Le novità di Natale di LUSH

Siamo quasi a Natale!!! *.* per molti di voi probabilmente sarà presto ma io sono già in spirito super natalizio e leggere i comunicati stampa delle collezioni natalizie mi mette di buonumore 😀 Oggi ci dedichiamo alla ricchissima collezione LUSH.

Il Natale 2017 di Lush sarà più che mai naked: l’80% della collezione natalizia è infatti composta da prodotti solidi e nudi, una scelta determinante volta a rinunciare il più possibile al packaging nel nome della sostenibilità. La strada percorsa dal brand inglese verso una sempre più imponente rinuncia del packaging ha già dato nel corso degli anni alcuni importanti frutti: basti pensare all’esempio degli shampoo solidi, fiore all’occhiello delle creazioni Lush, che tra gennaio 2015 e gennaio 2016 ha permesso di evitare la creazione di 5.890.925 flaconi di plastica.

La foto sopra mostra tutte le ballistiche che troverete a breve nei negozi: alcune vi sembreranno familiari perchè sono riedizioni degli anni passati, come la Luxury Lush Pud con l’agrifoglio (che vi avevo recensito qui), mentre altre sono novità di quest’anno, come Christmas Sweater (rossa con le renne bianche) o Snow Fairy, la jelly bomb rosa con decori bianchi che rilascia una gelatina emoliente a base di alginato di sodio.

Anche il reparto spumanti da bagno è particolarmente ben fornito: ritroviamo gli spumanti a bacchetta, super divertenti, e delle sfiziosissime new entries come Man in the moon a base di lime e neroli che rilascia brillantini dorati, Christmas Eve che crea montagne di schiuma all’ylang ylang e gelsomino, o ancora My two front teeth, coi dentoni che profumano di lavanda, tonka e vaniglia.

La collezione invernale e natalizia include anche ben tre oli da bagno: Star light star bright, la stella argentata con lime, zenzero e lavanda, Tree-D con olio di mandorle, pompelmo e clementina e infine Snow Angel, che coniuga la rosa damascena con una cascata di finissimi brillantini argentati.

Ho inserito in questa selezione anche un FUN, un prodotto multiuso corpo-capelli composto di una speciale pasta modellabile: si chiama Snow Fairy e permette ai più creativi di trasformarlo in una fatina 🙂

Infine tre prodotti labbra: Santa Baby, il balsamo colorato solido tondo, Black rose, uno scrub labbra solido e Santa Baby (stesso nome, prodotto diverso), un classico scrub labbra rosso.

Una veloce carrellata dei mille saponi che Lush mette in campo questo Natale, tra cui i miei preferiti sono sicuramente quelli agli agrumi (Christmas Citrus verde coi filini all’interno e Shooting stars verde con la stella).

Potete vedere qui sopra anche e due gelatine da doccia, entrambe già proposte l’anno scorso: Snowman il pupazzo di neve al bergamotto e Santa’s belly con il cinturone di Babbo Natale.

Una novità è invece Butter Bear, la saponetta a forma di card che si attiva una volta che entra in contatto con l’acqua.

Siamo quasi alla fine: nella foto sopra ho riunito le creme corpo, di cui vedete gli swatch colorati, gli scrigni brillantinati, il detergente granulare Buche de Noel e il panetto di scrub Salt and peppermint bark.

Parliamo un attimo degli scrigni brillantinati: sono la luna viola e la stella rosa, e altro non sono che panetti di burro di cacao idratante con due buchi sulla superficie che, una volta forati, liberano polvere scintillante. Strepitosi!

Concludiamo con i bagnoschiuma, per la precisione Shower gel e shower cream. Quest’anno c’è davvero l’imbarazzo della scelta e le profumazioni sono per tutti i gusti. Le tre confezioni della prima riga sono disponibili nel formato classico da 250/275 ml mentre per quelle della seconda riga potete fare scorta col formato da ben 500 ml!

Vi farete tentare da qualche coccola natalizia Lush? 🙂

Guerlain – Multi-perfecting concealer

L’anno scorso mi son trovata davanti per la prima volta il buono da 30€ che viene riservato alle clienti Sephora Gold in occasione del compleanno: dopo molti rimuginamenti sono giunta alla conclusione che volevo spenderli per qualcosa di utile, quindi non l’ennesimo blush o palette di ombretti.

