2017: il mio primo Cosmoprof

L’ho aspettato per tanti mesi e poi in un attimo è passato! Parlo del mio primo Cosmoprof, un’esperienza magica e impegnativa allo stesso tempo, che ho avuto la fortuna di condividere con amiche e colleghe di blog quali Jess, Francy, Fefy, Martina e Alice.

Sono stati due giorni davvero intensi, abbiamo corso come delle matte in giro per la fiera bolognese per vedere il più possibile, abbiamo parlato con molte aziende interessanti e scoperto prodotti nuovi.

Abbiamo – ovviamente – portato a casa ben più del necessario (qualcuno aveva dubbi?!) ma a nostra discolpa posso dire che il rapporto omaggi/acquisti è ottimo, come potete vedere dalle foto qui sotto:

Posso dire di aver perlopiù comprato maschere viso, scrub corpo e struccanti 😄

Come dicevo, chiaramente ci ha fato piacere ricevere prodotti da provare ma non mento se dico che ho scoperto aziende (sia straniere che italiane) che mi han fatto venire voglia di comprare TUTTO. Purtroppo tanti espositori erano a caccia di rivenditori italiani perciò molti prodotti visti potrebbero non essere reperibili da noi per ancora molto tempo.

Cose da segnalare? Innanzitutto, mai più taxi: a Bologna il servizio è scarso e si traduce in file chilometriche (quando va bene) e abbandono in zone desolate (quando va male… due ore fuori dalla fiera, di sera, senza che uno straccio di taxi o ncc venisse a recuperarci). Poi, ci siamo rese conto che l’anno prossimo le nostre facce campeggeranno fuori dagli stand di maschere coreane, dato che ci han fatto le foto segnaletiche…

foto di Aly 🙂

Arriveranno, con calma, altri post a tema Cosmoprof, in cui vi racconterò qualcosa in più sulle aziende che mi sono sembrate maggiormente interessanti e innovative 🙂

Per ora posso solo dire… grazie alle mie compagne di viaggio e arrivederci all’anno prossimo! ^^

Yes or No?

20170226_104448

Passeggiavo per Firenze guardando vetrine quando ad un certo punto mi sono bloccata davanti al negozio di Miu Miu. Lo stesso brand che anni fa fece uscire la Bow Bag, una borsa che ancora oggi bramo moltissimo, aveva messo in vetrina quelle cose che potete vedere nella foto sopra.

Si tratta di … scarpe? ciabatte? Chi può dirlo.

Prodotte dalla mente malata di qualche designer annoiato (perché mi rifiuto di pensare che Miuccia le abbia concepite), queste trendissime scarpette sono inquadrabili come sabot a punta aperta, ricoperte di eco-shearling e decorate con sobrissime perle o piume e pietre preziose.

Non contenti dell’oscenità già palese della scarpa, è stato aggiunto anche un finissimo strato di pellicciotto sulla soletta interna, che sarà tanto morbido (penso) ma non certo utile:

  • D’inverno non tiene caldo perché si hanno i piedi scoperti
  • D’estate tiene caldo facendo sudare il piede
  • Pulisce le strade, data la lunghezza strabordante

Se non potete farne a meno, le trovate anche online qui, alla modica cifra di 790€, in diverse varianti cromatiche.

Ma chi se le compra, dico io? Aiutatemi a trovare una risposta!

Vitalcare – Shampoo secco Luxury Argan

_dsc0060

Conoscete Vitalcare? È un marchio di prodotti per capelli che, almeno nella mia zona, non è diffusissimo (io lo trovo al CAD). E’ abbastanza economico e non molto pubblicizzato.

Come vi dicevo qualche post fa, sono diversi anni che utilizzo lo shampoo secco: ora che ho trovato la modalità di applicazione più congeniale ai miei capelli posso dire che ogni shampoo secco pulisce bene e non lascia residui. Ecco come procedo:

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli. Et voilà!

Ma veniamo al soggetto di questo post: lo shampoo secco Luxury Argan di Vitalcare. Come dice il nome, contiene olio di argan che dovrebbe rendere i capelli brillanti e morbidi. Luxury Argan infatti è il nome della linea di prodotti dedicati alla cura dei capelli danneggiati e sfibrati, di cui fanno parte shampoo, balsamo, maschera e altre referenze.

