Gli stivali a calza di Deichmann (ispirazione Casadei?)

Rieccoci con un nuovo post fashion: oggi parliamo di scarpe, il mio argomento preferito.

Sicuramente mole di voi ricorderanno gli “stivali” a calza, o con la calza, che Casadei ha proposto la scorsa primavera estate in molti colori sgargianti (azzurro, fucsia, giallo, verde lime.. e nero). In pratica si trattava di una decolletè Blade a cui era attaccata una calza traforata in tinta, con una decorazione di fiocchettini sul retro. Era stato fatto sia il modello al ginocchio che quello thigh-high (alto sulla coscia).

Per le più smemorate, sto parlando di queste scarpe:

Ecco, l’altro giorno navigando sul sito Deichmann alla ricerca di stivali over the knee a tacco basso mi sono imbattuta negli stivali della foto che vedete in apertura di post.

I richiami sono evidenti, quanto evidente è anche il fatto che tra i due modelli esista un abisso.

E’ vero che c’è una decolleté nera a tacco alto a cui è attaccata una calza nera lavorata in pizzo con decorazioni a fiocco… ma è anche vero che le proporzioni sono diverse e la calzatura Deichmann perde inesorabilmente il confronto, risultando decisamente cheap.

D’altronde si tratta di una scarpa da 44,90€ e non certo di una griffe blasonata. Ma a parte tutto… a voi il modello “stivale a calza” piace? 🙂

Dr. Hauschka – Latte detergente

Con incredibile ritardo pubblico questa recensione del latte detergente Dr. Hauschka, che mi era stato regalato al Cosmoprof. Ammetto che il latte detergente non è una tipologia di prodotto che amo usare, alla quale mi sono però approcciata agli inizi della mia “vita cosmetica” poichè mia mamma ne ha sempre fatto uso.

Questo latte detergente è pensato per le pelli sensibili ed è detergente, tonificante e idratante, grazie agli estratti di antillide, olio di jojoba, olio di mandorla e di albicocca.

Il packaging è elegante, la boccetta in vetro trasparente è chiusa da una pompetta di metallo cromato con sistema di bloccaggio. Il prodotto all’interno è chiaramente visibile dall’esterno, caratteristica che apprezzo molto. La texture è cremosa, non troppo densa ma abbastanza compatta. Il profumo è agrumato e dolce, molto buono davvero.

Di norma utilizzo questo latte detergente con un dischetto di cotone, per struccare solo gli occhi: infatti è molto delicato e non brucia nemmeno se ne entra un pochino dentro, nonostante questo è davvero molto efficace e toglie davvero di tutto! Non ci strucco tutto il viso perchè non mi piace usare texture grasse sulla pelle, e questo latte detergente, come tutti i latti detergenti, un po’ lo è.

Dopo l’utilizzo passo comunque l’acqua micellare e poi sciacquo il viso, ma è una mia preferenza personale; è possibile anche non risciacquarlo e beneficiare degli olii contenuti per nutrire la pelle.

Qui sopra potete vedere l’inci, in caso foste interessati.

Questo latte detergente è certificato secondo gli standard NATRUE, è privo di profumazioni, coloranti, conservanti sintetici, oli minerali, siliconi e PEG. Le materie prime sono ottenute, laddove possibile, da coltivazione bio-dinamica, da agricoltura biologica e in condizioni eque.

Si trova in vendita principalmente nel formato full size da 145 m a circa 20-25 euro. Io ho il formato mini da 30 ml che si può spesso trovare nei kit multi-prodotto.

Non c’è stampato il PAO perchè è indicata la data di scadenza vera e propria, che ovviamente cambia a seconda del lotto di produzione.

Avete mai provato il latte detergente Dr. Hauschka o altri prodotti del brand? 🙂

Happy Halloween da Lush!

Un post velocissimo per augurarvi Buon Halloween! Stasera da cosa vi travestirete, streghetta, zombie, fantasma o vampiro?

Io purtroppo quest’anno sarò a casa a invidiarvi… magari mi consolerò facendo un bagno a tema, ovviamente con i prodotti Lush 🙂 D’altronde, se cercate un brand con proposte divertenti, anticonvenzionali ed anche etiche, la scelta è ormai ovvia.