In quel periodo stavo terminando il mio correttore quotidiano: quale migliore occasione per provare un prodotto che utilizzo tutti i giorni (e per il quale normalmente non spendo più di tanto)?

La scelta, dopo un luuungo giro in negozio, è ricaduta sul Multi-perfecting concealer di Guerlain. Volevo un prodotto di lusso, e Guerlain era uno dei tanti marchi di cui ho sempre voluto provare qualcosa.

Tra le tre tonalità disponibili ho scelto la più chiara, 01 clair doré/light warm che risulta essere leggermente più chiara del mio incarnato: non esageratamente, ma quel tanto che basta ad illuminare la zona (che era l’effetto che cercavo).

La confezione è molto semplice, si tratta di un tubetto in plastica opaca rosata (color pelle) chiuso da un tappo a vite nero. Le scritte su di esso sono stampate in nero, tranne il marchio Guerlain che è dorato. Ammetto che per un cosmetico di fascia alta mi sarei aspettata un packaging più lussuoso, ma tant’è.

Il prodotto è erogato tramite un beccuccio, che permette di dosarlo molto bene. Il correttore è fluido, quasi cremoso, e ne basta poco per ottenere un buon effetto. Si sfuma molto bene sia con le dita che con la spugnetta (io avevo la mini beauty blender da provare) e si fonde alla perfezione con la pelle.

Personalmente non ho grandi problemi di occhiaie, se non saltuariamente, e il Multi-perfecting Concealer riesce ad uniformare la zona donando subito un aspetto meno stanco.

Unico nota negativa: questa estate, quando la mia pelle risultava leggermente abbronzata, ho dovuto sospendere l’utilizzo perché dopo l’applicazione la zona delle occhiaie risultata grigiastra – evidentemente il mio tono di pelle abbronzata cozzava con il colore del correttore.

Sulla scatolina esterna di cartone, che ho tenuto per comodità, è riportato l’inci (che vedete qui sopra) e il pao, che viene indicato di soli 6 mesi. Sinceramente lo uso da più tempo e non ho riscontrato cambiamenti perciò non vedo il motivo di una scadenza così breve.

La confezione contiene 12 ml di prodotto e viene venduta ad un prezzo che generalmente si attesta intorno ai 30 Euro.

Avete mai provato il correttore Multi-perfecting di Guerlain? Avete prodotti Guerlain da consigliarmi? 🙂

CREATE YOUR OWN LIPGLOSS con Essence da OVS

Una novità nel mondo Essence…crea il tuo, solo tuo, lipgloss personalizzato scegliendo il colore, il gusto, il profumo e l’intensità del glitter.

Non è una favola, si potrà realizzare il proprio lipgloss in 5 store OVS in Italia: si parte da Milano, il 4 e 5 novembre all’OVS di Corso Buenos Aires 21 ma il viaggio continuerà nelle prossime settimane a Padova, Roma, Napoli e Reggio Calabria.

Hai sempre sognato di poter creare un cosmetico completamente “tuo”? Allora approfitta dell’occasione e vai da OVS, troverai un’attrezzatissima work station Essence, indosserai un camice, degli occhiali, dei guanti e… inizierai il tuo percorso come un vero chimico.

Tra colori, essenze e glitter, creerai il TUO lipgloss che potrai personalizzare con gli stickers che più ti piacciono.

Scopri di più seguendo Essence e OVS sui rispettivi canali social e attraverso l’hashtag ufficiale #essencexovs.

Sei pronta a liberare la tua creatività? 🙂

Psp #67: October

HAPPY HALLOWEEN!!