La confezione è quella classica di questa tipologia di prodotti: un recipiente cilindrico di metallo, con erogatore spray e tappo in plastica. Il packaging è accattivante, nero con decori oro, e dà un’idea di lusso che ben si coniuga con la presenza dell’olio di argan.

_dsc0065

Purtroppo, questo è uno dei pochi casi in cui mi trovo costretta a bocciare questo prodotto senza pietà. Mi spiego meglio: una volta applicato e seguita tutta la trafila (posa, frizione e spazzolatura), i capelli risultano sì puliti, ma terribilmente secchi e inclini ad annodarsi. Dov’è finita la morbidezza tanto promessa dalla presenza dell’olio di argan?

A guardare bene l’inci scoprirete che l’argan c’è ma è agli ultimi posti della lista degli ingredienti: questo significa che è presente in davvero minima quantità.

La cosa che più mi ha fatto specie è che mai prima di ora mi era capitata un’esperienza simile con uno shampoo secco. Ovviamente, data la tipologia di prodotto, il capello tende ad asciugarsi un pochino, ma per arrivare ai livelli dello shampoo secco Vitalcare bisogna davvero impegnarsi.

_dsc0063

Ecco qui sopra il famigerato INCI.
Questo shampoo secco è disponibile in un’unica versione da 150 ml ed è reperibile ad un prezzo di circa 4,50€.

Avete mai provato i prodotti Vitalcare? 🙂

Bioline Jatò presenta la nuova linea Body Concept [pressday]

Conoscete Bioline Jatò? E’ un’azienda italiana che da oltre 30 ani si occupa di cosmetica professionale, basandosi su una continua ricerca biotecnologica in grado di concepire e produrre prodotti sempre all’avanguardia. Bioline si è sempre distinta per la capacità di comporre linee di prodotti molto varie, così da poter personalizzare i trattamenti in base alle specifiche esigenze di ciascuno.

Partendo da questi presupposti, Bioline Jatò ha da poco presentato la nuova linea Body Concept, un mix equilibrato di competenza ed empatia, professionalità e sensibilità che attiva un vero e proprio dialogo tra l’estetista e la cliente con lo scopo di sentire e comprendere meglio il proprio corpo. Fondamentali come sempre sono le sequenze di manualità che accompagnano l’applicazione dei trattamenti, atte a creare delle vere e proprie ritualità.

La linea di prodotti è composta da trattamenti domiciliari e trattamenti destinati ai centri estetici, tutti accomunati dalla presenza di peculiari complessi funzionali:

  • BLU TECHNOLOGY E CELL-REVERSE SEAWEED. Una particolare alga bruna del Mediterraneo (Sphacelaria scoparia) che, in sinergia con sali marini, escina ed estratti vegetali, garantisce una triplice azione estetica: elimina i liquidi in eccesso, inibisce la formazione di nuovi adipociti e l’accumulo di grassi, migliora il tono e l’elasticità cutanea attivando la sintesi del collagene;
  • LIPOREDUCER COMPLEX. Il complesso Liporeducer Complex si caratterizza per l’utilizzo di una forma estremamente avanzata di veicolazione degli attivi, la cui combinazione sfrutta la migliore penetrazione e il rilascio prolungato per prevenire e contrastare la formazione degli inestetismi legati all’adiposità localizzata;
  • PRO-ELASTICITY COMPLEX. Il Pro-Elasticity Complex combina l’alta affinità dei silanoli (sostanze biologicamente attive che contrastano l’invecchiamento cutaneo) con il derma e l’efficacia d’azione dell’idrossiprolina, un amminoacido precursore della sintesi del collagene. Un’innovativa sinergia formulativa che permette ad entrambi gli attivi di agire negli stati più profondi della cute per ottimizzare la produzione di collagene e elastina, migliorare la struttura e l’organizzazione cutanea, promuovere il ripristino delle riserve naturali di silicio organico della pelle con visibili effetti idratanti e rassodanti.