Anche quest’anno Lush propone infatti una collezione ad hoc, tra grandi classici e novità entusiasmanti. Vi cito come esempio Ghost in the dark, il sapone fosforescente a forma di fantasmino, oppure Eyeball, la bomba da bagno a forma di occhio, o anche Ectoplasm, la crema da doccia in versione solida e liquida.

Non so voi, ma io ogni volta che vedo tutti questi prodottini colorati e profumati non so resistere… comprerei tutto il negozio!! Poi però penso che a casa ho scorte per un esercito e soprattutto non voglio rischiare che vadano a male e debba buttarli, e alla fine mi limito a pochi pezzi. In questo modo soddisfo la mia voglia di novità e faccio scelte ragionate.

Voi festeggiate Halloween? Vi farete tentare dalle novità Lush che troverete nei negozi ancora per qualche settimana? 🙂

Psp #79: October

1 . Human+kind – conditioner grapefruit: balsamo per tutti i tipi di capello, nutriente e naturale al 99.6%. Arriva dal Cosmoprof dell’anno scorso e purtroppo devo dire che non mi ha esaltato perchè per i miei capelli non era poi così nutriente.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

2 . Dr Jart+ – crema viso water drop: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

3 . Tesori d’Oriente – doccia crema aromatica Japanese rituals: non male come bagnoschiuma ma il profumo l’ho trovato un po’ troppo forte per i miei gusti.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

4 . Ps… Deep cleansing facial wipes: review e inci qui.

Le consiglio: si
Le ricomprerò: si

5 . Ps… After sun spray: review e inci qui.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

6 . Langhaar Madchen – Trocken shampoo: shampoo secco comprato al DM, ammetto che non conoscevo la marca.  Non l’ho trovato molto performante, al momento sembra pulisca bene ma poi nel corso della giornata l’effetto andava pian piano svanendo.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

7 . Steam Cream: review e inci qui.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

8 . Maybelline – color tattoo 24h n.65 pink gold: review qui. Uno dei migliori ombretti mai provati!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

9 . Essence – Super last eyeliner: decisamente un buon eyeliner, durata fantastica, tratto nero lucido. L’unica pecca era il tempo di asciugatura, forse un po’ lento… se non stavo attenta rischiavo di stampare la riga sulla palpebra superiore!

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

10 . Peter Thomas Roth – pumpkin enzyme mask: ultima del set di tre minisize, maschera ad effetto esfoliante e bioriparatore con enzimi di zucca. Lascia la pelle morbida ma un pochino arrossata, probabilmente contiene qualcosa che mi irrita leggermente.

La consiglio: si
La ricomprerò: no

11. Bottega Verde – bagnodoccia limone e agrumi: un buon bagnodoccia, non secca la pelle, forse la profumazione è un pochino chimica.

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: no

12 . Bottega Verde – latte corpo dalia imperiale: latte corpo molto fluido, dal profumo intenso e speziato. Non idrata tantissimo quindi non mi ha particolarmente colpita.

Lo consiglio: no
Lo ricomprerò: no

13 . Bottega Verde – crema corpo idratante Cremafiori: con magnolia e olio diargan, specifica per pelli secche: una crema che “sa di crema”, sono quei profumi classici che ci riportano alla nostra infanzia 😉 Non è male, non è pesante e si asciuga in fretta.

La consiglio: si
La ricomprerò: si

14 . DM – Dontodent: dentifricio per denti sensibili, acquistabile al DM. Mi era piaciuto il nome ahahah! Comunque è davvero adatto per i denti sensibili e credo proprio che lo ricomprerò anche perchè costa pochissimo.

 

Lo consiglio: si
Lo ricomprerò: si

Primark – Ps… After sun [doposole]

Torno dopo un piccolo stop dovuto a un periodo un po’ di corsa a lavoro e fuori, e mi scuserete se mi presento al 22 di ottobre con la recensione di un doposole XD

Ebbene si, pur avendolo finito qualche settimana fa sono riuscita solo ora a scrivere un articolo in merito.

Vi avevo già parlato dei prodotti estivi, solari (review qui) e illuminante (review qui): lui era l’ultimo che mancava all’appello.

Si tratta di un doposole in spray, contenuto in un flacone abbastanza basic, come d’altronde tutta la linea. L’etichetta è molto grande e riporta tutte le informazioni importanti: ci dice che l’applicazione è facile e uniforme, dona 24 ore di idratazione ed è rinfrescante grazie all’aloe vera.