1 . Fresh&Clean – Salviettine milleusi White musk: classiche salviettine rinfrescanti che uso a pole dance per togliere velocemente la magnesite dalla pelle dopo la lezione. La confezione rigida con tappo le preserva belle umide, cosa che le confezioni con linguetta adesiva non sempre fanno.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

2 . Balea – Spray on Trocken Shampoo: review e inci qui

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

3 . Fria intima – salviettine pocket delicate: con estratto di calendula e ph attivo 5.5. Le ho trovate delicate anche se non molto imbevute.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

4 . Essence – All about matt! Fixing compact powder: cipria trasparente (in cialda è bianca ma sul viso la polvere è davvero trasparente) ad azione opacizzante e fissante. L’ho adorata e il fatto che costi pochissimo rispetto ad altre ‘low cost’ me la fa amare ancora di più.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

5 . L’Erbolario – Crema corpo profumata alla camelia: campioncino che avevo da tempo immemore. Una crema fluida, dall’odore delicato che non permane sulla pelle. Come mi è accaduto altre volte, i prodott di questa marca mi sono piaciuti ma non in maniera esagerata, tanto da spingermi ad acquistarli in full size.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

6 . Sephora – Maschera fango purificante e opacizzante: con zinco e rame, si presenta come un fango grigio scuro che all’interno ha delle bucce d’arancia sminuzzate finemente. Una volta applicata, si secca in pochissimo tempo e quando viene rimossa la pelle risulta molto morbida.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

7 . Bottega Verde – Crema corpo Elisir di Cachemire: per darvi l’idea di quanto tempo avesse questo campioncino vi basti sapere che la line anon è più in produzione XD Comunque si trattava una crema fluida che non mi ha particolarmente colpita.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Bottega Verde – Crema mani Riso Venere: continuiamo coi prodotti fuori produzione! XD Campioncino di crema mani al riso venere, antiossidante e nutriente. Non era male, anche se l’ho trovata un po’ pastosa.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

9 . Bulgari – Omnia Paraiba crema corpo: campioncino dal profumo meraviglioso.. quanto vorrei il profumo vero e proprio! Sebbene avessi potuto annusare questa crema per ore, le sue caratteristiche hanno lasciato molto a desiderare, come spesso succede con le creme di questo genere: per nulla idratante e troppo liquida.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

10 . Balea – Tuchmaske mit Aktivkohle-Vlies: maschera in tessuto nera, con carboni attivi e acido salicilico, ad azione purificante e nutriente. Mi è piaciuta, dopo l’uso la pelle era bella morbida!

La consiglio: si
La ricomprerò: si

11 . Pantene Pro-V –  Maschera intensiva ristrutturante 2 minuti: campioncino di maschera per capelli ristrutturante. Pessimo inci, contiene siliconi a go-go… mai più!

La consiglio: no
La ricomprerò: no

Le proposte Asos per Halloween

Halloween: una festa che io personalmente adoro in primis perchè ci si traveste (da piccola non si usava, ma mi facevo bastare Carnevale) e in seconda battuta perchè è una festa macabra – e io non faccio mistero di amare teschi&co!

Se in USA i travestimenti di Halloween sono maggiormente vari, un po’ come il nostro Carnevale, da noi è stata importata quasi esclusivamente la componente paurosa, quindi via libera a streghe, mostri, vampiri contornati da ragnatele e pipistrelli.

In questo post vi darò qualche idea per i vostri travestimenti dell’ultimo minuto, che non richiedono un costume completo ma si accontentano di qualche dettaglio strategico 😉 Per comodità ho deciso di scartabellare su Asos, mio fedele compagno di lunghi pomeriggi noiosi XD

1 . Missguided – Cerchietto in pizzo con orecchie da coniglio e veletta – 7,99€   https://goo.gl/erBfYi
2 . Asos – Fascia per capelli con rose – 7,99€   https://goo.gl/URHeEr
3 . Missguided – Leggings da scheletro – 16,99€   https://goo.gl/HXDQ6a
4 . Asos – Cerchietto con pipistrelli – 7,99€   https://goo.gl/Kuy1ZQ
5 . Asos – Vestito con ragnatela floccata – 18,49€   https://goo.gl/NRmwu8
6 . Asos – Anello con teschio e bara – 6,49€   https://goo.gl/Cgzr8S
7 . Asos – Berretto con zucca – 9,49€   https://goo.gl/nWwSRC

Festeggiate Halloween? Se si, da cosa vi vestirete quest’anno? 🙂

Too Faced: dal make up alle scarpe

Se vi sentite confuse non preoccupatevi: anche io quando ho letto la notizia mi son sentita un po’ spaesata.