I cosmetici domiciliari

La linea domiciliare è ulteriormente suddivisa tra prodotti ritual, per concedersi una pausa di relax e benessere quotidiani, e prodotti prime, ideati per rimodellare e donare nuova compattezza al corpo.

RITUAL

  • THALASSO FORCE SCRUB (650 g) con sale marino / olio di mandorle dolci / estratti d’alga
  • EXFODUO GOMMAGE (250 ml) con sabbia nera e rosa della Polinesia / papaya / caffè verde
  • VITALITY GEL DOCCIA (250 ml) con oligoelementi marini / bacche di goji / polynesian lagoon water
  • HYDRASOURCE LATTE CORPO (250 ml) con aloe/ giglio bianco / latte di riso
  • SILKY TOUCH CREMA MANI  (50 ml) con complesso schiarente / melograno/ olio di oenothera

PRIME

  • REDUCELL CREMA ATTIVA (250 ml) con caffeina/ escina fitosoma / olio di mandorle dolci
  • PRO-SLIM CREMA SALINA (250 ml) con sale marino / nocturslim / estratti d’alghe
  • LIPOACTIVE THERMO CREMA (250 ml) con guaranà / arancio amaro / edera
  • SKIN TONE CREMA ELASTICIZZANTE (250 ml) con collagene vegetale / nmf / olio di mandorle dolci
  • PHYTOVITAMIN OLIO SECCO (150 ml) con vitamina A, E / olio di roucou / olio di jojoba
  • NUTRISENSE CREMA BENESSERE (250 ml) con riso/ burro di karitè / smithsonite

I trattamenti professionali

Il percorso Body Concept si articola in cinque fasi, che possono essere seguite in sequenza, per garantire il massimo dell’intensità e della completezza d’azione, oppure combinate a seconda delle esigenze di ciascun cliente. Ogni fase è caratterizzata da prodotti specifici con azioni mirate.

  1. FASE DI ACCOGLIENZA: body beauty experience e bioaromi.
    BIOAROMA RELAXING EQL OIL (50 ml) con patchouly / camomilla/ sandalo/ ylang ylang / timo bianco
    BIOAROMA ENERGY DRN OIL (50 ml) con arancio / limone / niaouly / timo bianco
    BIOAROMA NORMALIZING DTX OIL (50 ml) con ginepro / salvia / limone / tuja
    BIOAROMA SOFTENING DEC OIL (50 ml) con lavanda / camomilla / melissa / sandalo
  2. FASE DI RINNOVO CELLULARE: la forza degli esfolianti
    EXFO MARINE SCRUB CRISTALLI DI SALE (1000 g) con sali del Mar Morto / estratto di centella / estratto di papaya
    GLYCO PEEL AHA FLUIDO RINNOVANTE (200 ml) con acido glicolico / acido ferulico / acido mandelico
  3. FASE ATTIVA: l’azione intensa dei concentrati
    DRN ACTIVE CONCENTRATO ANTI-ACQUA (100 ml) con escina / caffeina / estratto di limone / cell-reverse seaweed
    LIPOACTIVE CONCENTRATO TERMOGENICO (100 ml) con estratto di caffè verde / estratto di guaranà / oleoresina di capsico / liporeducer complex
    TONACTIVE CONCENTRATO ELASTICIZZANTE (100 ml) con vitamina A, B3, C / estratto di ginseng / agl dipeptide / pro-elasticity complex
  4. FASE DI POSA: ridefinire le forme con impacchi e bendaggi
    ALGO DRN FANGO MARINO (1000 g) con estratti d’alghe brune / sali marini / estratto di rusco / cell-reverse seaweed
    THERMOSHAPE FANGO VULCANICO (1000 g) con sabbia vulcanica / estratto di arancio / estratto di ginger / liporeducer complex
    TONE & SHINE IMPACCO FIORI BIANCHI (1000 g) con olio di mandorle dolci / estratto di orchidea / estratto di fior di loto
    SCULPT & DRN BENDAGGIO (3 buste monodose 250 ml con 2 bende per busta) con SCULPT & DRN BENDAGGIO – 3 buste monodose 250 ml con 2 bende per busta con sali marini / estratto di betulla / estratto di caffè verde / cell-reverse seaweed
  5. FASE DI CHIUSURA: avvolgere i sensi con i massaggi
    DRN CELL OLIO (500 ml) con escina / olio di argan / estratto di gingko
    LIPOSHAPE CREMA (1000 g) con olio di caffè / estratto di cannella / estratto di edera / liporeducer complex
    HYDRASOURCE LATTE CORPO (1000 g) con estratto di aloe / estratto di giglio bianco / latte di riso / pro-elasticity complex

