Fish Shoes

Argomento insolito, scarpe e pesci 😀

Gli stilisti l’hanno più volte preso in considerazione, e i modelli più fortunati sono stati subito copiati.

Capostipite di questo modello fu Sergio Rossi aka DioDelleScarpe: prese il motivo della scaglia di pesce e lo piazzò su sandali e stivaletti, con e senza strass. Fiorirono subito, ma anche ora a distanza di tempo, le copie spudorate: nell’immagine sopra, le sue e quelle di Lola Cruz e Roberta Farc.

Sotto, altri modelli di Sergio Rossi:


Passiamo a Monsieur Louboutin: con le sue Poseidon ci ha fatto sospirare.. perchè diciamocelo, non sono stupende?


Poi ci sono gli estrosi: Zanotti, che del pesce tiene solo la lisca e la rende preziosissima, Frisoni che raffigura allegri pesciolini sul tessuto e Caovilla che preferisce granchi e conchiglie.


Infine, scendendo dai tacchi, troviamo le scarpe da ginnastica, o sneakers, come volete chiamarle: c’è chi nasce già “pescioso” (Vans e Tiger), e chi lo diventa, con un pò di creatività (su DeviantArt ci sono dei lavori favolosi!) 🙂


Poi va bè.. se proprio non ce la fate più e volete mettervi le infradito… queste fanno al caso vostro! XD

4 thoughts on “Fish Shoes

  1. Le infradito a forma di pesce! XDDDD Le voglio, devono essere mieeeee! *_* XDDDDD
    Scherzi a parte, se dovessi scegliere una scarpa squamata sarebbe arduo decidere quale comprare (avendone la possibilità): le Sergio Rossi per me sono le più belle, ma sbavo anche sulla lisca di Zanotti e sulle Poseidon di Louboutin, il sandalo di Caovilla invece ha troppi granchi e conchiglie. u_u
    Accidenti, mi hai fatto venire una voglia di mare pazzesca! XDDD

    Mi piace

  2. Louboutin ha realizzato un paio di scarpe in pelle di pesce se non erro di trattava di carpa, quelle sono orribili sul serio!! I modelli delle prime foto mi piacciono tutti, quelli delle ultime due un pò meno, ehehe!

    Mi piace

  3. Giuseppe Zanotti viene dall’Emilia-Romagna, una regione che e’ famosissima per le sue tradizioni culinari. Basta dire «Bologna» – e la memoria subito fa vedere queste appetitose immagini: lasagne, tortellini, ragout alla bolognese. Per non menzionare il famoso prosciutto di Parma, il canonico aceto balsamico di Modena che costa piu’ del cognac ed il formaggio piu’ conosciuto al mondo – parmigiano. Dove c’e’ parmigiano ci sono anche piatti abbondantemente conditi con esso, verdure cotte al forno, fantastici ripieni per tortelli e ravioli! Tutti questi simboli italiani si travano sui bei quadri del pittore dell’arte culinaria – il nuovo chef di Falcone Giuseppe Zanotti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...