Il tappo è in plastica semiopaca e l’erogatore è semplice: basta una lieve pressione per generare uno spruzzo impalpabile.

La cosa che mi è piaciuta di più è il profumo (altra caratteristica comune a tutti i prodotti estivi Ps… di Primark), di yogurt ai frutti di bosco! Un profumo davvero inusuale per questi prodotti che è davvero piacevole. Non rimane tantissimo sulla pelle, purtroppo.

L’erogazione, come dicevo, è semplice e permette di effettuare uno spruzzo continuo per ricoprire tutta la nostra pelle.

La crema doposole si assorbe in fretta e non lascia appiccicose, caratteristica che apprezzo sempre molto.

Qui sopra potete vedere l’inci, se interessati.

Ora qualche info tecnica: il doposole Ps… Primark è disponibile solo in questo formato da 150 ml, non ha il pao ma sul fondo è riportata la scadenza (05/2020 nel mio caso). Il prezzo, stampigliato sul davanti, è di 4 euro.

Avete mai provato i prodotti solari e doposole Primark? vi piacciono le profumazioni strane?? 🙂

Bioline presenta la nuova linea De-Sense

Oggi vi parlo delle ultime novità di Bioline: il brand ha infatti presentato da poco la sua nuova linea DE-SENSE instant relief, dedicata alle pelli ipersensibili. A dirla tutta, “pelli ipersensibili” si riferisce sia a chi purtroppo vive questa condizione come normale ma anche a chi si ritrova in determinati periodi ad avere la pelle maggiormente sensibile. Infatti, i comuni agenti esterni (quali inquinamento, radiazioni UV, caldo o freddo eccessivo…) possono causare una maggiore reattività e fragilità della pelle. Anche uno stile di vita malsano o inadeguato alle necessità dell’organismo, fattori psicologici o fattori ormonali possono rendere temporaneamente ipersensibile la nostra pelle.

L’ipersensibilità si manifesta solitamente con un arrossamento cutaneo più o meno evidente del viso, spesso accompagnato da bruciore, pizzicore o prurito. Sono sintomi che creano un certo disagio e che possono essere trattati e prevenuti con qualche accortezza in più.

È importante trattare l’ipersensibilità cutanea nel modo più corretto, per evitare che l’arrossamento da temporaneo diventi permanente: DE-SENSE instant relief lo fa con una nuova generazione di formule funzionali, naturali e tecnologiche che si prende cura della pelle nel pieno rispetto delle sue caratteristiche.

DE-SENSE instant relief lenisce la sensazione di bruciore o pizzicore, difende dagli agenti nocivi e corregge gli inestetismi visibili dovuti all’ipersensibilità. La sua efficacia è garantita dall’azione ultra mirata di tre componenti principali:

  •  BIOMIMETIC TECHNOLOGY, una tecnologia che utilizza due peptidi biomimetici studiati specificamente per la sensibilità cutanea. Aumenta la tollerabilità agli agenti ambientali, offrendo sollievo immediato e duraturo;
  •  MULTI-RECOVERY COMPLEX, un complesso dalle avanzate proprietà riparatrici che favorisce il ripristino della barriera cutanea, rafforzando le difese naturali;
  •  ULTRA-SOOTHING COMPLEX, un’esclusiva associazione di sostanze lenitive e idratanti che insieme a preziosi pigmenti minerali riduce la visibilità dei rossori transitori e permanenti, uniformando l’incarnato.

Come d’abitudine, Bioline propone una linea di cosmetici domiciliari e una linea professionale.

Per quanto riguarda i cosmetici domiciliari abbiamo:

  • SIERO SOS TETRAPEPTIDE: Booster intensivo ultra-attivo ai peptidi biomimetici indispensabile per le pelli ipersensibili e reattive. Rafforza la barriera cutanea, per un comfort prolungato.
  • CREMA IDRATANTE TETRAPEPTIDE: Formula a rapido assorbimento che riduce visibilmente i segni dell’ipersensibilità cutanea e aumenta la tollerabilità della pelle alle aggressioni esterne, per un colorito uniforme e luminoso.
  • CREMA NUTRIENTE TETRAPEPTIDE: Formula ricca ultra efficace nel migliorare l’aspetto dei segni visibili dell’ipersensibilità cutanea, prevenendone la ricomparsa. Nutre in profondità la pelle che ritrova morbidezza ed elasticità.
  • CC CREAM COLOUR CORRECTOR PENTAPEPTIDE SPF 30: L’efficacia di una crema attiva e l’effetto correttore di una CC cream. Protegge, lenisce e minimizza le imperfezioni cutanee. Una tonalità universale si fonde sulla pelle, uniformando l’incarnato grazie a preziosi pigmenti minerali.