   

Avete mai avuto modo di provare i cosmetici Bioline Jatò? 🙂

Too Faced – Shadow Insurance primer

_dsc0079

Ogni tanto anche su questo blog appaiono recensioni di prodotti di marche un po’ più blasonate del normale, ebbene si! 😉

Oggi infatti vi parlo dell’ormai famosissimo primer occhi Shadow Insurance di Too Faced.

La mia versione è una travel size da 5 ml (metà rispetto alla full size), che era compresa in un kit molto carino uscito lo scorso anno da Sephora, ma ovviamente tutte le considerazioni valgono anche per la versione full size.

toofaced

Entrambe le versioni (full size e travel size) sono contenute in un tubetto in plastica morbida azzurra: oltre ad essere il metodo più igienico per conservare un prodotto in crema, trovo che questa tipologia di confezione eviti sprechi perché il prodotto che non si riesce più a far uscire solo spremendo il tubetto è facilmente recuperabile tagliando il tubetto. Se non l’avete mai fatto, provate: rimarrete sorprese dalla quantità di prodotto che rimane all’interno mentre voi pensavate non ce ne fosse più!

_dsc0080

Il primer, come dicevo sopra, è in crema e si presenta lievemente colorato di rosa: questo aspetto permette di avere un lieve effetto uniformante sulla palpebra, attenuando le eventuali discromie che possono esserci. Unica nota stonata: l’odore. Perlomeno nel mio caso, anche appena aperto il primer aveva un odore davvero sgradevole, che fortunatamente non permaneva a lungo sulla pelle.

Le performance dello Shadow Insurance sono davvero ottime: applicato alla mattina resiste senza alcun problema fino a sera. L’ho testato con ombretti in crema e ombretti in polvere (applicati sia asciutti che bagnati) e ha sempre fissato qualsiasi cosa gli si posasse sopra, senza farla entrare nelle pieghette. L’ho utilizzato anche d’estate con temperature piuttosto alte e ha sempre retto benissimo.

20170303_202552

Ecco la foto dell’inci per chi fosse interessato.
Potete trovare i prodotti Too Faced da Sephora oppure online. Lo Shadow Insurance è disponibile normalmente nella versione da 10 ml a 18€.

Avete mai provato questo primer di Too Faced? 🙂

Yes or No?

20170205_162439

L’argomento di quest’oggi potreste averlo capito dalla foto sopra… o forse no, ci sarebbe molto da dire su diversi aspetti!

Ci occuperemo specificamente di una cosa sola: la suola decorata.

I decori sulle suole non sono una cosa nuova o mai vista prima, basti pensare a quelle colorate (le famose suole rosse Louboutin per esempio) o variamente decorate, come le suole in pizzo di Paciotti o quelle con disegni kidult di Irregular Choice.

Ci sono state, magari ve le ricorderete, anche le suole “a stampo” delle infradito che lasciavano impressi messaggi sulla sabbia – non ricordo assolutamente il marchio e internet non mi ha aiutata granchè ma ditemi che non sono l’unica a ricordare la pubblicità!

Le suole di cui ci occupiamo oggi sono però un pochino diverse, hanno delle colorate decorazioni floreali in rilievo che coprono tutta la suola. Esteticamente non sono brutte (le suole, lasciate stare la tomaia… vi assicuro che ce n’erano di peggiori), le trovo allegre e mi spiacerebbe quasi sporcarle 😄

Per completezza segnalo che sono di Prada e fanno parte della capsule collection Crazy Daisies (qui); quelle della foto costano una sciocchezzuola, solo 790€. (WTF)

I miei dubbi riguardano la praticità e il comfort nella camminata, dal momento che se questi decori non sono distribuiti in modo uniforma lungo la suola potrebbero rendere meno stabile la suola.