Too Faced lo conoscete tutti, è un famosissimo brand cosmetico che tra i suoi prodotti best seller annovera il mascara Better Than Sex – piccola nota personale, sto usando proprio questo mascara e mi piace tantissimo!

La notizia però è che Too Faced ha lanciato una mini capsule collection modaiola composta da una shopper e un paio di scarpe col tacco… e che scarpe!

Si tratta di una decolletée di forma abbastanza classica, con punta, tallone e tacco in ecopelle ricoperti da una cascata di glitter rosa cipria metal (lo stesso colore del mascara!) e tomaia laterale in pvc trasparente. Sulla suola è stampigliata la frase “better than sex” mentre sul tallone sono applicati degli ornamenti a forma di ciglia, entrambi elementi che ricollegano queste scarpe all’iconico mascara.

Sulla suola interna è presente anche la dicitura “MINK”: dato che, com’è ovvio, Too Faced non produce scarpe, per quest’avventura si sono affidati a un brand che di calzature se ne intende. Mink è un marchio americano specializzato in scarpe vegan, che produce esclusivamente in Italia (più info qui).

Come immaginerete, queste scarpe non saranno certo vendute insieme ai cosmetici Too Faced, ma sono già disponibili sul loro sito  alla modica cifra di 225$. Sfortunatamente il sito US di Too Faced non spedisce in Italia, ma se proprio vi interessa acquistare ci sono servizi appositi che ricevono i pacchi in loco e li rispediscono all’estero!

Come vi sembrano queste scarpe? Le comprereste? 🙂

Lush e l’Halloween più profumato che ci sia

Non adorare Lush è davvero impossibile. Sforna prodotti nuovi per ogni occasione, mantenendo ovviamente qualche cavallo di battaglia, e ogni volta è una festa di colori, profumi e sensazioni.

Questo Halloween sarà come “diviso in due”: una prima parte è davvero colorata e allegra, mentre la seconda è più tetra e intonata al lato lugubre della festa.. o almeno questa è l’interpretazione che ho dato io alla collezione! 😛

Nella prima parte, come dicevo, troviamo i colori accesi, come il rosa glitter dello spumante da bagno Pink Pumpkin o il lilla del mostriciattolo Monster’s ball. Anche quest’anno rivediamo il verdissimo Lord of Misrule (sia in versione bomba da bagno che crema da doccia) e la zucca glitter arancione Sparkly Pumpkin. Infine delle spumeggianti new entries sono lo spumante da bagno Bewitched col muso del gattino e la jelly bomb Ectoplasm che promette di trasformare l’acqua in gelatina colorata (voglio provarla!!).

Un nuovissimo trio di prodotti labbra introduce invece la parte più dark di questa collezione di Halloween: si chiamano tutti Black Rose e sono un rossetto nero che a contatto con le labbra diventa rosa intenso, un balsamo labbra (quello tondo) che funziona allo stesso modo e un panetto nero che è uno scrub labbra solido. Sempre a base nera c’è anche il sapone Magic Wand che nasconde al suo interno un brillante arancione zucca, mentre poi ci allontaniamo per un attimo dall’oscurità per passare a Goth fairy, un diavoletto oleoso e brillantinato per idratare il corpo. Il quadrato blu e fucsia che vedete nell’immagine è invece uno dei knot wrap della collezione e si chiama Mystic.

Completano poi questa serie di Halloween un altro knot wrap con un teschio (Rainbow Skull), due regali (Bewitched e Little Pumpkin), un altro sapone (Hedgewitch) e una bomba da bagno a forma di zucca intagliata (Pumpkin).

Ci sono davvero tante novità quest’anno… vi lascerete stregare da qualche prodottino Lush?? 🙂

Biomed – Ingrow gone

Come promesso, eccoci alla seconda review dei prodotti Biomed Organic Skin Care! Ho avuto la possibilità di testare un prodotto un po’ “strano”: si chiama Ingrow Gone ed è una lozione per il corpo che è formulata per combattere i peli incarniti già esistenti e contrastarne l’insorgere.