I prodotti professionali invece sono:

  • SIERO CONCENTRATO PENTAPEPTIDE: Booster intensivo per il trattamento delle pelli ipersensibili e reattive. La sua formula ultra-attiva e concentrata ai peptidi biomimetici aumenta la tollerabilità della pelle agli agenti esterni e rafforza la barriera cutanea, per un sollievo immediato e prolungato.
  • MASCHERA LENITIVA ALGINAX: Una maschera peel-off ad effetto uniformante che restituisce freschezza e luminosità alle pelli ipersensibili, arrossate e segnate. La pelle, visibilmente più compatta e idratata in profondità, è resa più recettiva alle sostanze funzionali precedentemente applicate.
  • CREMA IDRO-NUTRIENTE PENTAPEPTIDE: Una crema-trattamento altamente restitutiva dalla texture fresca e scorrevole che idrata intensamente e rinforza la barriera protettiva cutanea. Aloe, betaglucano, ceramidi e oli vegetali conferiscono al prodotto una spiccata azione lenitiva, nutriente ed emolliente.

Vi è mai capitato di avere la pelle ipersensibile, magari in inverno? Cosa fate per curarla? 🙂

Talk about: le clutch preziose di Aliexpress

Oggi vengo in cerca di opinioni.

Settimana scorsa ero presa dal vortice Aliexpress, situazione che quando comincia ti risucchia e non è detto che tu ne esca illesa (perlomeno nel portafogli). Per ora mi sto comportando bene, comprando solo articoli che davvero mi servono e soprattutto per pochi spicci.

Di sicuro l’acquisto migliore che io abbia mai fatto è il multiway dress/vestito convertibile, per meno di 11€ mi sono portata a casa un vestito favoloso che spero di utilizzare nelle prossime occasioni speciali! Sorvoliamo invece sul fatto che mi sono messa a cercare “vestiti natalizi” e mi stano venendo malsane idee…

Detto ciò, il tema del post di oggi riguarda le clutch preziose, quelle luccicanti al limite dell’accecante, che paiono spopolare su Aliexpress.  Ce ne sono di tutto sommato ‘sobrie’ e poi ci sono quelle della foto in alto.

Il tema animalesco sembra essere il più inflazionato e i risultati a volte sono quasi grotteschi (vedi la tigre obesa)!

Si tratta di accessori fatti per farsi notare, con un prezzo tutto sommato accettabile (sono quasi tutte sui 50-60 euro… transatlantico a parte) e che richiedono una grande ironia per poter essere indossati con disinvoltura XD

Sinceramente non sono sicura che avrei il coraggio di uscire con una di queste clutch, sono tutte un po’… TROPPO.

Voi usereste queste clutch luccicanti??? 🙂

Stivali bianchi: ecco le idee outfit

Ve l’avevo promesso e quindi eccolo: il tanto atteso post sugli abbinamenti e outfit con gli stivali bianchi è qui.

Ve ne parlavo nel post in cui vi introducevo questa tanto attesa novità fashion (ve lo siete persi? qui).

Ho iniziato a cercare dei possibili outfit perchè vorrei davvero comprare un paio di stivali o stivaletti bianchi per questo autunno/inverno (ma anche primavera, perchè no? staranno benissimo con gli abitini impalpabili dei primi tepori).

Parto dalla selezione che potete vedere all’inizio del post. Stivali e pantaloni!

Questa stagione abbiamo un prepotente ritorno della moda anni ’70, con pantaloni a zampa d’elefante (me contenta!!) che si prestano molto all’abbinamento con gli stivali – proprio per motivi logistici, il gambale dello stivale trova spazio al di sotto della gamba larga del pantalone. Questa combo funziona ed è semplice perchè si vedrà poco bianco, che richiamerete facilmente nella parte alta del corpo con camicie e maglioncini candidi.