Ora attendo di conoscere le vostre opinioni, comprereste mai scarpe con la suola decorata?

Bo-Ho – Ombretto n. 107 sienne

_dsc9833

Oggi vi parlo dell’ombretto che mi ha fatto trovare la pace dei sensi per le sfumature calde (perché ho anche quello per le sfumature fredde, ma questa è un’altra storia): è Sienne N. 107 di Bo-ho.

Bo-ho non è un marchio famosissimo, o meglio non lo è se non siete delle fanatiche della cosmesi ecobio. E’ dunque un marchio un pochino più di nicchia, meno pubblicizzato di altri, ma che presenta una gamma di prodotti piuttosto interessanti.

Tempo fa, durante una mia visita in una bioprofumeria della mia città, mi sono soffermata sull’espositore Bo-ho che letteralmente era invaso da ombretti: file e file di colori, tutte le sfumature possibili, il paradiso insomma. Siccome poi io sono curiosa, ho iniziato a swatchare qua e là, scoprendo che si trattava di colori molto pigmentati.

_dsc9843

Alla fine ho acquistato una sola referenza (perché ormai dopo anni di acquisti possiedo un po’ tutti i colori), Sienne, un bel marrone caramello. E’ un colore caldo, proprio quella tipologia di colore che sta bene sulla mia carnagione e che mi fa pensare a Caramel di Nabla, che però non ho mai avuto occasione di testare.

Sulla cialda è inciso il logo del marchio – un fiore stilizzato a quattro petali o una farfalla? chissà – e la confezione esterna è in cartoncino rigido, compatta , leggera e maneggevole. La parte superiore è a incastro ed è trasparente, permettendo di vedere il colore dell’ombretto.

Swatchando il colore con le dita mi ero stupita della particolare scrivenza, e una volta provato col pennello l’impressione è stata la medesima: il colore è intenso fin dalla prima passata, la cialda è leggermente polverosa ma sulla palpebra non c’è fall-out. La texture è strana, chiaramente è polvere ma applicando il colore si percepisce una certa morbidezza che lo fa fondere sulla pelle.

La durata è ottima, io utilizzo sempre il primer per comodità e in questo modo il colore resiste senza alcun problema tutta la giornata senza sbiadire.

_dsc9847-1

La confezione contiene 2,5 g di prodotto, il pao è 12mesi. Questi ombretti si trovano in vendita ad un prezzo variabile ma attestabile intorno ai 10 euro.

Avete mai provato gli ombretti Bo-ho o qualche altro prodotto del brand? 🙂

Batiste – Shampoo secco Tropical

_dsc0013

Ormai mi ritengo un’esperta di shampoo secco, ne ho provati di un sacco di marche diverse in commercio e di ciascuno mi sono fatta un’opinione ben precisa. Alcuni li ricompro sempre, altri solo se in offerta, altri (ma veramente pochi) li boccio e li elimino dall’elenco dei possibili acquisti futuri.

Ma cos’è lo shampoo secco? è un prodotto spray che eroga una sostanza nebulizzata sui capelli. Una volta lasciata in posa, si trasforma da semi-liquida a semi-polverosa, assorbendo l’unto e lo sporco dei capelli. I residui si eliminano spazzolando e i capelli tornano ad essere puliti. E’ comunque un metodo un po’ d’emergenza, che vi permette di tirare avanti una giornata in più senza lavare i capelli o di rendervi presentabili se non potete lavarli per qualche motivo.

Oggi vi parlo di Batiste, da non confondere con Batist (senza E), un marchio inglese specializzato in shampoo secco (qui il sito).

_dsc0018

Batiste ha diverse linee: Fragrance (profumati), Hint of color (leggermente coloranti), Nourish (con L-arginina che fortifica il capello) e Style (una polvere volumizzante).

Finora io ne ho provate solo due varianti: Floral e Tropical, entrambi facenti parte della linea Fragrance. Floral non mi è piaciuto, aveva un odore floreale troppo intenso e chimico. Tropical invece è al profumo di cocco e frutti esotici, ma direi soprattutto cocco. Se vi piace questo profumo, o se come me lo adorate, non potrete non amare anche questo prodotto!