E’ un prodotto a base di acido salicilico, acido lattico, acido glicolico, acido malico e acido citrico: come potete notare, l’alta concentrazione di questo mix di acidi è alla base della formulazione dell’Ingrow gone. E’ grazie a tali componenti che il prodotto svolge il suo compito: l’effetto è quello di un peeling chimico che elimina lo strato superficiale della pelle e fa quindi fuoriuscire i peli incarniti.

L’utilizzo costante di Ingrow gone non permette quindi alle cellule morte di stratificarsi e bloccare i peli sottopelle, per questo motivo è buona norma applicarlo dopo ogni seduta di depilazione.

La confezione è molto semplice e lineare, come tutti i prodotti Biomed: un flaconcino di plastica bianca opaca recante tutte le scritte con le informazioni d’uso. Il tappo grigio a contrasto è a vite e nasconde un forellino per l’erogazione del prodotto: il foro non ha alcun sistema di ritenuta quindi il prodotto uscirà non appena la confezione viene inclinata. Lo sottolineo perchè mi è capitato le prime volte di premere anche la confezione e ho erogato decisamente troppo prodotto!

La lozione contenuta all’interno è liquida e trasparente: io solitamente la verso sul palmo delle mani e poi la applico sulla zona interessata, frizionandola fino a completo assorbimento.

Una nota sull’odore: sa molto di alcool, che tra l’altro è il primo ingrediente dell’inci, quindi attenzione durante l’uso!

Veniamo infine alla mia esperienza: sono ormai circa a metà della confezione e non ne sono molto soddisfatta. Premetto che non ho particolari problemi di peli incarniti, anche se il silk-epil a volte me ne provoca qualcuno sulle gambe. Anche applicando questa lozione non ho notato cambiamenti nell’insorgenza dei peli incarniti… ovviamente ricordo che tutti i prodotti funzionano in modo diverso da persona a persona, perciò non è scontato che una cosa che su di me non ha effetto risulti invece molto performante su di un’altra!


Qui sopra trovate l’inci con tutti gli ingredienti.

Qualche info pratica: Ingrow gone di Biomed è disponibile in un solo formato da 90 ml, ha un pao  di 12 mesi e un costo di 20€ sul sito dell’azienda (qui).

Avete mai provato i prodotti Biomed? Avete qualche prodotto relativo al post-depilazione da consigliarmi? 🙂

Le nuove maschere monodose di Kiko

Kiko ha da poco lanciato la nuova linea di maschere monodose – o monouso, come volete chiamarle: si tratta di ben dodici maschere in tessuto o hydrogel che vanno incontro ognuna a una necessità cutanea diversa. Dalle più divertenti alle più “preziose”, ecco una panoramica di questa nuova e apprezzatissima uscita di Kiko!

Le prime maschere che vi mostro sono le più divertenti e giocose: sono quattro maschere in tessuto che hanno impressa ciascuna un disegno di animale – panda, tigre, rana o gatto. Sono tutte ad effetto idratante e costano 3,95€ l’una.

Le maschere in hydrogel sono quattro, più una che però è composta in esclusiva dai patch occhi. Ogni maschera ha un effetto diverso: energizzante, idratante e defaticante le tre “normali”, mentre la quarta è dorata ed è illuminante. Anche i patch occhi sono dorati, grazie all’estratto di miele, e sono rivitalizzanti. Le maschere costano 4,95€ l’una mentre i patch occhi 3,95€.

Le ultime tre maschere sono nuovamente in tessuto: due hanno un particolare effetto sul viso (una illuminante grazie a perle di luce e l’altra opacizzante), mentre la terza è al carbone vegetale giapponese. Quest’ultima ha un effetto purificante e opacizzante, è in microfibra nera e a contatto con l’aria crea un mare di bollicine dalle proprietà mattificanti. Queste maschere costano 3,95€ l’una.

Come potete vedere dalla foto in alto, io ho già approfittato di questa nuova uscita e ho scelto la mia maschera… voi cosa state aspettando?? 🙂