Il bianco si abbina bene anche a tutte le sfumature del jeans, specie alle più chiare, che potrete spezzare con un tronchetto bianco.

Altra idea è allungare otticamente la gamba creano un continuum tra lo stivaletto e il pantalone bianco… no?

Altra selezione, che mi intriga molto: le gonne midi. Normalmente rifuggo questa lunghezza perchè tende ad accorciare la figura, tuttavia con qualche accortezza (e un buon tacco) può dare grandi soddisfazioni.

In questo caso la regola d’oro è: mai far vedere l’orlo dello stivale, che dovrà magicamente sparire sotto la gonna, sempre per una questione di proporzioni.

Nella foto sopra avete tanti esempi di stili, forme e colori differenti. Vedete come il richiamo del colore chiaro non è obbligatorio, poichè anche il contrasto, se ben ponderato, funziona.

E se volessimo qualcosa di più corto? Trovo sia un’ipotesi forse più azzardata, perchè lo stivale bianco, alto, è senza dubbio un pezzo importante che va bilanciato. Di tutte le soluzioni sopra, la terza, con la gonna in pied-de-poule, mi sembra quella più riuscita, ma non mi convince appieno.

Nella mia testa pensavo ad abbinamenti con vestitini a metà coscia, eppure non ho trovato soluzioni simili tra i vari siti che ho setacciato (perlopiù Zara, Mango, Stradivarius).

Sto ancora cercando di capire quale soluzione mi è più congeniale. Adoro le proposte con le gonne midi ma so che non le metterei molto (e non ho molta voglia di spendere cifre considerevoli per uno stivale ben fatto in pelle), mentre i pantaloni a zampa mi piacciono e so che li sfrutterei non solo coi tronchetti. Insomma, le variabili sono tante.

Cosa ne pensate di questi outfit? Vi hanno fatto venire un po’ più voglia di stivali bianchi? 🙂

Garnier Fructis – Shampoo secco Cucumber fresh

Ed eccoci con una nuova recensione di uno shampoo secco, mia grande passione 🙂

Questa volta ho acquistato lo shampoo secco di Garnier Fructis, il “pure non-stop cucumber fresh”. E’ uno shampoo secco specifico per capelli grassi, purifica la cute grazie all’estratto di cetriolo e non contiene siliconi.

La confezione è molto semplice, di alluminio verde brillante con tappo in plastica e le scritte verdi e bianche – di certo lo si vede bene sugli scaffali!

Una volta aperto, si presenta nel modo classico, con un erogatore a pressione in plastica. L’erogazione è facile, basta una lieve pressione e ogni spruzzo contiene una generosa quantità di prodotto.

Lo utilizzo nel solito modo, che descrivo per chi non avesse letto le mie altre recensioni di shampoo secco.

  1. Spruzzo una modesta quantità di shampoo sulla sommità del capo (dove c’è la riga), poi a destra e a sinistra verso le orecchie, sollevando i capelli per arrivare alle radici. Poi mi metto a testa in giù e erogo il prodotto alla base del capo.
  2. Lascio in posa una decina di minuti, intanto faccio altro (alla mattina per esempio faccio colazione o mi trucco).
  3. (IMPORTANTE!!) Non spazzolo subito, ma piuttosto mi metto a testa in giù e friziono con l’asciugamano tutta la testa, come dopo aver lavato i capelli. Questo aiuta a dare volume e pulire meglio, almeno secondo la mia esperienza.
  4. A questo punto, spazzolo i capelli.

Non posso lamentarmi dell’efficacia perchè pulisce e non lascia residui, tuttavia l’odore è pessimo: troppo forte e chimico, oltretutto “attaca in gola”. Tra tanti shampoo secchi in commercio, se uno non soddisfa entrambi i requisiti (efficacia e profumazione) non posso ritenerlo valido a tutti gli effetti.

Qui sopra potete vedere l’inci in caso foste interessati. Sarebbe bello se non li stampassero su tutta la circonferenza, sarebbe più comodo fotografarli XD

Questo shampoo secco di Garnier è disponibile in una sola variante da 150 ml e solitamente si trova in vendita a 3,50-4 Euro.

Avete mai provato lo shampoo secco cucumber fresh di Garnier Fructis? Usate lo shampoo secco? 🙂