La confezione è quella classica degli shampoo secchi, un cilindro metallico con tappo di plastica ed erogatore spray. Ogni Batiste ha una ‘livrea’ diversa a seconda della profumazione o della funzione: Tropical, molto coerentemente, presenta uno sfondo giallo con fiori tropicali verdi stilizzati.

_dsc0016

Veniamo a qualche info pratica, dato che spesso scopro che tante persone non sanno bene come utilizzare questa tipologia di prodotto. Dall’alto della mia esperienza (XD) ho elaborato quella che secondo me è la miglior tecnica di utilizzo, la più efficace, perlomeno sui miei capelli. E’ un pochino diversa da quella illustrata sulla confezione.

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli. Et voilà!

Come dicevo sopra, ho provato veramente tante marche diverse e utilizzando questo metodo hanno funzionato praticamente sempre tutti. E nessuno ha mai lasciato residui, probabilmente grazie al terzo step dell’asciugamano.

_dsc9999

Qui sopra trovate l’inci.
E’ disponibile in diverse versioni, da 150 ml o 200 ml, io ho la prima che ho pagato intorno ai 3 euro. Ovviamente il prezzo dipende molto dal rivenditore e dalle offerte che propone.

In Italia non mi pare siano reperibili nei negozi fisici, mentre online potete trovarli in diversi siti web – io solitamente acquisto da Maquillalia.

Usate lo shampoo secco? avete mai provato Batiste? 🙂

 

Psp #58: February

_dsc9997

1 . Batiste – shampoo secco Tropical: avevo già provato la versione Floral che aveva una profumazione troppo forte. Questa Tropical invece sa di cocco ed è FANTASTICA! lo shampoo fa il suo lavoro e in più me lo snifferei tutto il giorno..da ricomprare assolutamente! (Review QUI.)

_dsc9999

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

2 . Petit Jardin – crema mani miele e propoli: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

3 . Cotoneve – salviette struccanti 100% cotone: review e inci qui.

Le consiglio: no
Le ricomprerò: no

4 . Tony Moly – I’m Real Avocado Mask Sheet: maschera in tessuto con olio di macadamia, estratto di avocado e di albicocca. Dovrebbe essere nutritiva e un pochino sembra funzionare. Attenzione all’inci, con “mineral oil”, “dimethicone” e “dysodium EDTA” in bella vista.

_dsc99992

La consiglio: si
La ricomprerò: no

5 . Bottega Verde – mascara volume extra black: l’avevo ricevuto da uno di quei siti che mandano campioni di varie marche, pensavo mi aspettasse una mezza ciofeca. Invece si è dimostrato un buon mascara da giorno, nel senso che separa e definisce, forse un pochino allunga, ma non c’è questo ‘extra volume’ che decanta. Tutto sommato un buon prodotto base, direi.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

6 . Lush – Luxury lush pud: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

7 . Pupa – latte corpo Poetic Moments: faceva parte di un set crema + bagnoschiuma di mille anni fa, sono quei regali che lasci lì per un tempo indefinito e poi finalmente usi. Inci non pervenuto, ma non penso fosse granchè. Una normale crema corpo, liquidina in realtà, non particolarmente idratante.

La consiglio: no
La ricomprerò: no

8 . Chilly – salviettine lenitive formato pocket: tengo sempre in borsa un pacchettino di salviettine intime, tornano comode di tanto in tanto. Queste sono delicate, morbide, e gettabili nel wc (caratteristica comoda).

_dsc99995

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

9 . Dermolab – trattamento idratante rimodellante da giorno: con acido ialuronico, faceva parte di un set di minisize. L’ho trovata un pochino pesante infatti l’ho usata come crema notte. Al risveglio la pelle era bella morbida.

_dsc99999

La consiglio: si
La ricomprerò: no

10. John Masters Organics – blood orange & vanilla body lotion: minisize della crema corpo, ha un profumo fantastico di vaniglia, mentre l’arancia si sente poco. E’ un pochino liquida per i miei gusti ma si assorbe in fretta. Difficile giudicare il potere idratante da un formato così piccolo.

_dsc999912

La consiglio: si
La ricomprerò: no