaro se soppianterà i ‘vecchi’ negozi Lush) è una piccola taratruga verde, dal nome “Turtle”: si tratta di una jelly bomb, cioè di una bomba da bagno che trasforma l’acqua in simil-gelatina e inoltre rilascia piccoli filamenti di alghe agar agar che ricordano la plastica che purtroppo galleggia nei nostri mari. Lush ha voluto così dare un segnale forte per attirare l’attenzione su questo problema e sensibilizzare tutti i suoi clienti sul tema.

Tra i vari prodotti solidi troviamo gli shampii che si arricchiscono di nuove referenze e di un nuovo contenitore che si aggiunge a quelli in latta: si tratta di un contenitore di sughero, davvero bellissimo secondo me, anche perché è utilissimo per assorbire l’umidità del panetto bagnato senza lasciarlo in ammollo!

I gel doccia invece abbiamo già avuto modi di conoscerli in forma solida e ora li troviamo dimezzati, per comodità soprattutto di conservazione. I saponi invece si arricchiscono di nuovi modelli tridimensionali e coloratissimi, grazie all’utilizzo della stampa 3D. I detergenti viso mi lasciano invece un po’ perplessa, perché sono mollicci e non è ancora chiaro come possano essere venduti senza packaging, se non obbligando il cliente a comprare un contenitore di latta.. sono però fiduciosa che da Lush risolvano anche questa piccola insidia 😉

Tirando le somme devo dire che l’idea di fondo è ottima e lodevole, nonché in linea con quello che è sempre stato l’ideale di Lush. Un negozio sostenibile e etico, specie se conosciuto come Lush, può davvero servire per cercare di smuovere le coscienze e sensibilizzare tutti sul grande tema dell’ecologia. E mi raccomando, se passate da Milano fermatevi a dare un’occhiata al negozio, sono sicura che vi piacerà! 🙂

Talk about: Costumi con le maniche

Non riesumavo questa rubrica da un po’ ma mi è capitato sottomano un tema interessante quindi mi son detta che era ora.

Oggi parliamo nuovamente di costumi da bagno e nello specifico chiedo la vostra opinione sui costumi con le maniche, come esemplificato dall’immagine sopra.

Si tratta di bikini top a fascia ai quali sono applicate due manichine tubolari, cucite solamente per un piccolo tratto di stoffa. Ovviamente il tessuto dei costumi è elastico, per cui potrete muovervi senza temere di rompere le cuciture, ma… fino a che punto sono comodi davvero?

Qui non parliamo di estetica ma soprattutto di comodità: come si può vedere per il costume blu a fiori di Tezenis (mod. Rock Lady, 12,90 €) e quello rosso di Asos (22,90 €), alzando un po’ le braccia si va a tirare la cucitura, non dico limitando i movimenti ma insomma credo che proprio comode non si sia.

Ovviamente la solfa non cambia nemmeno col variare del modello: quello azzurro è Yamamay (mod. Gea, 29,95 €) mentre quello a righe rosa e bianche è Calzedonia (mod. Ivy, 30 €).

Cosa ne pensate di questi costumi con manica incorporata? Vi piacciono, li comprereste? 🙂