Lush presenta Gorilla Gallery vol. IV

Ogni appuntamento con Lush è sempre un po’ magico: sarà l’atmosfera di festa e di convivialità, saranno i profumi e l’entusiasmo che si percepiscono, ogni volta che partecipo ad un evento so già che sarà una bella esperienza.

Qualche tempo fa ho avuto il piacere di visitare la Gorilla Gallery, uno spazio allestito ad hoc per celebrare la collezione di fragranze Lush giunta ormai alla Quarta edizione. La location scelta è stata lo Spazio Atelier in Corso Como 5 a Milano, ma l’evento in realtà era parte di un vero e proprio tour che ha toccato anche Berlino ed Edimburgo e si prepara ad approdare in Nord America.

I quattordici nuovi profumi presenti nel Volume IV sono stati presentati ricreando le situazioni e le emozioni che hanno portato alla loro creazione. Le note olfattive sono forti e sono state scelte per evocare ciascuna determinati eventi e le installazioni artistiche della Gorilla Gallery stimolano i sensi dello spettatore e lo immergono in un’esperienza totalizzante.

Come vi raccontavo, le fragranze sono venute alla luce prendendo spunto dai viaggi e dalla quotidianità dei mastri profumieri Lush, Mark  e Simon Constantine, e del fotografo/film maker Hal Samples, con un passato ricco di storie da raccontare.

CARDAMOM COFFEE è legato al viaggio intrapreso da Simon, in cui ha potuto sperimentare sulla propria pelle l’accoglienza e la convivialità anche di persone che non temevano di condividere il poco che avevano con gli altri. Il caffè al cardamomo è tipico dei paesi arabi ma mantiene in comune con il ‘nostro’ caffè il momento di aggregazione che ne consegue.

RENTLESS è una fragranza composta da patchouli, pompelmo e tonka e si ispira alla vera storia di Tachowa Covington, un senzatetto (o “rentless”, senza affitto, come suggerisce Lush) che un giorno decise di stabilirsi in una cisterna d’acqua abbandonata in un campo e di farne la propria casa. Col tempo la arredò con oggetti di fortuna, rendendola ospitale e calda. Tuttavia, un giorno l’artista Banksy passò di fianco a questa cisterna e vi scrisse sopra “This looks a bit like an elephant” (sembra un po’ un elefante). Come potrete immaginare, la cisterna fu immediatamente notata e acquisì valore, per cui il suo abitante fu sfrattato e si ritrovò rentless, di nuovo.

SELF-ESTEEM MACHINE con le sue note di mandarino, pompelmo e vaniglia ci ha trasportati in un universo frizzante e gioioso in cui divertirci, essere noi stessi e aumentare la nostra autostima. E’ questo l’intento della Self-Esteem machine che è stata ricreata nella forma di una cabina fotografica simil-discoteca anticipata da un baule pieno zeppo di travestimenti che siamo stati invitati ad indossare per scattare la foto qui sopra 🙂

Ovviamente non mi è possibile descrivere qui tutte le fragranze che abbiamo potuto annusare e le relative storie che sono loro legate. Spero comunque di essere riuscita a trasmettervi un po’ dell’atmosfera che ho respirato durante l’evento e vi invito a passare nelle botteghe Lush per scoprire tutti i profumi delle Gorilla Gallery 🙂

4 thoughts on “Lush presenta Gorilla Gallery vol. IV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...